GalbaninoPresenta

Torta salata con bacon e formaggio

Ricetta creata da Galbani
Torta salata con bacon e formaggio
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Il sapore intenso del bacon rosolato in padella, la cremosità del formaggio filante, il profumo della pasta sfoglia fragrante… quanto ci piace gustare una buona torta salata, calda e saporita, morbida dentro e croccante all’esterno, da assaporare fino all’ultima, irresistibile fetta! E se questa è la torta salata con bacon e formaggio, sarete certi che il risultato finale sarà ancora più strepitoso, goloso da leccarsi i baffi.

Impossibile resistere alla croccantezza del bacon, saporitissimo e sfizioso, che si sposa alla perfezione con il sapore delicato della pasta sfoglia, e ancora di più con del buon formaggio cremoso. In questa ricetta abbiamo utilizzato una generosa dadolata di formaggio Galbanino l’Originale, che grazie alla sua pasta filante che non rilascia acqua in cottura, lascia la pasta sfoglia dal gusto leggero e croccante, proprio come dovrebbe essere.

Come tante altre torte salate, questo rustico è ideale in tantissime occasioni differenti: per uno spuntino all’aria aperta o per la merenda dei bambini*, per il buffet delle feste o per uno sfizioso aperitivo da gustare con un calice insieme ad amici o parenti, ma anche come antipasto goloso che introduce un menù delle feste, sia a pranzo sia a cena. L’abbinamento tra uova, formaggio e bacon è ben rodato in tante altre gustose ricette, come ad esempio le uova al tegamino con formaggio, che si preparano per un brunch o una colazione sostanziosa.

Non resta che indossare il grembiule e accendere il forno: la vostra torta salata sarà pronta in men che non si dica!

Facile
6
45 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • un disco di pasta sfoglia già pronta
  • 230 g di Galbanino l’Originale Galbani
  • 200 g di bacon a fettine sottili
  • 4 uova
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

La preparazione della torta salata con bacon e formaggio è semplice e pratica: basta seguire queste brevi istruzioni.

01

Per iniziare mettete a scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente sulla fiamma bassa; non appena la padella sarà calda, adagiate le fettine di bacon e aspettate che siano ben rosolate da entrambi i lati.

02

Nel frattempo, rompete le uova in una ciotola e sbattetele energicamente; tagliate il Galbanino a dadini e unitelo al composto di uova. Salate e pepate a piacere.

03

Stendete intanto la pasta sfoglia, con la sua carta forno, in una teglia e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.

04

Versate il composto di uova e formaggio all’interno della teglia; stendete uniformemente le fettine di pancetta sulla superficie della torta, immergendole nel composto di uova e formaggio. Ripiegate all’interno i bordi della pasta, in modo da sigillare la torta salata.

05

Infornate in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, o finché il ripieno non sarà ben cotto (provate a immergere la punta di uno stuzzicadenti: dovrà uscire asciutta). Sfornate e lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire.

Varianti

La torta salata con bacon e formaggio offre molte possibilità per sviluppare numerose varianti e variazioni sul tema: si tratta infatti di una ricetta dai pochi e semplici ingredienti, che possono essere sostituiti o affiancati da altri golosi elementi della cucina, da scegliere tra quelli disponibili in dispensa o nel frigorifero.

Se volete un’alternativa più saporita, ad esempio, aggiungete al Galbanino anche qualche altro formaggio di vostra scelta: una manciata di formaggio grattugiato darà alla torta un sapore più sapido e deciso, qualche cubetto di groviera esalterà il sentore affumicato del bacon, provola e scamorza sono formaggi più delicati nel gusto, ma rendono la torta ancora più golosa e filante. Persino la mozzarella può essere utilizzata, a patto che si lasci scolare la sua umidità in eccesso: per evitare questo problema, potete scegliere la Mozzarella Cucina Santa Lucia, la cui pasta è particolarmente asciutta, ideale per preparazioni a caldo.

Anche il bacon può essere sostituito o affiancato da altri affettati simili: pancetta, guanciale, prosciutto cotto o salame sono tutte opzioni percorribili, calibrando bene equilibri e bilanciamenti. Prestate attenzione alla quantità di sale da aggiungere all’impasto, che dipende sempre dalla componente sapida già naturalmente presente in salumi e affettati di questo tipo. Potete anche omettere questa parte e realizzare una prelibata torta salata al formaggio.

Infine, è un’idea potenzialmente molto valida anche quella di aggiungere alla farcitura qualche tipo di verdura: una soluzione molto adatta per la primavera e il periodo pasquale, ad esempio, prevede l’aggiunta di cuori di carciofo. Una delle varianti più apprezzate è quella con carciofini sott’olio e formaggio gorgonzola DOP, da aggiungere al ripieno con bacon e Galbanino.

Suggerimenti

La torta salata con bacon e formaggio, come abbiamo visto, è molto semplice e non richiede particolari attenzioni: in una ricetta immediata come questa, non sono molti i consigli e i suggerimenti che possiamo darvi per una riuscita perfetta. Tuttavia, esistono comunque alcuni semplici trucchi che possono essere utili per migliorare ancora un po’ la realizzazione della ricetta. Vediamone un paio.

Iniziamo dal bacon in padella: qui abbiamo suggerito di usare un filo d’olio in padella, ma se quest’ultima è ben calda, potete evitare di aggiungere ulteriori condimenti e lasciare che il bacon rosoli nel suo stesso grasso, che si scioglierà al contatto con la superficie calda. Ricordatevi che non è necessario che il bacon diventi croccante: sarà la cottura in forno a renderlo tale. Togliete le fettine di bacon dalla padella non appena diventerà ben colorato: sarà sufficiente.

Vi suggeriamo, inoltre, di prestare particolare attenzione all’aggiunta di sale: non salate l’impasto se il bacon utilizzato è già piuttosto sapido, regolatevi in base alla sapidità degli altri ingredienti. Ricordatevi inoltre di estrarre dal frigorifero la pasta sfoglia già pronta all’uso almeno mezz’ora prima del suo utilizzo, in modo che sia sufficientemente morbida da essere srotolata senza rompersi.

Infine, utilizzate la tecnica dello stuzzicadenti per verificare il grado di cottura della torta: al termine dei 30 minuti di cottura inserite la punta dello stecchino nel ripieno ed estraetelo, tastatelo e controllatene l’umidità. Se è asciutto la torta è pronta da gustare!

Curiosità

Ogni amante della gastronomia nostrana sa bene che bacon e pancetta non sono esattamente la stessa cosa.

Il bacon non può che rievocare, nell’immaginario comune, il cibo americano, colazioni abbondanti e globalizzazione dei sapori. Ma non è così insolito trovare, in alcuni menù, il termine “bacon” usato al posto di “pancetta”, semplicemente per dare un tocco di esotico le portate nostrane, sebbene si stia parlando di piatti più che italiani. Cerchiamo allora di fare chiarezza e di distinguere tra “bacon” e “pancetta”: una distinzione che ha un senso, dal momento che si tratta, appunto, di due ingredienti diversi, sebbene piuttosto simili.

La pancetta si ricava dalla pancia del suino, come suggerisce il nome: questo taglio viene poi salato, speziato e lasciato stagionare. Molto pregiata è la pancetta piacentina, ma anche quella delle norcinerie del centro Italia (Lazio e Umbria in particolar modo).

Il bacon, invece, deriva da parti diverse del maiale: non si usa necessariamente la pancia del suino, ma anche il prosciutto e in generale tutta la parte posteriore (la parola bacon deriva dal termine “bacho”, che significa proprio “parte posteriore del suino”); a questa spesso si aggiunge, durante la produzione, anche tagli della schiena, dei fianchi e della gola. La carne poi viene lasciata macerare in salamoia insieme a una selezione di spezie e aromi, poi essiccata per alcuni mesi e cotta in modi specifici (in forno, in acqua calda, al vapore oppure affumicata, in base al tipo di bacon).

* sopra i 3 anni

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche