Risotto all'amarone

Primi Piatti
Primi PiattiPT20MPT10MPT30M
  • 4 persone
  • Facile
  • 30 minuti
Ingredienti:
  • 320 g di riso Vialone Nano
  • 60 g di grana grattugiato
  • 60 g di cipolla gialla finemente tritata
  • 40 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 35 g di midollo di bue
  • 1 l di brodo di carne
  • ½ bottiglia di Amarone
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

presentazione:

Il vino Amarone è un passito molto pregiato e viene utilizzato in cucina non soltanto per preparare il brasato. In questa pagina questo prodotto D.O.C. sarà il protagonista di un piatto tipico della tradizione gastronomica veronese: il risotto all'Amarone.

Un primo gustoso, dal sapore corposo e avvolgente. Una ricetta sicuramente da provare, che racchiude in sé i sapori della tradizione, quelli del riso Vialone Nano e quello dell'Amarone, entrambi esalatati e valorizzati dalla presenza, tra gli ingredienti, di un burro molto delicato: il Burro Santa Lucia.

Preparazione:

Seguite i nostri pratici consigli e scoprite anche voi tutti i segreti per portare in tavola uno squisito risotto alla veronese.

  1. 1.Per realizzare il risotto all'Amarone dovete prima di tutto mondare, lavare e tritare finemente la cipolla. Prendete una casseruola e mettete al suo interno metà Burro Santa Lucia, il midollo di bue e la cipolla tritata.
  2. 2.Quando la cipolla risulterà bella dorata uniteci il riso. Quindi, fatelo tostare a fiamma media per alcuni minuti. Mescolate il tutto continuamente con un cucchiaio di legno.
  3. 3.Una volta che il riso sarà tostato, aggiustatelo di sale e insaporitelo con un pizzico di pepe. A questo punto aggiungete lentamente il vino rosso previamente riscaldato. Portate così il riso a cottura.
  4. 4.Terminate il vostro risotto all'Amarone aggiungendo, a fuoco spento, il rimante Burro Santa Lucia e il grana grattugiato. Rigirate il tutto e servite il risotto all’Amarone.

Varianti:

Il risotto all'Amarone è una delle ricette veronesi più popolari, che può essere tuttavia modificata di volta in volta a seconda delle necessità o delle preferenze. Provate la versione con l'aggiunta di bocconcini di salsiccia rosolata, di zucca e speck oppure il risotto al radicchio e Amarone, perfetto per chi preferisce un gusto particolarmente intenso.

Potrete insaporire il risotto all'Amarone con un condimento a base di verdure come cipolle, zucchine, carote e funghi. Prima della cottura del riso, fate rosolare in padella queste verdure con aromi come timo e rosmarino. Mettete poi sul fuoco il riso e sfumatelo con un bicchiere di Amarone della Valpolicella, proseguite poi la cottura del riso nel brodo vegetale (in questo modo andremo a smorzare il gusto dolce del vino). Dopo circa 12 minuti, aggiungete il condimento e mescolate. Prima di portare in tavola il riso caldo, potete mantecarlo con del Burro Santa Lucia e del parmigiano.

Tra i piatti della tradizione culinaria veronese poi non perdetevi il risotto tastasal e radicchio, preparato con carne di maiale macinata, salata e pepata: il termine tastasal indica in dialetto l'atto di assaggiare il sale, tant'è che nell'antichità questo piatto veniva realizzato per controllare il livello di salatura della carne prima di utilizzarla per la confezione di salumi e salsicce.

Consigli:

In questa pagina vi abbiamo mostrato la preparazione di uno dei piatti più tipici della cucina italiana, che troverete, in particolare, in tutti i ristoranti del territorio veronese.

Nella nostra ricetta abbiamo consigliato l’utilizzo del riso Vialone Nano ma potrete impiegare anche il riso Carnaroli, molto indicato per la preparazione di risotti. Per quanto riguarda il vino, invece, una buona alternativa all'Amarone è lo champagne, che vi permetterà di servire un piatto altrettanto sofisticato e saporito.

Ricordate di utilizzare solo una noce di burro per far appassire le cipolle e tostare il riso, poiché la presenza del midollo di bue contribuirà a dare condimento e sapore. Non sarà necessario aggiungere altre spezie alla preparazione, a parte sale e pepe, in quanto l'amarone ha già di suo un gusto molto deciso.

Versate il vino sul riso e fatelo evaporare con una cottura a fiamma viva, dopodiché abbassate il fuoco e aggiungete in pentola anche del brodo caldo un po' alla volta, lasciando poi cuocere il risotto lentamente.

La ricetta tipica prevede di mantecare il risotto a fine cottura mescolando con il formaggio Monte Veronese grattugiato: in assenza di questo prodotto o del grana che vi abbiamo suggerito, andranno benissimo anche il parmigiano oppure del Taleggio a dadini.


Curiosità:

L'Amarone è uno dei vini rossi italiani più importanti, uno tra i più celebrati al mondo. Un vino che viene prodotto in Veneto, negli stessi vitigni della D.O.C. Valpolicella, che si estende in numerosi comuni della provincia di Verona. Il rosso in questione si ottiene nei mesi di gennaio-febbraio, vinificando le uve che vengono lasciate appassire su appositi graticciati. Un vino di gradazione alcolica elevata, che deve essere servito alla temperatura di 18-20°, e che prima di per poter essere commercializzato deve invecchiare per almeno un anno. Ottimo quando viene abbinato a pietanze dalla struttura complessa, a base di carni rosse, selvaggina e maiale.


I vostri commenti alla ricetta: Risotto all'amarone

Lascia un commento

Massimo 250 battute