Salumi Galbani Libero ServizioPresenta

Polpettone ripieno con patate al forno

Ricetta creata da Utente Galbani Club
Vota
Media0

Presentazione

Il polpettone ripieno con patate al forno è forse uno dei più conosciuti simboli della cucina italiana. È un secondo piatto davvero gustoso e che si presta molto bene a delle occasioni speciali, a un semplice pranzo in famiglia o a delle cene invernali.

Il nostro avrà un ripieno di Prosciutto Cotto Galbacotto e di Galbanino, così da avere un sapore delizioso, delicato e soprattutto filante!

Data la sua bontà, oltre al procedimento della ricetta, abbiamo pensato di consigliarvi dei trucchi per la sua preparazione e delle golose e sfiziose varianti.

Ecco allora tutti i nostri suggerimenti su come prepararlo in modo semplice anche nella vostra cucina.



Facile
6
65 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 600 g di carne trita mista
  2. 1 uovo
  3. 50 g di formaggio grattuggiato
  4. prezzemolo tritato
  5. sale e pepe
  6. acqua e olio q.b.
  7. 100 g di prosicutto cotto Galbacotto
  8. 100 g di Galbanino in Fette
  9. 1 kg di patate

Preparazione

Per preparare il polpettone di carne seguite questo procedimento:

01

Iniziate mettendo la carne macinata in una ciotolacapiente e unite alla carne trita l'uovo, il formaggio grattugiato, il prezzemolo e aggiustate di sale e pepe.

02

Dal composto amalgamato ricavate un rettangolo disposto su un foglio di carta forno. Date al vostro rotolo di macinato di vitello uno spessore di 1,5 cm circa.

03

Dedicatevi al ripieno del polpettone: dopo aver steso l'impasto, adagiatevi sopra le fette di prosciutto Galbacotto e Galbanino.

04

Terminata l'operazione della farcitura, aiutandovi con la carta, arrotolate il composto stando attenti a chiudere bene i lati: in questo modo eviterete che il condimento fuoriesca dalle estremità del polpettone.

05

Adagiate in una pirofila con olio e un bicchiere d'acqua, circondandolo con le patate tagliate a pezzi grossolani e salate. Cuocete in fornostatico, già caldo, a 180° per 45 minuti. La lunga cottura permetterà alla carne di rimanere morbida. Servite il polpettone ancora caldo.

Varianti

Le varianti di questa ricetta sono veramente tante! Si tratta di uno dei secondi piatti di carne più facili da realizzare: basterà cambiare il condimento utilizzato per la farcitura e otterrete sempre un polpettone squisito!

Una prima variante golosa che vi suggeriamo è quella di avvolgere il rotolo di carne con uno strato di fette di pancetta: preparate sempre, come prima cosa, l'impasto con la carne macinata, l'uovo, il formaggio, il prezzemolo, il sale e il pepe. Poi, su un foglio di carta da forno adagiate le fette di pancetta: fate in modo di sovrapporle un po' per creare uno strato ben compatto.

Disponete poi l'impasto di carne sulle fette di bacon, avendo cura di lasciare, lungo i bordi più corti, un paio di centimetri; farcite con Prosciutto Cotto Galbacotto Galbani, Galbanino e spinaci e arrotolate il polpettone. Adagiatelo su una teglia e cuocete in forno a 180° per 45 minuti.

Potete farcire il vostro polpettone anche con verdure e scamorza affumicata, con zucca e gorgonzola, funghi e provola.

Insomma, tra tutte le ricette facili che si possono realizzare, questa vi garantirà sempre un buon risultato e stupirà tutti i vostri commensali.

Curiosità

Il termine "polpettone" deriva da "polpetta" ed è infatti un suo accrescitivo: si presenta come una polpetta più grande, realizzata con gli stessi ingredienti; alla base vi è sempre carne macinata, con una farcitura che cambia a seconda dei gusti.

La "polpetta" inizia a comparire nei ricettari del Quattrocento. Mastro Martino, in particolare, spiega il procedimento di preparazione delle polpette che inizialmente non avveniva con la carne macinata, ma con le fettine di vitello, farcite e arrotolate.

Verso la fine del XVI secolo, poi, le ricette di polpette e polpettoni iniziano ad essere sempre più elaborate, fino poi ad incontrare, nella metà del Settecento, la ricetta che prevede l'utilizzo della carne macinata. Questa viene tritata con l'ausilio di un coltello o nel mortaio.

Dopo il XVIII secolo, Milano sembra essere la capitale di polpette e polpettoni: tante sono le varianti che si trovano nei ricettari lombardi.

Nel Novecento, infine, polpette e polpettoni diventano un piatto tipico preparato dalle casalinghe: ancora oggi resta un piatto apprezzato da tutti.