Santa LuciaPresenta

Pollo alla cacciatora

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

In questa pagina vi parliamo dei fusi di pollo alla cacciatora. Una preparazione, quella della ricetta che oggi abbiamo scelto per voi, tanto facile da realizzare quanto gustosa da assaporare.

Si tratta di una ricetta molto semplice in cui il pollo viene tagliato a pezzetti e fatto rosolare in padella con olio extravergine d'oliva, scalogno e 1 spicchio d'aglio, e sfumato con del vino bianco.

Il tutto viene poi completato con un delizioso sughetto a base di passata di pomodoro e funghi che vi permetterà di portare a tavola un secondo piatto pieno di aromi, ideale da servire con un contorno di patate al forno o patate al forno gratinate con della polenta calda.

Vi spiegheremo come fare un secondo piatto ricco e completo, realizzato con ingredienti semplici, che danno al preparato un tocco di sapore in più. Tra questi il Burro Santa Lucia, che renderà più delicato il sapore della carne.
 

Facile
4
60 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 8 fusi di pollo da 100 g l'uno
  2. 30 g di Burro Santa Lucia Galbani
  3. 1 scalogno
  4. 1 spicchio d'aglio
  5. 150 g di funghi champignon
  6. 2 pomodori
  7. un mazzetto di prezzemolo
  8. 1 rametto di timo
  9. 50 cl di brodo
  10. 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  11. 1 dl di vino bianco secco
  12. sale e pepe

Preparazione

Se volete scoprire di più su questo appetitoso piatto della nonna, non vi resta che leggere con attenzione il seguente procedimento:

01
Per realizzare il pollo alla cacciatora dovete prima di tutto lavare e asciugare i fusi di pollo. Dopodiché mondate, lavate e affettate sottilmente i funghi. Quindi lavate e tritate il prezzemolo. Ad operazione terminata, lavate, pelate e tritate i pomodori.
02
A questo punto, dentro un tegame largo in cui avrete riposto sia il Burro Santa Lucia che l'olio extravergine d'oliva, procedete a far rosolare uniformemente i fusi di pollo. Una volta rosolata, insaporite la carne con sale e pepe. Quando il pollo sarà ben dorato, sgocciolatelo e tenetelo in caldo tra due piatti.
03
A questo punto, provvedete ad eliminare quasi tutto il grasso di cottura dal tegame. Dopodiché, nel medesimo recipiente, mettete l'aglio e lo scalogno mondati e tritati in precedenza. Fate appassire il tutto. Una volta che l'aglio e lo scalogno saranno ben appassiti, unite alla preparazione anche i funghi, metà del prezzemolo, il timo, il sale e il pepe. Dunque, fate cucinare gli champignon per 5 minuti.
04
Trascorso il tempo indicato sgocciolateli e teneteli da parte. Quindi, versate in padella il vino e fatelo ridurre alla metà. Una volta che il vino sarà ridotto, adagiate nuovamente il pollo nel tegame, aggiungete il brodo, i pomodori, il sale e il pepe. Mettete il coperchio e fate cuocere la pietanza a fuoco moderato per 20 minuti circa.
05
Trascorsi i 20 minuti togliete il coperchio dal tegame. A questo punto continuate la cottura del vostro pollo alla cacciatora per altri 10 minuti. Terminate la preparazione aggiungendo, due o tre minuti prima del termine della cottura, i funghi e il prezzemolo tritato. Infine servite il piatto ben caldo.

Varianti

Le cosce di pollo alla cacciatora rappresentano un secondo adatto a tutta la famiglia: sono perfetti per un menu di carne apprezzato anche dai bambini* e vi permettono di servire una ricetta tutta italiana davvero succulenta e profumata.

Essendo diventato un piatto così diffuso, ogni regione ha la sua particolare ricetta: voi potete creare la vostra iniziando da una base come quella che vi abbiamo appena descritto e aggiungere o togliere ingredienti per incontrare meglio il vostro gusto. Volete qualche idea e qualche consiglio?

Un trito di sedano, carote, cipolla è sempre un’ottima base su cui cominciare a lavorare: il soffritto infatti è perfetto per cucinare diverse varietà di carni e consente di insaporire la pelle delle cosce rosolandole qualche minuto prima della cottura in umido. Provate ad aggiungere anche uno spicchio d'aglio e il risultato sarà davvero buonissimo.

Nelle varianti più diffuse, il soffritto in cui viene fatto rosolare il pollo viene realizzato con dosi maggiori di carota e sedano, in altre invece si tende ad abbinare altri ingredienti al sughetto. Oltre ai funghi della nostra ricetta, potrete scegliere tra melanzane, zucchine, peperoni, da unire in padella prima di aggiungere i pezzetti di carne bianca.

Le olive danno molto sapore
e altre verdure permettono di ottenere in modo semplice e veloce sapori diversi: provate ad abbinare olive nere denocciolate e pomodorini freschi e otterrete un ottimo secondo a dir poco irresistibile. E non dimenticate le fettine di pane per fare la scarpetta!

Le spezie e gli odori sono i nostri migliori amici: salvia, rosmarino, peperoncino e scorza di limone ci aiutano molto a modificare la ricetta e rendere più o meno saporito il piatto. Scegliete le erbe aromatiche che vi piacciono di più e personalizzate il condimento realizzando salse sempre diverse.

Anche il bicchiere di vino usato per sfumare è determinante: la scelta tra vino rosso e vino bianco deve essere fatta secondo il vostro gusto personale, da questo ne deriverà una salsa più o meno scura.

In alternativa al vino, potrete bagnare il pollo con del brodo di carne o vegetale, aceto bianco oppure con della semplice acqua. Potete, inoltre, preparare la versione in bianco del pollo alla cacciatora senza aggiungere la passata di pomodoro e arricchendo il brodo con capperi, olive e pepe nero.

*sopra i 3 anni

Curiosità

Ilpollo alla cacciatora è una ricetta tipica dellagastronomia toscana ed è legata alla tradizione culinaria contadina. Una pietanza che grazie al suo sapore inconfondibile è diventata un piatto tipico di tutta l'Italia, soprattutto delle regioni più a nord dello stivale.

Con l'espressione generica “alla cacciatora” si indica solitamente la preparazione di vivande rustiche, cucinate con funghi, cipolle e pomodoro, infine aromatizzate con vino bianco e l'aggiunta di pepe.

Una ricetta dalle mille versioni, con concentrato di pomodoro o pomodori, con olio extravergine d'oliva, con burro o con entrambi, con vino bianco o rosso.