Santa LuciaPresenta

pizza boscaiola

Ricetta creata da Galbani
Pizza boscaiola
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Semplice da preparare e veloce (se si escludono i tempi di lievitazione), la pizza alla boscaiola è una delle ricette più apprezzate dalla cucina italiana . Che venga usata nella preparazione la passata di pomodoro o si preferisce bianca, rimane sempre un piatto goloso.

Gli abbinamenti, per la vostra pizza, sono tra i più disparati. Potrete guarnirla con ciò che più vi tenta: dai salumi alla verdura di stagione, e per i più audaci anche la frutta.

Qui di seguito, vi proponiamo la ricetta della nostra pizza alla boscaiola bianca. Per un risultato ancora più filante, sostituite la mozzarella di Bufala con la Bufalina Santa Lucia Galbani!

 

 

 

Facile
4
25 minuti
120
Vota
Media0

Ingredienti

  • 500 g di pasta per la pizza;
  • 250 g di panetto Bufalina Santa Lucia Galbani;
  • 2 salsicce; 8 funghi champignon;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale q.b.;
  • pepe q.b.

Preparazione

Per preparare la vostra pizza alla boscaiola bianca in teglia, ecco la ricetta. Preparatevi a un'esplosione di gusto!

01

Per prima cosa occupatevi dell'impasto. Lavorate la pasta per la pizza con 2 cucchiai di olio, preferibilmente extravergine d'oliva. Una volta che avete lavorato un po' l'impasto con le mani, avvolgete la pasta per la pizza in un foglio di pellicola trasparente. Adesso, lasciatela riposare due ore al riparo da correnti d'aria.

02

Nel mentre che l'impasto lievita, occupatevi degli ingredienti. Iniziate a pulire i funghi Champignon, lavandoli sotto l'acqua corrente fredda e tagliandoli a fettine sottili. Poi, conditeli con sale e pepe. Prendete poi le due salsicce fresche, spellatele e tagliatele e, infine, prendete il panetto Bufalina Santa Lucia e riducetelo a dadini.

03

Tornate al vostro impasto. Una volta passato il tempo di lievitazione, cospargete di farina un piano da lavoro e lavorateci la pasta per la pizza con le mani.

04

Una volta steso, cospargete l'impasto con i vostri ingredienti e andate a comporre la vostra pizza bianca alla boscaiola. Mettete sull'impasto prima i dadini ricavati dalla Bufalina Santa Lucia, poi la salsiccia e infine i funghi champignon.

05

Prendete ora una teglia e metteteci sopra la carta da forno. Cospargete con un filo di olio la carta forno in modo tale che la pizza non si attacchi. Mettete a cuocere la vostra pizza in forno statico preriscaldato a 250° per 15 minuti(meglio se la teglia è adagiata sulla parte più bassa del forno). Una volta cotta, estrarre la pizza dal forno e gustatela bella calda e filante. Buon Appetito!

Varianti

La pizza alla boscaiola è sicuramente uno dei piatti più apprezzati della cucina italiana, nonché un'ottima alternativa gustosa della pizza con i funghi.

Le varianti per questo tipo di pizza sono molteplici. Infatti, potrete sostituire la salsiccia con delle gustosissime patate. Seguite questa variante gustosa, le cui dosi sono per 2 persone.

Iniziate preparando la pasta per la pizza: in un bicchiere di acqua fate sciogliere un cubetto di lievito di birra, un cucchiaio di olio e il sale, poi mescolate (a mano o con l'impastatrice) il composto con 450 g di farina 0. Fate lievitare l'impasto per almeno 2 ore.

Nel frattempo occupatevi di pulire le patate, tagliandole a rondelle con spessore di circa 2 cm.
Bollitele in acqua salata e levatele dal fuoco quando sono al dente.
Prendete la Bufalina Santa Lucia Galbani e tagliatela a dadini. Ora, pulite i funghi sciacquandoli bene sotto l'acqua e successivamente, tagliateli a rondelle.

In una padella fate rosolare uno spicchio di aglio con i funghi champignon (in caso in cui non troviate questo tipo di funghi, vanno bene anche i porcini) per qualche minuto, cosicché perdano tutta l'acqua in eccesso.

In una teglia mettete la carta da forno e ungetela, poi stendeteci la pizza e cospargetela con i vostri ingredienti. Infornatela in forno statico preriscaldato a 250° per 15 minuti. A cottura ultimata, cospargetela di prezzemolo tritato e servitela.

Giocate con la vostra fantasia scegliendo gli ingredienti che sono più di vostro gradiemnto vi consentirà di portare innovazione a un piatto noto in tutta la penisola, non stravolgendo la ricetta di base ma inserendo un gusto ulteriore.

Suggerimenti

Anche i modi per preparare l'impasto per la pizza sono molteplici e si basano sul tempo che avete a disposizione. La ricetta che avete seguito finora prevede, infatti, tempi di lievitazione veloci.

Per preparare un impasto ancora più soffice e croccante, in caso preferiate una pizza alta, vi consigliamo allora di far lievitare per più tempo la pasta per la pizza, magari preparando la pasta per la pizza la sera prima. Vi serviranno 500 g di farina 0, oppure 250 g di farina Manitoba e 250 g di farina 0, 4 g lievito di birra fresco, olio d’oliva, 300 ml di acqua tiepida e sale. Incominciate impastando tutti assieme gli ingredienti con l'aiuto di un robot da cucina o con le vostre mani. Lasciate lievitare il composto per 3 ore, avendo cura di coprirlo con un canovaccio e ponendolo nel forno spento con la sola luce accesa.

Una volta trascorso il tempo della prima lievitazione, impastate nuovamente il composto e lasciatelo nuovamente a riposare per 2 ore nel forno spento.

Dopo la seconda lievitazione, dividete la pasta per la pizza in due palline. Poi spolverizzate una teglia con la farina e adagiatevi la pasta per la pizza. Infine, ricoprite l’impasto con altra farina. Lasciatelo lievitare per un’ altra ora.

Ponete, adesso, la vostra palla di impasto su un piano di lavoro infarinato e stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia con spessore di 2 cm, aiutandovi con il matterello.

Inoltre, se l'impasto vi dovesse avanzare, potrete prepararci delle ottime pizzette tonde o focaccine e condirle con gli ingredienti che più vi aggradano.

Il suggerimento è di fare grande attenzione al tempo di lievitazione, poiché dal tipo di pasta che fungerà da base dipende molto della riuscita del piatto.
Una pizza delicata e dalla consistenza non gommosa è più semplice da mangiare ma anche decisamente più gustosa ad ogni morso.
Non lesinate poi nella farcitura, poiché il segreto di una cena deliziosa passa proprio dalla possibilità di assaporare tutti gli ingredienti in bocca.
A seconda del gusto personale e dei commensali presenti in tavola potete optare per una base bianca o rossa, utilizzando della Mozzarella Santa Lucia Galbani che rende filante ogni boccone oppure una generosa dose di passata di pomodoro.
Sopra ponete i funghi a seconda della varietà che preferite; solitamente si tende ad usare gli champignon, ma per una soluzione ancora più sofisticata comprate i porcini, dal gusto deciso e molto riconoscibile.


In questo modo otterrete una pizza diversa dal solito e ricca di sapore, soprattutto se aggiungerete anche del Galbacotto tagliato sottile per una nota di sapidità.
Fate infine grande attenzione alla cottura nel forno: il bordo deve risultare croccante ma non eccessivamente cotto, per evitare che si possa bruciare anche la parte sottostante e più sottile.

Curiosità

Sua maestà, la pizza, è un piatto di origine campana. Le sue origini si sanno, la sua storia la conoscono in tutto il mondo. La sua bontà e il suo prestigio hanno varcato i confini italiani, arrivando, quasi, in ogni parte della terra.

Sembra che la pizza alla boscaiola sia una delle dieci migliori pizze di Napoli, famosa tanto quanto la semplice marinara o la margherita.

L'ingrediente principale della pizza alla boscaiola è sicuramente il fungo, prediletto il tipo champignon, ma gli ingredienti che poi vanno ad arricchire questo prelibato e delizioso piatto sono molteplici. Si passa dalla tipica salsiccia, alle patate fino alle melanzane, per dare quel sapore in più di terra alla pizza.

Nel corso del tempo la cucina napoletana ha portato sulle nostre tavole una serie di piatti decisamente sfiziosi, che poi sono entrati a fare parte di diritto dei più noti menù nazionali.
Uno di questi è certamente la pizza boscaiola, che si compone di ingredienti semplici ma allo stesso tempo perfettamente bilanciati tra loro, adatti a ogni contesto e a tutte le stagioni dell'anno.
Gustare una pietanza di questo genere, infatti, consente di alzarsi da tavola estremamente soddisfatti.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche