Flammkuchen

Ricetta creata da Flammkuchen
Flammkuchen
Vota
Media0

Presentazione

La Flammkuchen è una ricetta che viene dalla Francia, nonostante il nome tedesco: in realtà, si tratta di una specialità tipica della regione dell'Alsazia, proprio sui confini di questi due Stati europei.

Nonostante la rivalità fra la compagine tedesca e quella francese che si contendono le origini, questa ricetta rustica mette d'accordo tutti per il suo gusto prelibato e per gli ingredienti golosi e invitanti.

Tra Francia e Germania nasce questa specialità, una focaccia bianca farcita con cipolle, panna acida, pancetta affumicata e speck.
Scopriamo insieme come realizzare la Flammkuchen, con un tocco di classe e gli ingredienti della linea Santa Lucia.

Facile
4
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di farina di tipo 00; 
  2. 200 ml di acqua; 
  3. 1 cucchiaino di sale; 
  4. 200 ml di panna acida; 
  5. 2 cipolle bianche; 
  6. 200 g di pancetta affumicata o di speck; 
  7. 1 uovo; 
  8. qualche cucchiaino di olio extravergine d'oliva; 
  9. sale e pepe q.b; 
  10. 1 pizzico di cannella o di noce moscata;

Preparazione

La Flammkuchen è una focaccia farcita con un letto di cipolle bianche su cui si aggiunge speck a cubetti, pancetta dolce o piccante, formaggio e un pizzico di noce moscata che fa la differenza. Inoltre, la pizza alsaziana si può condire con pomodori e una generosa dose di prezzemolo e altre erbe aromatiche.

01

Come prima cosa dovete realizzare l'impasto, aggiungendo nella ciotola la farina, l'acqua, l'olio e il sale. Rompete l'uovo e incorporate anche il tuorlo, lavorando sempre l'impasto con le mani all'interno della boule. 

02

Trasferite l'impasto sulla spianatoia infarinata e continuate a lavorare con i palmi delle mani, in modo da ottenere un risultato liscio, elastico, uniforme.
Formate una palla e coprite con la pellicola trasparente o con un panno. Lasciate riposare per almeno 30 minuti.
 

03

A questo punto realizzate la panna acida, mescolandola con la noce moscata, il sale e il pepe. Più avanti scopriremo tutti i trucchi per ottenere questa preparazione in modo ottimale.

04

Sbucciate le cipolle e mondatele a fette molto sottili, quindi stufatele in padella con un goccio d'olio e mezzo bicchiere di acqua calda. Se vi piace, potete aggiungere anche una noce di burro per renderle ancora più morbide. Quando saranno diventate trasparenti, mettetele da parte.

05

Riprendete l'impasto e dividetelo in due con un tarocco di legno o di alluminio. Stendete le due basi di impasto su due teglie, foderate di carta forno, o precedentemente oliate. Fate aderire bene i bordi con i polpastrelli.

06

Spalmate con cura la panna acida e aggiungete la cipolla a pioggia, quindi unite anche lo speck affumicato o la pancetta. Spolverizzate con sale e pepe e andate in forno per circa 15 minuti, a 180°.

Varianti

La Flammkuchen è la pizza alsaziana per eccellenza, una sorta di focaccia (o di pinza) realizzata con cipolle, panna acida (anche chiamata crème fraîche) e tanto speck e pancetta saporita. Non mancano le spezie, come la cannella o ancora meglio la noce moscata.

Esiste una variante di questa preparazione gustosa, la cosiddetta Brizza, una sorta di focaccia alternativa che si mangia in Baviera.

Si tratta di una specialità che si cucina con il bretzel, il pane tipico che si mangia in Germania, originario dei monasteri dell'Italia Settentrionale del VII secolo.

L'impasto è differente da quello della Fammkuchen alsaziana, ed è realizzato con farina di grano tenero, malto, acqua, lievito di birra e bicarbonato.
 La vera particolarità di questa preparazione è che, prima della cottura, l'impasto si immerge in una soluzione di acqua bollente e soda caustica (oppure bicarbonato di sodio) che ne conferisce l'aspetto lucido e la glassatura, su cui vengono aggiunti anche dei semi di sesamo o di papavero.
 La Brizza, nata in un'osteria della Bassa Franconia a cavallo del 1800 e 1900, si accompagna a formaggi molli di vario tipo e alle tipiche salsicce bianche di carne e di suino. A differenza della Flammkuchen, la Brizza ha una particolare forma ad anello che la rimanda ai Bretzel tipici della Bassa Franconia e di tutta la Germania.

Suggerimenti

Per cucinare un'ottima Flammkuchen, è importante puntare sugli ingredienti che devono essere realizzati ad arte.

Oltre all'impasto che è molto semplice da preparare, uno degli elementi base che salta subito all'occhio è la crème fraîche, un prodotto difficile da recuperare qui in Italia in un comune supermercato, o in un negozio di alimentari.

Potete affidarvi a uno shop online di prodotti francesi o americani (la crème fraîche è anche chiamata sour cream negli Usa ed è una preparazione molto diffusa nei cibi salati e nelle cheesecake).

Oppure, potete realizzare dell'ottima crème fraîche in casa, una versione casalinga della panna acida fai da te. Vi basterà unire nella panna da cucina qualche cucchiaino di succo di limone, e il gioco è fatto. Oppure, potete realizzare la crème fraîche lavorando con una spatola la panna da cucina, un goccio di latte e dello yogurt bianco greco.

Per la realizzazione della Flammkuchen alsaziana, noi vi consigliamo di aggiungere alla farcia lo Speck Selezione Egidio Galbani a listarelle, oppure la Pancetta a Cubetti Galbani sempre nella comoda vaschetta già pronta all'uso. Per la preparazione della crème fraîche, potete utilizzare lo Yogurt Bianco Magro Galbani Santa Lucia per aggiungere quel sentore acidulo, molto simile alla versione greca.

Curiosità

La Flammkuchen è un tipico piatto rurale della campagna alsaziana, realizzato con ingredienti umili come acqua e farina per l'impasto della focaccia, e quello che si recuperava dalla stalla, come pancetta e carne di maiale, unite all'ortaggio povero per eccellenza, la cipolla.

Da questo mix di cibi nasce una preparazione eccellente di quei posti montani, una pizza tipica golosa e invitante che incontra il gusto di grandi e piccini*.
 Infatti, la Flammkuchen è molto apprezzata dai bambini durante la merenda.

Da cosa deriva il nome di questa focaccia tipica dei territori fra Germania e Francia?

Ne troviamo una citazione nel romanzo "Grand Prix" di Martin Walker: la Flammkuchen viene chiamata anche torta fiammeggiante,o tart flambée in francese, poiché anticamente era cotta su un forno a legna, a temperature molto elevate.

Prima del 1960, periodo in cui diviene una vera specialità servita nei ristoranti di Strasburgo, la Flammkuchen è un pane rurale, preparato dai contadini dell'Alsazia ogni tre mesi e in occasione delle vacanze.

Ancora oggi, in questi posti magici, si rivivono questi usi e costumi durante le feste di paese, in cui la principale attrazione è la cottura di questa magica focaccia direttamente sulle braci.

Se volete riproporre la Flammkuchen nella vostra cucina i segreti del mestiere sono questi: ingredienti umili e gustosi, e la fiamma viva della padella o della griglia del barbecue, su cui passare la focaccia velocemente.

Prova anche

Scopri di più