Come fare il pane arabo

Galbani
Galbani
Come fare il pane arabo
Un pane morbido e schiacciato che arriva dai paesi arabi e che ha conquistato i banconi delle nostre panetterie, le cucine dei nostri pub e ristoranti e che da oggi voi imparerete a preparare tra le pareti della vostra cucina. In questa sezione vi daremo suggerimenti facili su come preparare il vero pane arabo, su come ottenerlo soffice come da ricetta tipica, su come farlo sottile e, per chi preferisce non utilizzare il lievito, vi insegneremo anche come prepararlo senza questo ingrediente. In genere viene cotto al forno, ma oggi vi diremo anche come prepararlo in padella.

Come si fa il vero pane arabo

Come si fa il vero pane arabo Il pane arabo è un pane dalle origini lontane, senza crosta, non croccante, con una forma schiacciata ed è molto morbido.

Per preparare il vero pane arabo, vi serviranno pochissimi ingredienti, sempre di facile reperibilità nelle cucine di tutti. Quindi non avete scuse, misuratevi con una preparazione che siete soliti gustare come street food con un buon kebab e fate assaggiare ai vostri amici il vostro pane arabo fatto in casa.

Vi serviranno: 1 cubetto di lievito di birra; 500 g di farina 00; sale; acqua; zucchero.

Per prima cosa, versate in una ciotola 50 ml di acqua tiepida, sbriciolate il lievito e scioglietelo aggiungendo ½ cucchiaino di zucchero. Mescolate con un cucchiaio e, una volta che il lievito si è sciolto completamente, aggiungete 50 g di farina setacciata. Mescolate con una forchetta e continuate con le mani. Una volta ottenuto un piccolo panetto, lasciate lievitare per 1 ora circa. Una volta trascorso il tempo necessario, versate in un’altra ciotola il resto della farina, aggiungete un pizzico di sale e sistemate al centro il vostro panetto che, nel frattempo, sarà lievitato. Cominciate ad amalgamare gli ingredienti e versate a filo 350 ml di acqua tiepida. Una volta che l’impasto è quasi pronto, trasferitelo su una spianatoia infarinata e lavoratelo energicamente con le mani, sbattendolo sul piano più volte. Dovrete ottenere un impasto liscio ed elastico. Non aggiungete altra farina se lo trovate particolarmente appiccicoso perché è così che deve risultare. Formate una palla, rimettetela nella ciotola e copritela con un canovaccio di lino inumidito oppure con la pellicola trasparente. Trasferite la ciotola nel forno spento e preriscaldato a 40°, poi lasciate lievitare la palla di impasto per circa 1 ora, lasciando solo la luce di cortesia accesa. Quando la pasta ha raddoppiato il suo volume, rimettetela sul piano di lavoro e lavoratela velocemente con le mani per qualche secondo. Aiutandovi con una spatola da cucina, dividetela in otto parti uguali, formate delle palline lavorandole con le mani e schiacciatele sul piano infarinato con la punta delle dita fino a raggiungere uno spessore di circa 1 cm. Dovrete ottenere dei dischi dalla forma uguale e dal diametro di circa 15 cm. Rivestite una teglia con la carta da forno e prima di sistemarvi i dischi, lasciate che si riscaldi in forno alla massima temperatura. Una volta che la teglia è calda, prendetela con un guanto da cucina e adagiatevi i dischi, distanziandoli l’uno dall'altro. Se necessario, infornerete due volte. Cuocete in forno caldo a 220° per circa 10 minuti. Attenzione, perché il vero pane arabo deve restare molto chiaro, quindi abbiate cura di controllare a vista la cottura e di sfornare i panini in tempo.

Come fare il pane arabo soffice

Come fare il pane arabo soffice Per ottenere un pane arabo soffice, potete utilizzare la farina Manitoba e aggiungere un po’ di acqua se il composto dovesse risultare troppo duro. Anche l’olio può rendere l’impasto più soffice e noi vi proponiamo una ricetta per ottenere in modo semplice e veloce panini davvero morbidi e gustosi, da poter servire ripieni di verdura, carne, salse e tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce.

Vi serviranno: 250 g di farina Manitoba; 150 g di farina 00; ½ cubetto di lievito di birra; 250 ml di acqua; 1 cucchiaino di zucchero; 1 pizzico di sale; 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva o olio di semi.

Nella ciotola di una planetaria, setacciate le farine e aggiungete il lievito sbriciolato, lo zucchero e il sale. Mescolate e versate a filo l’olio e l’acqua. Impastate bene e, una volta ottenuta una palla ben incordata al gancio, trasferitela su una spianatoia e lavoratela per altri cinque minuti, fino a che non sarà liscio e omogeneo. Mettete la palla di impasto in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente e fate cominciare la lievitazione in un luogo asciutto e lontano da spifferi. Noi vi consigliamo sempre di utilizzare il forno come luogo d’elezione per una lievitazione ottimale: accendetelo e portatelo ad una temperatura di 40°, quindi spegnetelo, lasciate solo la luce di cortesia accesa e fate lievitare l’impasto per circa 2 ore. O fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. A questo punto dovrete procedere come di consueto e spostare l’impasto sul piano di lavoro, dividerlo in 6 o 8 palline, schiacciarle con le mani e ricavare dei dischi da lasciare lievitare coperti da un canovaccio per altri 40 minuti circa. Quindi trasferiteli su una teglia rivestita di carta da forno, dopo aver spennellato la superficie con un composto di olio e acqua, infornateli per circa 7 minuti a 220°.

Potete utilizzare anche il lievito madre che saprà assicurarvi un pane arabo soffice e gustoso. Vi serviranno: 500 g di farina Manitoba; 250 ml di acqua; 150 g di lievito madre; ½ cucchiaio di miele d’acacia; 1 cucchiaino di sale; un cucchiaio di semola; olio extravergine d’oliva.

Sciogliete in una ciotola la pasta madre con l’acqua e il miele, mescolate bene, quindi aggiungete la farina e il sale. Amalgamate gli ingredienti, trasferite il composto su un piano di lavoro infarinato e continuate ad impastare con le mani fino ad ottenere una palla liscia ed elastica. Ungete una ciotola con l’olio, adagiatevi l’impasto e lasciatelo riposare in un luogo asciutto (noi vi consigliamo sempre il forno) per circa 2 ore. Una volta trascorso questo tempo, dividete l’impasto in 5 o 6 palline, schiacciatele con le dita e formate dei dischi, facendo attenzione a non assottigliarle troppo. Sistemate su una teglia spolverizzata con un po’ di semola, cospargete con la semola anche la superficie, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare ancora per 1 ora.

Infornate a 220° per 7-8 minuti, sfornate i panini e dedicatevi alla loro farcitura. E a questo punto le idee per un ripieno sempre sfizioso proprio non mancano.

Se avete scelto di deliziare la vostra cena tra amici con un menù a base di verdure fatto di primi veloci e golosi stuzzichini, potete farcire i vostri panini con delle gustose fette di frittata di zucchine. Una preparazione semplice e veloce che abbinata al pane arabo verrà apprezzata da tutti.

Per gli amanti dei formaggi, un generoso strato di gorgonzola si sposerà benissimo con delle fettine di zucca fritta che potete anche accompagnare con una saporita ricotta di pecora.

Sfizioso e mai banale è il ripieno di salmone e patate. Vi basterà scottare un filetto di salmone, dividerlo a pezzetti e condirli con olio extravergine d’oliva e limone. Affettate sottilmente 2 patate medie, scottatele per 4-5 minuti in acqua bollente salata, scolatele e sistematele sulla base dei panini spalmate con un velo di maionese. Completate con il salmone, qualche grano di pepe rosa e servite.

Per gli amanti della carne, invece, oltre al classico kebab e all'insalata di stagione, potete scegliere una farcitura a base di arrosto di maiale. Se ve n’è avanzato un po’ dal pranzo della domenica, l’idea migliore per riutilizzarlo è quella di affettarlo il più sottilmente possibile e condirlo con olio extravergine d’oliva e limone. Tre o quattro fette in ciascun panino, un velo di maionese o una salsa a vostra scelta, 2 uova sode a fettine, qualche foglia di insalata e il gioco è fatto.

Se vi sono bambini* alla vostra tavola o volete preparare per loro una gustosa merenda, vi basterà riempire i panini con 2 o 3 fette di prosciutto cotto, aggiungere una fetta di formaggio, qualche fettina di pomodoro e il successo è assicurato.

Per i palati più raffinati che sono sempre alla ricerca di gusti nuovi da sperimentare, vi proponiamo di farcire il pane arabo con una buonissima farinata di ceci. Tagliatela a fettine, farcite i panini, spolverizzate con una macinata di pepe nero, qualche fettina di cipolla caramellata e servite.

*sopra i 3 anni

Come fare il pane arabo sottile

Come fare il pane arabo sottile Per ottenere un pane arabo che sia il più sottile possibile e che possa avvolgere bene gli ingredienti, dovete schiacciare bene le palline di impasto con le mani, allargarle delicatamente formando dei dischi e passare con un mattarello infarinato per stenderle in uno spessore che si assicuri il risultato cercato. Vista la presenza del lievito, il panino tenderà a gonfiarsi in forno, nonostante lo abbiate schiacciato con il mattarello, e per evitare che questo accada, dovete spennellare la superficie, aiutandovi con un pennello da cucina, con un po’ di acqua tiepida oppure con un composto in cui mescolerete olio extravergine d’oliva e latte.

Se invece preferite la pita di pane arabo più gonfia, potete prepararla anche con farina di grano duro o di semola, e per gli amanti del gusto più intenso, anche con diverse farine come la farina integrale o quella ai cereali. Non dovrete stenderla con il mattarello e non dovrete spennellarla con l’acqua. Una volta sfornata, potrete tagliarla a metà, aprire il panino e farcirlo a seconda del vostro gusto o dei gusti di famiglia o amici.

Sono perfetti per rallegrare il buffet di compleanno dei vostri bambini, insieme a pizze e focacce, deliziosi tra gli antipasti di una cena tra amici, veloci come spuntino, tagliati in piccole fette a forma di triangolo.

Come fare il pane arabo senza lievito

Come fare il pane arabo senza lievito Preparare il pane arabo senza utilizzare il lievito è possibile. In alternativa a questo ingrediente, infatti, potete ricorrere al bicarbonato. Un cucchiaino basterà per rendere il vostro impasto soffice e perfetto. Gli ingredienti per preparare il pane arabo senza lievito sono: 400 g di farina 00; 200 ml di acqua; 1 cucchiaino di sale; 1 cucchiaino di bicarbonato. Versate la farina a fontana su una spianatoia, formate un buco con il pugno della mano al centro e versatevi una parte dell’acqua. Cominciate a mescolare con una forchetta, quindi continuate con le mani, aggiungendo i cucchiaini di sale e bicarbonato insieme. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, mettetelo in una ciotola, copritelo con un canovaccio o con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in un luogo asciutto per mezz'ora. Una volta trascorso il tempo di riposo, dividetelo in 5 parti uguali con una spatola, formate delle palline con le mani e sistematele sul piano di lavoro infarinato, schiacciatele con le mani e formate dei dischi. Metteteli su una leccarda rivestita di carta da forno e infornateli a 220° per circa 7-8 minuti.

Come fare il pane arabo in padella

Come fare il pane arabo in padella Se finora abbiamo sempre proposto la cottura in forno del pane arabo, adesso vi suggeriamo come prepararlo cuocendolo in padella senza difficoltà. Per prima cosa, dovrete dotarvi di una padella antiaderente abbastanza capiente che vi permetterà una cottura uniforme e facilitata. L’impasto del pane arabo che potete cuocere in padella è lo stesso che utilizzate se optate per la cottura in forno. Stessi semplici ingredienti che formano un impasto liscio ed elastico che, stavolta, cuociamo senza accendere il forno. Può essere una valida alternativa se vi viene un’irresistibile voglia di preparare una cena a base di pane arabo farcito in mille modi ma siete in estate e fa troppo caldo per accendere il forno. Una volta che la lievitazione è terminata, dividete l’impasto in palline, schiacciatele con la punta delle mani su un piano di lavoro infarinato e copritele con un canovaccio. Nel frattempo, strofinate una padella antiaderente con un foglio di carta assorbente impregnato di olio extravergine d’oliva, fatela riscaldare e adagiatevi un disco alla volta. Aspettate che cominci a gonfiarsi, lasciate cuocere per un minuto e girate per continuare la cottura sull'altro lato. Il vostro pane arabo cotto in padella è pronto per essere farcito con tante idee diverse e diventare un gustoso stuzzichino, una cena completa o un aperitivo pieno di bontà. Potete anche utilizzare il pane arabo per arricchire un cestino del pane che volete rendere sfizioso con pezzi di pane azzimo, pane integrale, focaccia, pane ai cereali, pane alla farina di riso e quinoa o al sesamo.