GalbaninoPresenta

Torta di asparagi

Ricetta creata da Galbani
Torta di asparagi
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

La torta salata agli asparagi è l'ideale per un antipasto a buffet. Potete infatti prepararla con anticipo e servire poi al momento adatto. La sua preparazione è davvero semplice e può essere gustata tiepida o fredda.

Per la sua preparazione avrete bisogno di asparagi, pasta sfoglia, Galbanino, panna da cucina e uova. Come utensili invece vi occorrono una ciotola, una teglia o uno stampo, preferibilmente di forma circolare. In questa ricetta utilizzeremo la pasta sfoglia, ma se preferite questa torta può essere preparata anche con un rotolo di pasta brisèe.

Bastano davvero pochi ingredienti e un po' di fantasia per sfornare un piatto squisito e molto versatile. Infatti la torta salata agli asparagi è indicata sia per una cena organizzata, sia da mangiare il giorno dopo, per un pranzo al sacco, perché è pratica da portare fuori casa.

In questa ricetta inoltre non è previsto l'utilizzo di carne, cosa che la fa diventare adatta anche per chi segue una dieta vegetariana. La panna rende questo piatto davvero morbido e il contrasto tra il ripieno soffice e la pasta sfoglia croccante conquisterà proprio tutti.

Potrete aggiungere inoltre gli elementi che preferite, come ad esempio dello speck se volete un'alternativa di carne o invece del salmone affumicato, che ben si abbina al gusto degli asparagi.

Potete poi aggiungere al composto del ripieno le spezie che preferite, noi vi consigliamo pepe e noce moscata, ma anche il basilico è indicato.

Difficile
6
70 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 disco di pasta sfoglia fresca
  2. 1kg di asparagi
  3. 100g di Galbanino
  4. 200g di panna liquida fresca
  5. 2 uova
  6. noce moscata (a piacere)
  7. sale e pepe

Preparazione

Preparate gli ingredienti, si inizia!

01

Usando il pelapatate, spellate gli asparagi partendo da tre dita dalla punta quindi lavateli. Prendete ogni asparago tenendolo per le estremità e spezzatelo: il punto in cui si rompe divide la parte commestibile da quella fibrosa.

02

Tagliateli a tronchetti di tre o quattro cm e cuoceteli a vapore facendo attenzione a non cuocerli troppo. Quando sono pronti, allargateli su un doppio foglio di carta da cucina.

03

Accendete il forno portando il termostato a 200°C. Tagliate a cubetti il Galbanino. Battete le uova con la panna, sale, pepe e una grattatina di noce moscata. Sistemate la pasta sfoglia in una tortiera da crostate di misura adeguata lasciando sotto la carta da forno.

04

Coprite il fondo con il Galbanino tagliato a cubetti e sopra gli asparagi. Versate il miscuglio di uova e panna e mettete la tortiera nel forno già caldo, sistemando la griglia nella posizione più bassa.

05

Lasciate cuocere per circa 30 minuti e, quando sarà pronta, lasciate un po' intiepidire la torta prima di servirla.

Varianti

Se la pasta sfoglia non è per voi la base ideale, potete preparare questa ricetta scegliendo invece della pasta brisée. Quest'ultima risulta essere più compatta, rispetto alla sfoglia che è invece più friabile e formata da vari strati sovrapposti; entrambe comunque sono a base di burro.

Se invece volete variare un po' il ripieno, potete aggiungere dei pezzetti di speck, che è perfetto accompagnato con gli asparagi. In alternativa invece potete scegliere una verdura da usare come base del ripieno, come ad esempio le zucchine o i peperoni.

Se scegliete i peperoni provate a preparare una torta rustica ripiena. Mescolate insieme i peperoni cotti in padella, con uova, Galbanino, panna e parmigiano grattugiato. Versate il composto sulla base di sfoglia, e ricoprite poi la superficie con un altro rotolo di pasta sfoglia. Chiudete bene i bordi, aiutandovi con una forchetta e infornate in forno preriscaldato a 180° per almeno 20 minuti.

Per provare un ripieno diverso potete realizzare una torta salata ai broccoli . Qui il ripieno è preparato con la Certosa Galbani, il tocco in più è dato dal filetto di acciuga, mentre la nota piccante è donata dall'uso di un peperoncino. Se preferite un versione vegetariana evitate di aggiungere l'acciuga.

Se siete in cerca di altre alternative gustose con cui variare questa ricetta, allora provate a preparare la torta salata con patate. Le patate si abbinano molto bene al gusto del gorgonzola e il tutto è reso più cremoso dall'aggiunta di mezzo bicchiere di panna.

Per un'alternativa con carne invece potete provare la torta salata zucchine e speck, dal procedimento veloce ma dalla riuscita garantita. La ricotta Santa Lucia Galbani, abbinata con il Galbanino e le zucchine vi delizierà.

Buon appetito!   

Suggerimenti

Se volete che la vostra torta salata risulti ben dorata, non dimenticate di aggiungere sulla superficie, prima di infornare, un cucchiaio di olio extravergine d'oliva e una spolverizzata di parmigiano grattugiato: utile per la gratinatura. Cuocete il tutto, per qualche minuto,  impostando il forno sulla modalità grill. 

Quando utilizzate la pasta sfoglia, ricordatevi di bucherellare la base, così da evitare che questa si gonfi eccessivamente in forno.

Una delle cose migliori della torta salata è che può essere gustata anche fredda, senza però perdere il suo sapore e gusto irresistibile. In estate infatti sono l'ideali per una cena veloce e gustosa, possono essere preparate in anticipo e servite poi al momento adatto. Potete inoltre usarla per un pranzo al sacco, poiché è pratica da portare fuori casa.

Per un risultato ancora più goloso vi consigliamo di preparare una torta salata ripiena. Vi basterà ricoprire con un altro rotolo di sfoglia la torta che avete scelto. Per un risultato perfetto inoltre potete spennellare la superficie della torta con il rosso dell'uovo: sarà croccante e ben dorata!

Se volete arricchire invece questa preparazione con della carne, vi consigliamo di aggiungere dei pezzetti di speck o in alternativa della salsiccia sbriciolata; questi ingredienti infatti si abbinano bene con il gusto degli asparagi!

Curiosità

Già conosciuti in Egitto, si dice che gli asparagi furono introdotti in Italia dai Romani, che li consideravano un simbolo di forza virile. Vediamo nello specifico cosa sono.

Gli asparagi sono i germogli di una pianta erbacea, il periodo della raccolta di quelli selvatici va da marzo a giugno. La loro stagione è quindi la primavera e l'inizio dell'estate. Sono molto prelibati e la loro parte migliore sono appunto i germogli finali, ma anche i gambi possono essere utilizzati.

Ad esempio, se decidiamo di preparare un risotto agli asparagi, un tipico piatto della cucina italiana, possiamo preparare il brodo con cui cuocere il riso utilizzando proprio i gambi. Basterà tagliare la parte finale degli asparagi, lavarli e farli bollire insieme ad altre verdure, per preparare un brodo con cui cuocere poi il riso.

Esistono molte varietà di asparagi, se ne contano circa 300. La più conosciuta in Italia è quella verde, dal sapore dolce e dalla consistenza carnosa, ma ci sono anche gli asparagi bianchi, dal sapore più delicato, e quelli violetti, che si colorano per effetto della luce. Questi tipi di asparagi vengono coltivati, ma esiste anche l'asparago selvatico. Quest'ultimo è molto sottile, lungo e dal colore verde e uniforme.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche