Santa LuciaPresenta

Timballo di riso al forno con asparagi

Ricetta creata da Galbani
Timballo di riso al forno con asparagi
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Il timballo di riso al forno con asparagi è un piatto delizioso che entrerà nei vostri ricettari come ricetta per le grandi occasioni e come idea per il pranzo domenicale con amici e parenti.
La sua preparazione richiederà un po’ di tempo ma non ci sarà bisogno di svolgere azioni complicate.
Si potrà preparare in anticipo e il suo sapore sarà ugualmente squisito.
In questa ricetta utilizzeremo del riso Carnaroli che grazie al suo chicco lungo, sodo e capace di assorbire i condimenti senza scuocere manterrà sapore e consistenza. Per quanto riguarda il condimento, renderemo questo timballo di riso il re dei piatti primaverili grazie agli asparagi che con la loro delicatezza si sposeranno alla perfezione allo zafferano e ai cubetti di tenero formaggio Galbanino filante.

Infine, poco prima di infornare, per rendere davvero delizioso il timballo di riso, andremo ad aggiungere della mozzarella a fette sulla superficie che formerà uno strato sottile e croccante.

Vi proporremo delle versioni con variazioni per permettervi di sperimentare con il gusto durante tutte le stagioni e per darvi la possibilità di offrire ai vostri ospiti una versione di timballo di riso adatta ai diversi gusti. Vi racconteremo inoltre delle curiosità su questo piatto a base di ingredienti legati alla tradizione contadina che si sono arricchiti per diventare un piatto da re.

Siete pronti per cucinare il timballo di riso al forno con asparagi?
Non vi occorreranno strumenti particolari, vi sarà sufficiente una padella larga per la cottura del riso e uno stampo da ciambella (con il buco) da 24 cm di diametro.

Iniziamo!

Media
4
60 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 280 g di riso Carnaroli;
  2. 250 g di asparagi;
  3. ½ cipolla;
  4. ½ scalogno;
  5. 150 ml di panna liquida;
  6. 100 g di Galbanino;
  7. sale; pepe;
  8. olio extravergine d’oliva;
  9. 40 g di Burro Santa Lucia;
  10. 30 g di formaggio grattugiato;
  11. una bustina di zafferano;
  12. bordo vegetale;

Per la superficie

  1. 120 g di Santa Lucia Fette di Mozzarella

Preparazione

Cucinare il timballo di riso al forno con asparagi è semplice, dovrete solo seguire i nostri suggerimenti e siamo certi che porterete a tavola un piatto da chef.

01

Mettete a scaldare il brodo e nel frattempo pulite gli asparagi eliminando la parte dura. Tagliate i gambi a piccoli pezzi e lessate le punte per 3-4 minuti avendo cura che non si sfaldino.

02

Procedete ora ad affettare sottilmente la cipolla e lo scalogno e fate rosolare in una padella ampia con un filo d’olio extra vergine d’oliva. Aggiungete il riso e fatelo tostare per circa un minuto. Incorporate ora i gambi degli asparagi lasciando da parte le punte che vi serviranno per la decorazione.

03

Procedete alla cottura del riso aggiungendo il brodo un poco alla volta, lo zafferano, il sale. Quando la sua consistenza sarà cotta ma al dente, aggiungete la panna liquida, il burro e il formaggio grattugiato mescolando con cura e facendo mantecare.

04

Togliete la padella dal fuoco, aggiungete il Galbanino tagliato a piccoli cubetti e mescolate bene.

05

Imburrate lo stampo per la ciambella e versate al suo interno il composto a base di riso. Guarnite la superficie con le punte di asparago e adagiatevi delicatamente la mozzarella a fette.

06

Mettete a cuocere in forno a 190° per circa 10-15 minuti. Una volta sfornato lasciare raffreddare per 5 minuti e con l’aiuto di un piatto sformate il timballo.

Varianti

Se volete provare una versione super primaverile, aggiungete al riso in fase di cottura dei piselli di piccole dimensioni. La loro dolcezza si sposa infatti in maniera ottimale con il gusto degli asparagi e il loro colore verde brillante renderà il vostro timballo ancora più bello.

Volete provarne una versione con a base di carne? Aggiungete della salsiccia facendola rosolare insieme al riso, rilascerà un sapore intenso che si unirà alla perfezione a quello degli asparagi.

Gli amanti degli affettati troveranno il timballo di riso con asparagi ancora più gustoso se aggiungerete del Prosciutto Cotto Galbacotto a striscioline tagliate sottili. Per questa versione vi suggeriamo di incorporare il prosciutto non appena il riso sarà cotto subito dopo averlo tolto dal fuoco.

Siete amanti dei sapori decisi? Durante la fase di mantecatura, aggiungete al riso tre cucchiai di Gorgonzola D.O.P Gim Galbani o di Gorgonzola Dolcelatte e guarnite la superficie del timballo con qualche fettina di Salame Galbanetto. Il sapore sarà deciso e intenso, perfetto come piatto dal gusto ricco.

Per una versione particolarmente adatta alla stagione estiva, vi consigliamo di aggiungere delle zucchine tagliate a cubetti e dei pomodorini datterini che con il loro colore renderanno il timballo colorato e invitante.

Suggerimenti

Il timballo di riso al forno con asparagi appartiene alla categoria dei primi piatti ma può essere una valida alternativa da servire come piatto unico, ad esempio posizionandolo in un grande piatto da portata con verdure di stagione ad accompagnarlo.
Se volete stupire i vostri ospiti potete preparare una versione monoporzione. Vi basterà imburrare degli stampini da muffin, versare il risotto e infornarli. In questo modo, quando sarà trascorso il tempo di cottura necessario, potrete sformarli direttamente sui singoli piatti e offrire ai vostri commensali una versione raffinata del timballo agli asparagi.

Vi sembra troppo lunga come preparazione? Potete giocare d’anticipo per godervi la domenica senza dovervi svegliare all’alba ma presentando al tempo stesso ai vostri amici e famigliari una pietanza importante e ricca come questo timballo di riso. Potete preparare il risotto il giorno prima, versarlo nello stampo della ciambella ricordandovi di imburrarlo abbondantemente e lasciare raffreddare. Cuocetelo poi in forno il giorno successivo, vi sarà sufficiente prolungare i tempi di cottura di circa 7–8 minuti.


Il timballo di riso al forno con asparagi è un piatto che si presta per essere servito anche freddo durante un buffet o un aperitivo. Dopo averlo sfornato aspettate che raggiunga la temperatura ambiente e mettetelo in frigorifero. In questo modo si solidificherà, tagliatelo poi a fette e servitelo durante un pasto in piedi o una festa informale insieme ad altre idee sfiziose.

Curiosità

Il timballo di riso, seppur a base di un ingrediente che caratterizza le cucine del nord Italia, ha delle origini ben più distanti. Si hanno tracce di questo piatto in Sicilia dove oggi viene cucinato con succose melanzane e prende il nome di Timballo alla siciliana.
Storicamente è possibile però vedere le prime testimonianze di timballi e sformati a base di riso nei ricettari delle cucine di reali e nobili napoletani tra il Settecento e l'Ottocento.
Sembra infatti che questo piatto sia stato preparato per la prima volta da estrosi cuochi francesi che lavoravano alla corte del Re Borbone Ferdinando I per stupire la nobiltà napoletana con un piatto ricco e saporito. Il riso, infatti, era considerato come pietanza dallo scarso sapore e appartenente al mondo contadino e povero.
La nobiltà era abituata infatti a pietanze ben più complesse e saporite ma l’invenzione del timballo fece diventare il riso cucinato in questo modo una pietanza da servire durante feste e sfarzosi banchetti. La versione dell’epoca prevedeva un condimento a base di carne, frattaglie di selvaggina, uova, piselli e passata di pomodoro.

Siamo sicuri che in tutte le sue versioni, il timballo di riso sia buonissimo e vi invitiamo a sperimentare con il gusto provandone tante varianti come ad esempio quella ai 4 formaggi.

Prova anche

Scopri di più