Santa LuciaPresenta

Timballo abruzzese

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Mozzarella Santa Lucia
Mozzarella Santa Lucia
Vota
Media0

Presentazione

Quella del timballo abruzzese è una ricetta tipica della zona di Teramo, preparata tradizionalmente in occasione delle festività o delle occasioni speciali. Con una ricetta interamente fatta in casa, dalla preparazione della pasta alla cottura del sugo per il ripieno, seguendo i nostri consigli porterete in tavola i sapori ed i profumi di un’intera regione.

Detto anche timballo di scrippelle, questo piatto è una specie di lasagna, dove al posto delle sfoglie di pasta all'uovo ci sono delle semplici crêpes dorate, che alternano strati di ragù, polpettine e Mozzarella Santa Lucia. Alcune versioni prevedono anche l'aggiunta di carciofi, spinaci o piselli. In ogni caso, si tratta di una pietanza ricca e saporita, dalla consistenza morbida, cremosa e filante.

Il timballo teramano è perfetto per accontentare tutti i palati ed è un primo piatto adatto a tutta la famiglia. Per sperimentare un piatto nuovo, rivoluzionate il vostro pranzo domenicale portando in tavola un appetitoso timballo abruzzese: ne andranno ghiotti adulti e bambini*.

Siete curiosi di scoprire la ricetta? Prendiamo gli ingredienti e vediamo allora quali sono le fasi di preparazione per realizzare questo primo piatto buonissimo. E se volete rendere il vostro piatto ancora più cremoso, leggete il paragrafo delle curiosità e seguite i nostri consigli!

*sopra i 3 anni



Media
8
100 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per le crespelle:
  1. 10 uova
  2. 250 g di farina
  3. 250 ml di acqua
  4. 1 noce di Burro Santa Lucia Galbani
  5. sale q.b.

Per il condimento:
  1. 400 g di carne macinata (misto manzo e suino)
  2. 400 ml di salsa di pomodoro
  3. 250 g di Mozzarella Santa Lucia Galbani
  4. 1 uovo
  5. 40 g di parmigiano grattugiato
  6. 1 cipolla
  7. olio extravergine d'oliva q.b.
  8. sale q.b.

Preparazione

01
Per realizzare il timballo abruzzese, per prima cosa preparate le crespelle: sbattete le uova con un pizzico di sale, incorporate la farina setacciata e diluite con l'acqua, mescolando gli ingredienti nella terrina con una frusta fino ad ottenere un composto semiliquido. Al posto dell’acqua potete anche unire un po’ di latte nel composto per renderle più pastose. Coprite con della pellicola trasparente e riponete in frigorifero a riposare per 30 minuti.
02
Nel frattempo, in una ciotola, amalgamate la carne macinata con l'uovo, il parmigiano grattugiato e un pizzico di sale. Con le mani umide, prendete un pezzettino di impasto alla volta e modellate delle polpette piccolissime. Fate scaldare 2-3 cucchiai di olio e un mestolo di acqua in una padella antiaderente e rosolate le polpette.
03
Trascorso il tempo necessario, ungete un pentolino con il Burro Santa Lucia e cuocetevi le crespelle, versando un mestolo di pastella alla volta e lasciando dorare ognuna da entrambi i lati per 1 minuto o 2. Per creare la forma rotonda dovrete semplicemente girare il pentolino o la padellina facendo scorrere l’impasto, quindi, una volta che il primo lato è cotto, giratele aiutandovi con una spatola.
04
Quando le crespelle sono pronte, continuiate la preparazione del timballo e iniziate a cucinare il sugorosso, che servirà ad rendere gustoso il ripieno. In un tegame a parte, fate soffriggere la cipolla tritata con 2-3 cucchiai di olio, aggiungete la salsa di pomodoro, regolate di sale e lasciate cuocere per 15-20 minuti.
05
A questo punto, foderate di carta forno una teglia per lasagne e componete il timballo: cominciate con uno strato di crêpes sul fondo, coprite con la salsa, la Mozzarella Santa Lucia tagliata a dadini e le polpettine. Continuate ad alternare così gli strati fino ad esaurire gli ingredienti. Cuocete il timballo abruzzese inforno preriscaldato a 180° per 50-60 minuti. Lasciate intiepidire il timballo abruzzese prima di servirlo.

Curiosità

Solitamente quando si legge il termine "pasticcio" tra le ricette della cucina italiana, si pensa subito alle lasagne, preparate con fogli di pasta all’uovo ognuno intervallato da un ripieno rosso a base di sugo di carne, aromatizzato con pepe e noce moscata, formaggio e besciamella. Nella versione delle cucine abruzzesi, invece, di cui vi abbiamo parlato oggi, per la preparazione a strati vengono utilizzate le crespelle.

È possibile comunque creare delle versioni che uniscano le due preparazioni, prendendo i punti di forza, da una parte, dalla ricetta del timballo abruzzese e, dall’altra parte, dalla preparazione delle lasagne al ragù.

Potete infatti impreziosire il timballo abruzzese e renderlo più cremoso posizionando sulla superficie dell’ultimo strato di crespella, sopra la salsa di pomodoro, della besciamella, preparata con farina, Burro Santa Lucia Galbani, latte, noce moscata, sale e pepe. Terminate poi con una bella spolverizzata di formaggio grattugiato.

Se poi non avete gli ingredienti per la besciamella, ma non volete rinunciare a una cremosa copertura sfiziosa, mettete qualche pezzettino di burro, unendo poi del formaggio grattugiato, che donerà una croccante duratura al vostro timballo.

Altra variante è poi quella in cui si prevede l’utilizzo del ragù bianco, in cui la carne viene fatta rosolare e poi viene sfumata con del vino bianco.

Se volete portare in tavola un altro primo piatto della cucina abruzzese, abbiamo per voi un’altra preparazione in cui potete utilizzare le vostre crespelle: le scrippelle mbusse. In questa ricetta le crespelle vengono servite in un caldo brodo di carne o vegetale, come appunto recita il nome della preparazione. In questo caso le crêpes sono arrotolate e hanno un filante ripieno a base di formaggio.