Pitta n' chiusa

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

La pitta n' chiusa, chiamata anche pitta 'mpigliata, è un dolce tipico calabrese che si serve soprattutto in occasione della festa del Natale e consiste in una serie di rose di pasta sfoglia farcite di spezie e uvetta passa, ma anche di crema e di cioccolato fondente.

Il composto della farcitura può essere realizzato con tante varianti, ma gli ingredienti base rimangono un cucchiaino di cannella, miele, uva passa, pinoli e noci tritate. In questa ricetta serviremo la pitta 'chiusa con una crema al cioccolato e Certosa Galbani; in alternativa potete gustarla con la Ricotta Santa Lucia. La crema che realizzeremo in accompagnamento alla pitta n’chiusa potrà essere un’idea per una merenda, ma anche per un dolce a fine pasto ideale per un pranzo degno del miglior Natale. Scopriamo insieme come realizzare un'ottima pitta n' chiusa, perfetta per le feste e per portare in tavola un dolce allegro, scenografico e sfizioso.

Difficile
6
120 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 500 g di farina;
  • 100 g di zucchero;
  • 100 ml di olio extravergine d'oliva;
  • 100 ml di vino dolce tipo passito;
  • 1 cucchiaino di mandarinetto o di liquore di agrumi;
  • mezzo cucchiaino di chiodi di garofano;
  • un cucchiaino di cannella;
  • un cucchiaino di liquore all'anice;
  • 500 g di uvetta;
  • 100 g di noci tritate e una manciata di gherigli di noci per guarnire;
  • un cucchiaino abbondante di miele;
  • Certosa Galbani q.b.

Preparazione

La pitta n' chiusa, chiamata anche pitta 'mpigliata, è un dolce tipico calabrese che si serve soprattutto in occasione della festa del Natale e consiste in una serie di rose di pasta sfoglia farcite di spezie e uvetta passa, ma anche di crema e di cioccolato fondente.

01

La prima cosa da fare è lasciare ammollare l'uvetta nell'acqua tiepida per 10 minuti, in modo che si ammorbidisca per bene. Asciugatela con cura e unitela a tutti gli altri ingredienti per il

ripieno, all'interno di una ciotola: amalgamate per bene le noci tostate insieme all'uva passa e alle spezie, quindi lasciate riposare.

02

Nel frattempo realizzate la sfoglia: unite in una ciotola tutti i liquori e incorporate con calma la farina e lo zucchero, utilizzando una frusta elettrica. Cominciate a impastare con le mani finché non avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo.

03

Cominciate a realizzare le roselline con una striscia di impasto che andrete a stendere con il mattarello. Farcite con il ripieno e chiudete come fosse un fazzoletto, quindi date una forma rotonda, a rosa.

04

Disponete le rose nella teglia foderata da carta forno, in modo che rimangano vicine e non si aprano durante la cottura. Spennellate con l'olio e le spezie rimanenti, così da conferire un aspetto compatto e quella affumicatura color cioccolato in superficie.

05

Infornate a 180° per circa un'ora, in funzione ventilata. Trascorso il tempo, controllate con lo stecchino: se, inserendolo, esce umido, è ora di cuocere per ancora qualche minuto.

06

Sfornate la vostra pitta 'mpigliata, spennellatela col miele e guarnite con qualche gheriglio di noci e con una manciata di pinoli tostati.

07

Servitela con una crema ottenuta da cioccolato fuso e Certosa Galbani

Varianti

La pitta n' chiusa, o pitta 'mpigliata, è un dolce tipico calabrese che mantiene ingredienti base che si rispettano alla lettera, per ottenere l'antica ricetta. Ovviamente, è possibile cimentarsi in qualche variazione sul tema, speziando meno l'impasto o aggiungendo dell'ottima crema spalmabile al cioccolato o alla nocciola. In alternativa, potete realizzare una gustosa pitta 'mpigliata salata, con una farcia al formaggio: con i prodotti Galbani saprete di ottenere il successo che meritate! Sempre con i formaggi Galbani, come quello spalmabile o con la Ricotta Santa Lucia, potrete realizzare una prelibata crema alla nocciola e al cioccolato.

Giocate con le spezie che vi piacciono di più, come cannella, anice e chiodi di garofano: nella versione salata, potete sbizzarrirvi anche con paprika e peperoncino. Fra le versioni salate più celebri, è doveroso citare l'antica pitta calabrese con il foro in mezzo che si condisce con tanti ingredienti tipici della cucina regionale della Calabria: 'nduja, provola silana, peperoni e patate, soppressata, rape e salsiccia, capocollo. La pitta rustica calabrese è una specie di ciambella con il ripieno già inserito nell'impasto, mentre la pitta china è farcita con prodotti dell'orto, fra cui ortaggi, tuberi, verdure. Durante i pranzi in meridione, tipici per l'abbondanza che fa tanto festa, potete assaggiare anche le pitte chiuse accompagnate da ricottine, pomodorini, alici, olive nere, salamino, cipolle rosse di Tropea e le erbette aromatiche selvatiche. Infine, non può mancare la nostra versione qui presentata, quella dolce: si può trovare con il cioccolato fondente e con le spezie. Si consuma a Natale, soprattutto fra Catanzaro e Cosenza.

Suggerimenti

Per realizzare un'ottima pitta n' chiusa, è necessario avere una buona manualità nel comporre le rondelle: per ottenere il migliore risultato, vi consigliamo di farcire solo metà del fazzolettino di sfoglia, e di sigillare con cura con una spennellata di olio, spezie e miele. Potete anche optare per degli aromi al profumo di arancia e di agrumi. Una vera bontà per il palato a cui non saprete resistere.

Un altro consiglio che vi diamo è quello di legare l’impasto con dello spago alla base, in modo tale che le rose non possano staccarsi una volta terminata la cottura: lo potrete togliere una volta che la torta sarà sfornata.

Curiosità

La pitta n' chiusa, o pitta 'mpigliata, è un dolce tipico calabrese che mantiene ingredienti base che si rispettano alla lettera, per ottenere l'antica ricetta. Ovviamente, è possibile cimentarsi in qualche variazione sul tema, speziando meno l'impasto o aggiungendo dell'ottima crema spalmabile al cioccolato o alla nocciola. In alternativa, potete realizzare una gustosa pitta 'mpigliata salata, con una farcia al formaggio: con i prodotti Galbani saprete di ottenere il successo che meritate! Sempre con i formaggi Galbani, come quello spalmabile o con la Ricotta Santa Lucia, potrete realizzare una prelibata crema alla nocciola e al cioccolato.

Giocate con le spezie che vi piacciono di più, come cannella, anice e chiodi di garofano: nella versione salata, potete sbizzarrirvi anche con paprika e peperoncino. Fra le versioni salate più celebri, è doveroso citare l'antica pitta calabrese con il foro in mezzo che si condisce con tanti ingredienti tipici della cucina regionale della Calabria: 'nduja, provola silana, peperoni e patate, soppressata, rape e salsiccia, capocollo. La pitta rustica calabrese è una specie di ciambella con il ripieno già inserito nell'impasto, mentre la pitta china è farcita con prodotti dell'orto, fra cui ortaggi, tuberi, verdure. Durante i pranzi in meridione, tipici per l'abbondanza che fa tanto festa, potete assaggiare anche le pitte chiuse accompagnate da ricottine, pomodorini, alici, olive nere, salamino, cipolle rosse di Tropea e le erbette aromatiche selvatiche. Infine, non può mancare la nostra versione qui presentata, quella dolce: si può trovare con il cioccolato fondente e con le spezie. Si consuma a Natale, soprattutto fra Catanzaro e Cosenza.

Prova anche

Scopri di più