Prosciutto cottoPresenta

Insalata capricciosa

Ricetta creata da Insalata capricciosa
Insalata capricciosa
Vota
Media0

Presentazione

L'insalata capricciosa è un piatto adatto a tutte le stagioni, non può mancare sulla tavola nei giorni di festa ed è perfetto come antipasto o in un tramezzino: simile all'insalata russa perché a base di maionese e verdure, si differenzia per il taglio di quest'ultime a julienne, e non a tocchetti.
Inoltre, le varianti possibili per prepararla sono infinite: si può usare prosciutto e formaggio, ma anche pesce, sottaceti, capperi, insomma non ci sono limiti e non si rischia mai di essere fuori strada rispetto alla ricetta principale.

Facile
4
10 minuti
Raffreddamento: 1 ora
Vota
Media0

Ingredienti

Per l'insalata:

  1. sedano rapa 100 g;
  2. carote 100 g;
  3. Galbanino 50 g;
  4. Prosciutto Cotto Fetta Golosa Galbani 50 g;
  5. maionese 300 ml;
  6. aceto di vino bianco 1 cucchiaio;
  7. senape 1 cucchiaino;
  8. sale q.b.

Per la maionese:

  1. 4 tuorli;
  2. olio di semi 250 g;
  3. pepe nero q.b.;
  4. aceto di vino bianco 1 cucchiaino da té;
  5. succo di 1 limone;
  6. sale 1 cucchiaino;

Preparazione

Per prima cosa, se volete preparare la maionese voi stessi e non affidarvi a un prodotto confezionato, iniziate da questa e lasciatela riposare in frigo per almeno un'ora, affinché prenda corpo e sia più fredda.

01

Riponete i tuorli in una ciotola dai bordi alti, e versate già qualche goccia di succo di limone. Con uno sbattitore a fruste cominciate a rinvigorire i tuorli. Iniziate a versare lentamente l'olio, a più riprese, e riattivate le fruste: aspettate sempre che l'olio che avete aggiunto si sia già amalgamato ed eviterete di farla "impazzire"

02

Quando avrete messo circa la metà dell'olio a disposizione, terminate il resto del succo di limone con la stessa modalità lenta e a filo, continuando con lo sbattitore. A questo punto finite gli ingredienti: quello che avanza dell'olio, l'aceto, e aggiustate di sale secondo vostro gusto.

03

Spolverizzate un po' di pepe e usate le fruste fino all'assorbimento di tutte le componenti. La vostra maionese è pronta: mettetela in frigo per averla già fredda al momento di unirla agli altri ingredienti e accingetevi a preparare l'insalata capricciosa.

04

Lavate e pelate il sedano rapa e le carote e tagliateli finemente a julienne. Metteteli in una ciotola e versate l'aceto, aggiungendo anche il sale, poi tagliate a listelle il Galbanino e il Prosciutto Cotto Fetta Golosa Galbani e uniteli alle verdure.

05

Terminate il composto con la maionese e la senape e amalgamate alla perfezione il tutto:
lasciatela riposare in frigo un'ora circa, a meno che la maionese non sia già molto fredda: in questo caso, mezz'ora sarà sufficiente. La vostra insalata capricciosa è pronta per essere servita!

Varianti

Se vi piacciono le ricette totalmente a base di verdure, potete evitare di mettere il prosciutto e magari sostituirlo con un bel peperone rosso. Altrimenti potete preparare una maionese senza uova e non aggiungere nessun prodotto contenente ingredienti di origine animale.

Vi sembrerà insolito dover rimpiazzare le uova per la maionese, ma in realtà il latte di soia è perfetto per essere montato a frusta e sarà l'unico ingrediente che andrà cambiato nella vostra maionese. Per il resto, come abbiamo detto, sbizzarritevi con le verdure e soprattutto con gli acetelli: nel caso in cui li utilizzaste, evitate di inserire ulteriore aceto nella vostra ricetta, perché potrebbe risultare troppo agra al palato.

Suggerimenti

L'insalata capricciosa è particolarmente gustosa nei panini, ma soprattutto con i tramezzini.
Se volete sfruttarla per un aperitivo a buffet, potete spalmarla su del pane in cassetta, morbido e al latte, aggiungere una foglia di lattuga e tagliare in quattro parti l'intero, per ottenere delle golosissime tartine.

Essendo un piatto freddo è particolarmente indicato in estate e, per renderlo più nutriente, potete aggiungere del pollo freddo per arricchire la ricetta primaria.
Se in frigorifero avete del pollo avanzato precedentemente, sarà sufficiente ridurlo a tocchetti e aggiungerlo amalgamandolo con il resto: otterrete un'insalata fredda ed estiva che potrete sfruttare come piatto unico, se per esempio vi portate il pranzo in spiaggia.

Per tagliare le verdure a julienne ci sono degli strumenti appositi, tuttavia va bene anche un coltello molto affilato, purché il risultato sia quello di avere dei filamenti molto sottili, a fiammifero.

Inoltre, se vi piacciono gli antipasti da non dover scaldare, le ricette sfiziose e volete colpire i vostri ospiti in un giorno di festa, provate gli antipastini di fiori di zucca ripieni di Ricotta la leggera Santa Lucia, avrete un piatto dal gusto delicato che non andrà ad appesantire un pranzo che comporti molte portate.
Se invece amate particolarmente il Galbanino e vi piace sperimentare, potrete aggiungere al vostro menù le tartine di Galbanino e marmellata, di cui potrete apprezzarne i contrasti.
In un pranzo festivo non possono mancare i dolci e allora che dite di un bel tiramisù?

Curiosità

Vi siete mai chiesti da dove viene la locuzione 'verdure à la julienne'? Secondo alcuni comparirebbe per la prima volta in un libro di cucina francese all'inizio dell'Ottocento, tuttavia non si hanno prove concrete sulla provenienza di quest'espressione. Sembra che il nome derivi dallo chef Jean Julienne, il quale sarebbe stato il primo a proporre questo metodo per tagliare le verdure

L'insalata capricciosa invece è una tipica ricetta della cucina piemontese, anche se nel tempo è diventato un piatto immancabile sulle tavole di tutta Italia, nei giorni di festa. Per questo motivo ogni regione ha sviluppato la sua versione, contribuendo a una varietà pressoché infinita di gusti e colori.

Di fatto non esiste una ricetta di base unica e per convenzione si è deciso di dare come punto di partenza quella che vi abbiamo appena proposto: inizialmente, infatti, veniva composta con le verdure, il formaggio e i salumi avanzati in cascina e non si badava granché agli abbinamenti, secondo il motto per cui 'nulla va sprecato in cucina'.

Le diverse varianti regionali prevedono l'utilizzo di ingredienti tipici: in Emilia-Romagna, per esempio, mettono la mortadella al posto del prosciutto e sostituiscono la scamorza dolce con la toma. In Sicilia, al posto del prosciutto, si possono inserire dei gamberi freschi, creando così un'alternativa al 'cocktail di gamberi' e, sempre dal sud, arriva la versione col tonno in scatola.

Insomma, l'insalata capricciosa è una ricetta estremamente versatile e la differenza in realtà la farà la qualità degli ingredienti e soprattutto la bontà della maionese fatta in casa.

Prova anche

Scopri di più