Santa LuciaPresenta

Crema al tiramisù

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

La crema al tiramisù è ottima per farcire torte e dolci. Questa crema è molto più consistente rispetto a quella che prepariamo per fare il tradizionale tiramisù, infatti è adatta per farcire le torte ma altrettanto squisita per essere servita da sola, in bicchierini di vetro mono porzione, fredda e con qualche chicco di caffè ricoperto di cioccolato come decorazione.

Con questa preparazione stupirete tutti in occasione di un buffet. Nel periodo natalizio potrete preparare questa crema per farcire il pandoro o il panettone, avendo un gusto caratteristico di tiramisù. Inoltre, la crema al tiramisù si prepara molto velocemente e può essere uno squisito dessert se vi capitano a cena ospiti improvvisi.

Potete utilizzarla anche a colazione come crema da spalmare sul pane o sulle fette biscottate oppure come farcitura di dolci, ciambelle e torte di ogni tipo. Insomma, la nostra crema al tiramisù è un dessert goloso e molto versatile, si prepara in poco tempo ed è ideale per tantissime ricette dolci.

Unica raccomandazione: siccome si utilizzano uova crude, scegliete ingredienti freschi e di buona qualità. Prepareremo la crema al tiramisù usando il Mascarpone Santa Lucia.



Facile
4
15 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 200 g di Mascarpone Santa Lucia Galbani
  2. 2 cucchiai di zucchero
  3. 2 uova
  4. 1 tazzina di caffè ristretto

Preparazione

Prima di iniziare a preparare la ricetta, è importante adottare qualche piccolo accorgimento per avere il miglior risultato:

  • assicuratevi di tirar fuori dal frigo il Mascarpone Santa Lucia circa 30 minuti prima della preparazione;
  • assicuratevi che le uova siano a temperatura ambiente prima di iniziare la preparazione.
01
Iniziate la preparazione della crema al tiramisù montando i tuorli con lo zucchero. Prendete una ciotola e rompete le uova separando i tuorli dagli albumi e mettendo da parte questi ultimi.
02
Aggiungete lo zucchero e montate finché non saranno diventati chiari, gonfi e spumosi. Incorporate il Mascarpone Santa Lucia e la tazzina di caffè.Montate a neve ben ferma gli albumi e aggiungeteli alla crema delicatamente, con movimenti dal basso verso l’alto stando attenti a non smontare il composto.
03
Mettete la vostra crema al tiramisù in frigo per almeno un’ora, dopodiché servite in coppette mono porzione, con una spolverata di cacao amaroin polvere o con qualche chicco di caffè al cioccolatofondente.
04
Usatela per farcire torte e dolci secondo i vostri gusti.

Varianti

Se volete rendere questo dessert ancora più squisito, vi consigliamo di gustare la vostra crema al tiramisù con i savoiardi: tuffateli nella crema e assaporate il mix perfetto che nasce dall'incontro della delicata crema spumosa e il gusto morbido e friabile del biscotto.

Potete anche creare uno strato di biscotti sul fondo della coppetta, per richiamare il tipico tiramisù: potete utilizzare i biscotti che preferite: biscotti tipo pavesini o, per una versione ancora più golosa, i cookies americani. Immergeteli in una tazza con dentro latte e caffè: in questo modo li farete ammorbidire. Utilizzateli poi per formare la base della vostra coppetta. Ponete sopra la vostra crema al tiramisù e decorate con cacao amaro in polvere o con gocce di cioccolato fondente.

Una variante diversa è la crema alle fragole e mascarpone: il tiramisù alle fragole è un'alternativa molto delicata, perché quindi non provare anche la crema?

Per realizzarla, iniziate sempre montando i tuorli con lo zucchero finché non avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso. Poi aggiungete il Mascarpone Santa Lucia. Montate a neve anche gli albumi e aggiungeteli alla crema, sempre con moventi dal basso verso l'alto. Lavate le fragole e tagliatele a pezzetti. Alternate nella coppa uno strato di crema a uno di fragole.

Che dire invece della crema pasticcera al cucchiaio? In una casseruola, mescolate i tuorli con lo zucchero. Poco per volta, aggiungete la farina. Continuate a mescolare finché non otterrete un composto senza grumi. Aggiungete a poco a poco il latte, bollente, con un po' di vaniglia. Non superate la temperatura di 82°. Dopo averla fatta raffreddare, la vostra crema pasticcera è pronta per essere gustata!

Curiosità

Il tiramisù, oggi considerato uno dei dolci per eccellenza della cucina italiana, nasce a Treviso nel 1970. In origine, si trattava di una versione "povera", lo "sbatudin", preparato con tuorlo d'uovo e zucchero. Era il dolce che veniva servito soprattutto a bambini, anziani e persone in convalescenza.

In Veneto, c'era l'usanza di mangiare lo zabaione con la panna montata e con dei biscotti chiamati baicoli. Da questa usanza e dallo "sbatudin" nasce, nel 1970, il "Tiramesù" grazie allo chef Loly Linguanotto.

Nella prima versione il tiramisù era preparato con uova, mascarpone, savoiardi, zucchero, caffè e cacao. Nessun liquore, né pezzi di cioccolato, al suo interno. Il liquore più indicato, comunque, resta il Marsala, se lo si vuole aggiungere.

Il tiramisù si ispira anche ad altri dolci: la zuppa inglese (che contrariamente a quanto può sembrare, è un dolce italiano originario dell'Emilia Romagna), dolci bavaresi al cucchiaio. I savoiardi, poi, ricordano molto la charlotte francese, altro dolce che prevede l'utilizzo di questo tipo di biscotti, così come il dolce Torino, in cui, oltre ai savoiardi, troviamo tra gli ingredienti il cioccolato e l'alchermes o il Marsala.