Menù per una festa di laurea

Galbani
Galbani
Menù per una festa di laurea
La laurea è un traguardo importante da raggiungere nella vita, quindi una volta tagliato bisogna assolutamente festeggiarlo! Sia che scegliate di farlo a casa, con un aperitivo in famiglia e tra amici stretti, al ristorante o organizzando un pranzo o una cena in grande stile, eccovi comunque dei consigli e delle idee per una festa perfetta.

Leggete, allora, i nostri suggerimenti per preparare e allestire una fantastica festa di laurea e non perdetevi queste dritte, con tanto di ricette, su alcuni piatti da proporre agli invitati per divertirvi a festeggiare, ma anche per lasciarli a bocca aperta!

Come preparare una festa di laurea

Come preparare una festa di laurea Dopo anni di studi avete finalmente raggiunto il traguardo tanto atteso: la laurea. E una volta discussa la tesi, il pensiero va subito alla festa per celebrare l'evento insieme agli amici e alla propria famiglia. A meno che non si faccia con i soli familiari più stretti al ristorante, organizzare una festa di laurea comporta un po' di tempo per una buona riuscita. Occorre innanzitutto decidere chi si vuole invitare e, quindi, sapere il numero degli invitati per regolarsi con il cibo. Dopodiché bisogna pensare all'ambiente dove festeggiare, se fare la festa all'aperto oppure in un luogo chiuso, ovviamente anche in base alla stagione.

Spesso i festeggiamenti iniziano già il giorno stesso dopo la discussione della tesi, dal momento, cioè, in cui ci si reca al bar vicino all'università per offrire un prosecco accompagnato da una degustazione di finger food come tartine, piccoli tramezzini, salatini, olive, spicchi di pizza, focaccine, taglieri di formaggi e di salumi.

Dopo questi brevi festeggiamenti pensate alla festa in grande stile, fuori o dentro casa, pranzo o cena che sia. Se optate per la seconda, pensate allora a un buffet o a un aperitivo in casa oppure a un menù con quattro portate, dagli antipasti ai dolci. A seguire, dedicatevi agli addobbi, decorazioni e musica per rendere la vostra festa speciale. Gli addobbi tuttavia dovranno essere sobri e abbastanza raffinati con un tocco di rosso che è poi il colore della laurea. Così come i confetti, da scegliere appunto rossi e da mettere, se le vorrete, nelle eventuali bomboniere, ideate per ricordare questo genere di eventi.

Come apparecchiare la tavola per la festa di laurea

Come apparecchiare la tavola per la festa di laurea Dopo aver stilato l'elenco degli invitati e scelto il luogo in cui allestire la festa, pensate anche a come addobbare la tavola del buffet o i tavoli degli invitati in caso di cene a sedere. A uno stile pieno di colori e informale, tipico delle feste di compleanno, prediligete uno stile invece più essenziale ed elegante, evitando festoni e tovaglie con fantasie accese. Sì invece a palloncini rossi appuntati al tavolo e messi qua e là per la stanza. Anche il centro tavola, se vi piace, deve essere sobrio e richiamare il colore della laurea; la tovaglia è bene invece che sia bianca o di un colore neutro, mentre per piatti, posate e bicchieri potete variare tra carta, porcellana e vetro. Il sottopiatto, ad esempio, può essere in ceramica di un colore tenue, mentre il piatto e il tovagliolo, piegato o arrotolato e racchiuso da un nastrino di raso rosso, possono essere di una carta consistente o di altro materiale usa e getta ben spesso, scegliendo tra quelli che ci sono in commercio dalle forme e decori più raffinati. I bicchieri invece è bene che siano di vetro, tranne il flûte per lo spumante. Per le posate decidete voi; una volta fatta la prova apparecchiatura e accostati i vari generi e materiali, vedete se stanno bene di acciaio o dello stesso motivo e colore che avete scelto per i piatti usa e getta.

Menù a buffet per la festa di laurea

Menù a buffet per la festa di laurea Archiviato anche l'addobbo per la tavola, è ora di pensare alle pietanze da mettere nel buffet, così da spilluzzicare del cibo via via durante la serata ed essere liberi di scegliere cosa e quanto mangiare. Partiamo da un piatto rustico come possono essere le torte salate, da preparare con la pasta sfoglia, la pasta della pizza o la pasta brisé, e da farcire con formaggi, carne o pesce e varie verdure, quali zucchine, radicchio, porri, cipolle. Portatele poi nel tavolo del buffet tagliate a quadratini, così da mangiarle facilmente con le mani.

Sfiziose anche le pizze mignon realizzate con la pasta sfoglia ai gusti margherita, solo pomodoro, acciughe, capperi e pomodoro. E sempre con la pasta sfoglia sono da assaggiare i vol-au-vent ripieni, tra i più richiesti i vol au vent gorgonzola e noci, al salmone, ai gamberetti, al prosciutto cotto e stracchino, alle olive nere, tonno, pomodorini e capperi, ai würstel, ai funghi e alla fonduta di formaggi. E se cercate vol-au-vent più ricercati mettete nel menù anche quelli farciti con asparagi e burro, mousse di mortadella, pere, formaggio e noci.

Accanto a questi invitanti cestini di pasta sfoglia, posizionate dei piccoli panini tondi all'olio farciti con crema di funghi e prosciutto cotto e verdure grigliate e affettati. E a proposito di quest'ultimi, dedicate un angolo tutto per loro in cui disporre dei bei vassoi di salame, prosciutto, coppa, finocchiona, magari decorati con frutta secca, come le noci, e accompagnati da fette di pane fragrante e grissini. A seguire una forma intera di formaggio e un cesto di baccelli, se la stagione lo permette. Qui ci sta bene anche lo spazio riservato ai vini, ma mettete a parte acqua e altre bevande.

Graditissimi sono i piatti a base di pesce come cozze gratinate con prezzemolo e pangrattato, il solito cocktail di gamberetti in salsa rosa, rivisitato con delle foglie di rucola, e dei crostoni di pane raffermo abbrustolito con sopra dei frutti di mare, quali cozze e vongole, con il loro sughetto di cottura.

Nel menù del buffet, se vi piacciono i ripieni, potete mettere anche le uova sode ripiene di tonno, i pomodorini, sempre farciti al tonno, e dei succulenti peperoni ripieni di ricotta. Queste sono pietanze che possono fare anche da secondi piatti, insieme a un carpaccio di fette sottili di tacchino arrosto condite con un filo di aceto balsamico. Terminate, infine, con l'angolo del fritto, da servire al momento, quando cioè sono arrivati tutti gli ospiti, che potranno così degustare, tra un prosecco e l'altro, una mozzarella fritta calda, un'oliva ascolana e qualche verdurina come zucchine, anelli di cipolla, carciofi e dei gustosi fiori di zucca rigorosamente fritti!

Antipasti per la festa di laurea

Antipasti per la festa di laurea Già tra i consigli per il buffet avete letto dei suggerimenti per preparare diversi piatti da servire come antipasto anche a tavola. Tuttavia, potete comporre un piatto pieno di sapori come una tartelletta sfiziosa ripiena di pancetta croccante e patate, dei piccoli muffin con ricotta, speck e pistacchi e una sfogliatina di parmigiano con dentro funghi porcini.

Per i muffin salati con ricotta, speck e pistacchi, soffici e gustosi da gustare appunto come antipasto, segnatevi subito la ricetta da eseguire con facilità in cucina. Per circa 10 muffin gli ingredienti sono: 130 g di ricotta, 1 cucchiaio di yogurt intero, 70 g di formaggio grattugiato, 150 g di speck tagliato in una sola fetta, 100 g di pistacchi, 2 uova a temperatura ambiente, 40 ml di olio di semi, 200 g di farina, mezza bustina di lievito per preparazioni salate, 1 pizzico di sale e di pepe, olio d'oliva e farina per gli stampi.

Per la preparazione dei muffin, prendete la fetta di speck, tagliatela a dadini e tritate poi i pistacchi. In una ciotola mettete le uova con la ricotta, lo yogurt, il formaggio grattugiato, l’olio di semi, un pizzico di sale e di pepe. Mescolate per bene e unite la farina con il lievito. Amalgamate il tutto in maniera uniforme e versate il composto nei pirottini per i muffin, leggermente imburrati e infarinati. Dovrete riempire i pirottini meno della metà. Cospargeteli con dei dadini di speck e un po' di trito di pistacchi e metteteli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Appena saranno cotti, toglieteli dal forno e fateli raffreddare, ricordandovi però di rimetterli un po' in forno prima di servirli per gustarli belli caldi e morbidi.

In alternativa alla composizione con tartellette, muffin e sfoglie di parmigiano, preparate un piatto con soli involtini di verdure grigliate, come zucchine e melanzane farcite con formaggi cremosi ed erbe aromatiche, e fagottini di asparagi avvolti da una fetta di prosciutto crudo e legati con una striscia di pasta sfoglia.

Primi piatti per la festa di laurea

Primi piatti per la festa di laurea I primi piatti, così come gli antipasti, sono i veri protagonisti dei menù delle feste. Eccovi allora due ricette di primi, a scelta tra un risotto e una pasta, con cui prendere i vostri invitati per la gola. Per il cucinare il riso, potete scegliere il pesce e realizzare un risotto alla crema di scampi. Mentre tra le tante ricette di pasta che si cucinano in queste occasioni, segnatevi questo primo semplice ma dal sapore mediterraneo che piace sempre a tutti: i ravioli ripieni di mozzarella di bufala con pomodorini e basilico.

Per preparare questo gustoso primo piatto, di seguito troverete le dosi per 4 porzioni di pasta, da regolare poi in base al numero degli invitati. Preparate la sfoglia con 400 g di farina, 4 uova a temperatura ambiente e un pizzico di sale, disponendo la farina a fontana con le uova al centro e impastando con le mani. Fate riposare il panetto di pasta coperto per 30 minuti e stendetelo poi ottenendo una sfoglia sottile. Se però non avete tempo per fare tutto questo, procuratevi una confezione di sfoglia per lasagne già pronta, sbollentatela per 1 minuto in acqua bollente salata e stendetela su un canovaccio.

Adesso occupatevi del ripieno, perciò aprite 2 mozzarelle di bufala, tritatele finemente e fatele sgocciolare bene. Lavate anche 6 g di basilico, tagliatelo e asciugatelo. Unite i due ingredienti in una ciotola e aggiungete 1 cucchiaio di formaggio grattugiato e mescolate bene. Riprendete la sfoglia e su una metà, disponete dei mucchietti di ripieno distanziati tra di loro. Ripiegate la sfoglia, premete delicatamente con le dita per far uscire l’aria e con l'apposita rotella ritagliate i ravioli. Una volta terminati, metteteli in dei vassoi e infarinateli un po’.

In una padella preparate il condimento facendo rosolare 1 spicchio d'aglio in 4 cucchiai di olio d'oliva. Togliete l'aglio e aggiungete 15 pomodori ciliegini affettati in quattro spicchi. Fateli cuocere per 5 minuti e aggiungete 6 foglie di basilico e 1 cucchiaino di foglioline di origano o timo sminuzzate. Aggiustate di sale e spegnete il fuoco. In una pentola con acqua bollente salata e un filo d’olio fate cuocere i ravioli per 3 minuti. Scolateli e versateli in padella con il loro condimento. Ripassateli per qualche minuto e la vostra ricetta sarà pronta.

Secondi piatti per la festa di laurea

Secondi piatti per la festa di laurea Tra i secondi piatti per la festa di laurea, come per i primi, vi suggeriamo sia un piatto di pesce che un piatto di carne, molto semplici ma allo stesso tempo insoliti e dai gusti delicati. Per il pesce, perché non proponete ai vostri ospiti una grigliata? Un trittico, composto da pesce spada, gamberoni e calamari, da fare alla griglia e da accompagnare con contorni come delle patate al forno e un tortino di zucchine.

Un secondo di carne sfizioso, invece, è rappresentato dai medaglioni di maiale in crosta di nocciole e pancetta. Belli da vedere e molto gustosi, si realizzano con la carne di maiale, appunto, che si presta tra l'altro a essere cucinata in svariati modi. Vi occorrono, per 10-12 medaglioni, 1 kg di filetto di maiale, 10 o 12 fette sottili di pancetta, 100 g di nocciole, 100 g di pane raffermo, 1 tuorlo a temperatura ambiente, 3 rametti di rosmarino, 60 g di burro, 150 ml di panna, la buccia grattugiata di 1 arancia, olio, sale e pepe quanto bastano.

Cominciate dal preparare subito la crosta di nocciole, tritando la frutta secca e tostandola poi per pochi secondi in padella senza alcun condimento. Tritate anche gli aghi del rosmarino e grattugiate il pane raffermo. Mettete tutti i triti in una ciotola e aggiungete il burro, fatto ammorbidire a temperatura ambiente, e il tuorlo.
Amalgamate il tutto.

Passate ora alla carne. Prendete il filetto e tagliatelo in 10 o 12 fette, a seconda dello spessore che volete dargli. Disponete le fette in una teglia, leggermente oliata, e fatele dorare in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti. Prima di tirarle fuori, passate le fette di maiale sotto il grill per 1 minuto.

Estraete la carne dal forno, cingete ogni medaglione con una fetta di pancetta e, se ci riuscite, legatela con lo spago da cucina, altrimenti fermatela con uno stecchino. Poi spalmate su ogni medaglione un cucchiaino del composto con le nocciole e rimettete di nuovo la teglia sotto il grill per la gratinatura finale. Nel frattempo in un pentolino versate la panna e portatela a ebollizione. Aromatizzatela con la scorza di arancia. Aggiustate di sale e di pepe e versatela nei piatti su cui adagerete i medaglioni di maiale.

Dolci per la festa di laurea

Dolci per la festa di laurea Rettangolare, tonda, a piani, a forma di libro o di cappello di laurea, la torta è indubbiamente la regina della festa con cui stupire gli invitati. Quindi cosa c'è meglio di una millefoglie con crema chantilly e decorazioni di cioccolato o una crostata con crema pasticcera con sopra una bella composizione di frutta mista? Scelte entrambi azzeccatissime per l'occasione.

Oltre alla torta, tra i dessert in accompagnamento al caffè, sono graditi dei pasticcini mignon alla frutta, alla nocciola e al caffè oppure dei bicchierini con tiramisù e panna cotta ricoperta da più tipi di gelatina colorata. Scenografici sono anche gli spiedini di frutta con salsa di cioccolato.

Nei bicchierini c'è spazio poi pure per le mousse, tra cui una golosa mousse al gianduia. Se fa al caso vostro, queste sono le dosi per 10 bicchierini: 200 g di cioccolato alla gianduia, 80 g di latte scremato e 150 g di latte condensato, 300 ml di panna liquida da montare.

Spezzettate subito il cioccolato al gianduia e mettetelo in una ciotola. In un pentolino versate il latte scremato e quello condensato, accendete il fuoco e portate quasi a bollore. Quando comincerà a bollire, introducete i pezzetti di cioccolato e scioglietelo girando con un cucchiaio di legno. Spegnete il fuoco e frullate per ottenere una crema liscia e omogenea. Copritela con un foglio di pellicola trasparente e fatela raffreddare a temperatura ambiente per 20 minuti.

Nel frattempo montate a neve la panna con le fruste elettriche e con una spatola incorporatela delicatamente, dal basso verso l'alto, alla crema di gianduia facendo attenzione a non smontare la panna. Versate poi il composto nei bicchierini e mettete a rassodare in frigo per 30 minuti. Al momento di servire la mousse di gianduia, guarnite ciascun bicchierino con un biscotto.

Come organizzare una festa di laurea a casa

Come organizzare una festa di laurea a casa Se preferite organizzare un rinfresco intimo o un piccolo ricevimento da tenere in casa dopo la discussione della laurea, assicuratevi di avere lo spazio giusto e proporzionato al numero degli invitati e scegliete un angolo della casa accogliente e abbastanza ampio, in modo che gli ospiti possano muoversi e stare a proprio agio.

Per le decorazioni, il rosso è generalmente il colore simbolo della laurea, poi ogni indirizzo di laurea ne ha uno suo, ma, a prescindere da questo, potete decorare la casa nel modo che più vi piace senza però riempirla troppo e seguendo comunque un filo conduttore. Potete optare, ad esempio, per delle lanterne di carta che penzolano dal soffitto, in terrazza o in un altro spazio all'aperto, ma sarebbero ideali anche delle piccole ghirlande da applicare alle pareti vicino all'angolo dell'aperitivo. Come già detto, rimanete però sempre in tema di addobbi basilari, giocate semmai con i punti luce per avere un'atmosfera di festa più intima e colloquiale.

Per piatti, bicchieri e posate prediligete qualche servizio particolare che avete in casa; mentre se decidete di ricorrere ai piattini di carta, sceglieteli allora piccoli, da aperitivo e dallo stile raffinato. Poi pensate a cibi e bevande da offrire, optando per un aperitivo composto da stuzzichini misti e accostamenti di cibo particolari. Tenete a mente, infine, che anche nel caso in cui offriate solo un aperitivo, la torta, con qualche richiamo alla laurea, non deve comunque mancare a chiusura di serata e a coronamento dei festeggiamenti.

Aperitivo in casa per la festa di laurea

Aperitivo in casa per la festa di laurea Dopo tanta emozione sostenuta per la tesi di laurea, scaricatevi ora a preparare uno sfizioso aperitivo con cui festeggiare il vostro nuovo titolo di “dottore”. Dilettatevi a ideare cocktail, stuzzichini, frittini, bruschette, panini, frittate e torte salate. E se la festa consiste nel solo aperitivo, cercate di variare il più possibile e non di presentare solo poche sfiziosità e antipastini.

Lasciatevi quindi ispirare da plumcake salati alle zucchine, crocchette di patate, schiacciate di cipolla, rotolini di frittata, gazpacho di pomodoro, crackers con mousse di tonno, prosciutto cotto e salmone, diti di pasta sfoglia ai würstel e salsiccia, pizzette golose di sfoglia, panini di patate con pancetta, biscottini salati al formaggio, panzerottini ripieni di pomodoro e mozzarella e mini hamburger di pasta sfoglia con insalata russa.

Adesso avete tanti suggerimenti tra cui scegliere, restano solo da citare, per concludere con stile e fantasia, degli antipasti in bicchierini finger food con panzanella, riso freddo, bocconcini di ricotta, mozzarelline e pomodorini, melone e formaggio.