Come cucinare gli avanzi di natale

Galbani
Galbani
Come cucinare gli avanzi di natale
Durante le feste di Natale ci lasciamo prendere dall’entusiasmo e tendiamo a cucinare grandi quantità di cibo che, immancabilmente, avanza. Perciò, in questo articolo vi aiuteremo a capire come riutilizzarlo, evitando di buttare pietanze cucinate con amore e con fatica, per elaborare dei piatti diversi. In questo modo, oltre a risparmiare, eviterete di mangiare per interi pranzi e cene sempre gli stessi piatti e potrete elaborare nuove ricette. Armatevi di creatività e riuscirete a portate in tavola dei piatti originali, ancora una volta, utilizzando ciò che resta da antipasti, primi piatti, secondi piatti e anche dessert!

Avanzi di carne

carne Il cappone lesso è un grande classico della cucina di Natale. Ma cosa fare quando avanza? La risposta è molto semplice: delle simpatiche polpette, da friggere o cuocere in forno, per far contenti anche i bambini*. E' una ricetta semplice e veloce da seguire: tritate la carne con un mixer, aggiungete del pangrattato, del pane raffermo ammorbidito con il latte o l’acqua, un po’ di parmigiano e di pepe. Se il composto dovesse risultare troppo liquido aggiungete un po’ di pangrattato; se dovesse essere troppo sodo, aggiungete un uovo intero. Lavorate un po’ il composto e formate delle palline, schiacciatele leggermente e friggetele in abbondante olio oppure infornatele, disponendole in una teglia coperta con carta da forno e irrorandole con un filo di olio in superficie. Sono buonissime accompagnate anche da un semplice purè di patate.

Il pollo avanzato si presta a molte preparazioni (oltre alle polpette, che abbiamo già visto).
Si può aggiungere a un brodo vegetale per creare una zuppa, oppure utilizzarlo per condire riso e pasta, magari incorporando eventuali verdure avanzate.
Un’altra idea è quella di creare un’insalata corposa, un vero e proprio piatto unico. Basta aggiungere ingredienti a piacere, come: foglie di lattuga, olive denocciolate, formaggio, carote o uova e cubetti di pane tostato. Con una salsa fredda, come una maionese preparata in casa oppure una salsa allo yogurt, avrete un piatto totalmente nuovo, pronto per essere portato in tavola con entusiasmo.

Se sono avanzati altri tipi di carne, come ad esempio delle salsicce, realizzate un sugo corposo, con cui poter condire la pasta.

*sopra i 3 anni

Avanzi di pesce

pesce Anche il pesce avanzato dal cenone della Vigilia di Natale o di Capodanno può essere riciclato.
Il salmone si può cucinare in diversi modi: le polpette sono sempre la soluzione più ovvia e veloce, anche perché si è sempre sicuri di soddisfare tutti. Ma se tra gli ingredienti avanzati avete anche delle verdure grigliate (zucchine e melanzane), allora create delle girelle ricche di gusto. Prendete la verdura grigliata avanzata, sovrapponete una striscia di salmone e spalmate uno strato di formaggio spalmabile. Avvolgete il tutto e fissate con un apposito stecchino. Fresco e veloce!

Altri tipi di pesce e prodotti del mare avanzati durante le feste, come crostacei e molluschi, possono essere impiegati per una gustosa e simpatica paella, con riso, verdure e zafferano. In alternativa al riso potrete anche usare il cous cous, il farro o l'orzo.

Se ad avanzare è un tipo di pesce ricco di polpa, come il merluzzo o l’orata, allora potrete creare dei simpatici bastoncini. Anche in questo caso, si può decidere di cuocerli in forno o di friggerli. Basta compattare per bene la polpa, dare la classica forma di bastoncini, ripassarli nell’uovo leggermente sbattuto con una forchetta e poi nel pangrattato. Un’altra ricetta semplice, che farà felici i bambini*.

* sopra i 3 anni

Avanzi di verdura e legumi

verdure In frigorifero, durante questi giorni di festa, non possono mancare le uova e i formaggi. Oltre a essere indispensabili per creare il vostro menu, sono fondamentali per realizzare anche dei piatti usando gli avanzi.
Come delle semplici e veloci frittate, in cui potrete riciclare la verdura avanzata da antipasti e contorni, ma anche i formaggi, il prosciutto e il salame. Potrete così creare dei secondi nuovi, come la frittata con zucchine.

La torta salata è un’altra soluzione molto gustosa con cui poter smaltire gli avanzi, poiché, oltre alle verdure, possono avere un ripieno di affettati, patate, funghi e tanto altro. Può essere poi servita in tavola come antipasto, secondo o piatto unico.
Con le verdure avanzate si possono creare anche dei timballi di pasta o delle lasagne. E se per questa preparazione volete un’alternativa alla pasta, potete prepararle utilizzando il pane carasau avanzato.

Le lenticchie avanzate dalla cena di capodanno si possono riutilizzare per preparare dei burger vegetariani, molto facili da cucinare. La cottura può essere in padella con un filo d’olio (basterà cuocere qualche minuto per lato) oppure in forno.
Utilizzando un mixer è possibile frullare le lenticchie per ottenere un’ottima crema, che potrete utilizzare anche spalmata su delle fette di pane.

Riutilizzare la pasta, il riso e il risotto

riso La pasta già condita può essere riscaldata in forno, con aggiunta di formaggio e burro. Con una manciata di pangrattato in superficie potrete ottenere anche una gustosa e simpatica gratinatura.
Se prima di condire la pasta vi accorgete che le porzioni potrebbero essere fin troppo abbondanti, fermatevi e tenete un po’ da parte dopo averla scolata. In questo caso potrete preparare una gustosa frittata, aggiungendo qualche tocchetto di prosciutto cotto, un po’ di formaggio grattugiato e un pizzico di pepe e sale.

Anche il riso e il risotto si prestano molto bene al riciclo. Tra le ricette da provare ci sono gli arancini di riso, da completare con della salsa al pomodoro e un po’ di mozzarella per il cuore filante.
E perché non trasformare il vostro risotto in una torta salata? Bastano un rotolo di pasta sfoglia, pochi altri ingredienti (ovviamente selezionati tra gli avanzi) e il gioco è fatto!
Altro piatto unico da preparare durante una cena improvvisata in casa, magari quando ci si riunisce per i classici giochi delle feste natalizie, è lo sformato di riso. Come sempre, basta aggiungere un po’ di formaggio, qualche uova e delle verdure e il piatto è pronto per essere infornato.

Riciclare frutta e dolci

dolci Abbiamo visto, attraverso tante idee, come riciclare gli avanzi del pranzo, dagli antipasti fino ai secondi piatti. Stranamente, dal pranzo, a volte avanzano anche i dolci e la frutta.
Con questi alimenti è ugualmente possibile creare delle nuove ricette, per preparare dei facili dessert. Del resto è anche questa la bellezza della cucina: poter reinventare nuove pietanze, senza nessuna regola se non quella dei giusti accostamenti!

Se avete acquistato o vi hanno regalato qualche pandoro o panettone di troppo, tenetevi pronti per creare dei nuovi dolci al cucchiaio.
Uno di questi è il tiramisù, classico dolce della tradizione italiana, che si ottiene utilizzando il panettone o il pandoro al posto dei biscotti savoiardi. Realizzare questo gustoso dessert è molto semplice, basta intingere il dolce nel caffè e aggiungere uno strato di crema al mascarpone.

In alternativa, provate a frullare il pandoro con dei biscotti, aggiungeteli a un classico composto per torte ottenuto con uova, zucchero, farina, lievito, burro e latte. Qualche scaglia di cioccolato e via in forno, per ottenere una torta davvero particolare.

Per rendere ancora più felici i bambini*, provate a creare delle simpatiche praline di pandoro, che andrete poi a posizionare sugli appositi bastoncini per lecca lecca, molto simili ai classici cake pops.
Questa ricetta è davvero semplice, non occorre fare altro che impastare dei pezzi di pandoro sbriciolato con della crema di nocciole o con un po’ di marmellata, fino a ottenere la consistenza giusta per formare delle palline. Lasciatele riposare in frigo per qualche ora, affinché possano diventare più sode. Infilate gli stecchini e immergete le praline in una glassa al cioccolato, oppure nella granella di nocciole. Sono sfiziose e facili da preparare!

Per una merenda diversa, tostate le fette di pandoro (o di panettone) su una griglia, come se si trattasse di un vero toast. Spalmate un po’ di marmellata o di crema su una fetta e ricoprite con un’altra fetta di pandoro.

Un altro consiglio è quello di impiegare il panettone ormai già duro per preparare il “pain perdu”. Ammorbidite delle fette non troppo sottili in una miscela di latte, zucchero e cannella (dovranno essere morbide ma, allo stesso tempo, restare integre). In una ciotola, battete leggermente delle uova e ripassate le fette di panettone. In una padella, sciogliete una noce di burro e tostate le fette su entrambi i lati. Sono ottime accompagnate con una crema al mascarpone oppure con un velo di zucchero semolato in superficie.

Anche la frutta si può riciclare in molteplici modi: mele e pere sono ottime per le insalate, mentre gli agrumi di stagione possono essere utilizzati per creare delle marmellate. Fragole e frutti di bosco potranno essere impiegati in buonissime torte, mentre in generale la frutta tagliata a grossi tocchetti può essere utilizzata per degli spiedini molto gustosi.

*sopra i 3 anni

...il vino

vino È possibile riciclare anche il vino, quando dopo il pranzo di Natale avanzano delle bottiglie!
Ad esempio, potrà essere buono per cucinare, per sfumare cipolle e risotti; oppure, nel caso del vino bianco, per creare una pastella per fritture.