Come cucinare le banane

Galbani
Galbani
Come cucinare le banane
La banana è un gustoso frutto tropicale proveniente principalmente dall'America Centrale e dal Sud America, dall'Africa e dall'Asia. La dolcezza e la versatilità in cucina della sua polpa gialla sono celebri: è frequente, infatti, vederla utilizzata sia per la preparazione di semplici e golose macedonie di frutta che per la realizzazione di bevande alcoliche e analcoliche, ma anche per gelati, torte e dessert di ogni tipo, fino a costituire uno dei principali ingredienti di alcune gastronomie etniche, come la cucina africana. Scoprite con noi ricette e consigli per cucinarle al meglio!

Come cucinare le banane fritte

Come cucinare le banane fritte Per cucinare delle gustose banane fritte vi serviranno solo 15 minuti di tempo, abbondante olio per la frittura e alcune banane al giusto grado di maturazione. Si tratta di una ricetta molto semplice che vi consentirà di assaporare questo frutto in una crosta croccante e appetitosa perfetta per ogni occasione.

Per prepararle versate 200 g di farina su un vassoio e 300 g di pangrattato su un altro, poi sbattete in una ciotola 2 uova a temperatura ambiente insieme a un pizzico di sale. Sbucciate 5-6 banane, tagliatele a fettine sottili, passatele prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pangrattato, poi friggetele poche per volta in un tegame dai bordi alti in cui avrete fatto scaldare abbondante olio di semi. Una volta dorate su entrambi i lati, scolatele con un mestolo forato e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.

Adesso che sono pronte potete condirle con il sale e servirle come insolito contorno o stuzzichino finger food da aperitivo accanto a delle squisite chips al formaggio, oppure potete spolverizzarle con zucchero e cannella e gustarle a colazione sopra a un pancake, a merenda insieme a uno yogurt o come delizioso dessert di fine pasto. Se questa ricetta vi è piaciuta e amate in modo particolare il fritto, provate anche le frittelle di banane, una delizia fragrante e profumata che catturerà anche la ghiotta curiosità dei bambini*!

* sopra i 3 anni

Come cucinare le banane al forno

Come cucinare le banane al forno Cucinare le banane al forno è facile e veloce e se in più sono caramellate il tutto diventa anche estremamente goloso! Come ottenere questa dolce delizia? Fate sciogliere in una casseruola a fiamma bassa 5 cucchiai di zucchero di canna e, appena comincerà a caramellare, diluitelo con il succo di 1 arancia lasciandolo sul fuoco e mescolando finché non assumerà la consistenza di uno sciroppo. Nel frattempo sbucciate 5 banane mature, tagliatele a metà e irroratele con il succo di 1 limone. Sistematele in una teglia da forno imburrata, bagnatele con il caramello versato a filo e, se volete un tocco di croccantezza in più, cospargetele con 80 g di mandorle o di nocciole tritate finemente. Cuocetele in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti e servitele calde, magari accompagnate da un buon gelato fatto in casa o da una cremosa mousse alla banana, per un dessert a tema davvero sfizioso e originale!

Come cucinare le banane al microonde

Come cucinare le banane al microonde Avete i minuti contati ma non volete rinunciare a un buon dolce alla banana? Nessun problema, per fortuna esiste il microonde! Vi basterà mettere 50 g di burro in una tazza di ceramica o di un altro materiale adatto alla cottura in microonde, coprire con un piattino e cuocere alla massima potenza per circa 40 secondi o finché non sarà completamente fuso. Nel frattempo sbucciate 6 banane al giusto grado di maturazione e sistematele in un recipiente di vetro termico, spennellatene la superficie con il burro fuso, cospargetele con ½ bicchiere di zucchero e 1 cucchiaino di cannella in polvere e, infine, infornate il tutto alla massima potenza per 5 minuti.

Una preparazione alternativa può essere tagliare le banane a metà nel senso della lunghezza e irrorarle a piacere con miele, latte concentrato zuccherato, creme agrumate o la vostra confettura preferita, ad esempio una golosa marmellata di zenzero: le spezie, infatti, così come la frutta secca, si sposano meravigliosamente con le banane. Provare per credere!

Come cucinare le banane in padella

Come cucinare le banane in padella Volete provare a cucinare le banane in padella? Allora una delle ricette migliori che possiate sperimentare è sicuramente la banana flambé, una delizia particolare e di grande effetto, specialmente se realizzata direttamente davanti agli occhi dei commensali con il tipico fornellino chiamato "lampada"! Il procedimento della flambatura, divertente e scenografico, richiede poco tempo perché la banana, soprattutto se è già matura, non richiede una cottura prolungata. Che aspettate a provare?

Cominciate mettendo sul fuoco una padella antiaderente e fate sciogliere 100 g di zucchero a fiamma dolce. Quando inizierà a caramellare e a scurirsi, aggiungete 50 g di burro e, appena si sarà fuso, unite 4 banane sbucciate intere, facendo attenzione che non siano troppo mature, per un paio di minuti. Giratele delicatamente su entrambi i lati, poi aggiungete 1 cucchiaio di rum o di grappa e lasciate che il liquore prenda fuoco, inclinando leggermente la padella verso la fiamma. Cuocete le banane finché le fiamme non si saranno affievolite fino a sparire del tutto, poi toglietele dalla padella e mettetele da parte su un piatto. Nel caramello rimasto sul fondo della padella aggiungete il succo di 1 arancia e mescolate con un mestolo di legno, poi rimettete le banane in padella e cuocetele per altri 2 minuti su entrambi i lati. Ora che le banane sono cotte, tagliatele a fette o a rondelle, disponetele a spirale nei piatti da dessert dei vostri ospiti e irroratele con lo sciroppo caramellato all'arancia, magari insieme a una squisita crema al mascarpone d'accompagnamento. Un dessert perfetto per ogni stagione e occasione!

Come cucinare le banane al vapore

Come cucinare le banane al vapore La cottura a vapore delle banane consente di ottenere un piatto delizioso e dal gusto delicato. Per realizzarlo innanzitutto scegliete 2 banane non troppo mature, tagliatene le estremità senza togliere completamente la buccia e immergetele in una vaporiera o in una casseruola sopra una pentola piena d'acqua che bolle lentamente, così da rendere la cottura più omogenea. Fatele cuocere per circa 5 minuti, facendo attenzione che non si ammorbidiscano troppo, poi toglietele dal fuoco e lasciatele raffreddare. A questo punto sbucciatele e tagliatele a rondelle, rimuovendo tutti i filamenti e lasciandole da parte. In un pentolino amalgamate 80 g di zucchero con un pizzico di cannella e aggiungete a filo 100 ml di latte, continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi e portando il composto a ebollizione. Quando il latte comincerà ad addensarsi, abbassate la fiamma, aggiungete le banane a rondelle e cuocete per altri 2 minuti lasciandole mantecare. Una volta cotte, lasciatele intiepidire e gustatele da sole, irrorate dalla loro salsa, oppure usatele per preparare una golosa millefoglie alla frutta che conquisterà davvero tutti!

Come cucinare le banane alla griglia

Come cucinare le banane alla griglia Se non avete mai pensato che il vostro frutto tropicale preferito possa essere cotto anche alla griglia, è arrivato il momento di ricredervi e di provare anche questa tra le altre ricette con banane! Potete servire le banane grigliate da sole, nella loro semplicità, oppure, per un dessert totalmente a base di frutta, su un letto di crema alle fragole, come nella ricetta che vi presentiamo.

Lavate, tagliate a pezzi e frullate nel mixer circa 30 fragole insieme al succo spremuto di 1 limone e a 8 cucchiaini di zucchero, poi mettete la vostra crema a riposare in frigorifero. Nel frattempo in una ciotola mescolate 50 g di burro fuso insieme al succo di ½ limone e, se volete, a 20 ml di rum. Poi sbucciate 8 banane, tagliatele a metà nel senso della lunghezza e spennellatele con questa gustosa salsina.

Scaldate una piastra ondulata e, quando sarà ben calda, cominciate a grigliare le banane, non più di 2 minuti per ciascun lato. Dopodiché, una volta cotte, disponetele ancora calde su un vassoio sopra alla crema di fragole. Cercate idee sfiziose per arricchire il vostro piatto? Allora provate a completarlo con qualche fogliolina di menta o un trito di pinoli e gherigli di noce: non ve ne pentirete!

Come cucinare le banane al cioccolato

Come cucinare le banane al cioccolato Il sapore dolce e delicato della banana va a nozze con quello forte e avvolgente del cioccolato, soprattutto di quello fondente. Facile dunque sbizzarrirsi nella preparazione di dolci usando questi due fantastici alimenti, ad esempio rivisitando dei morbidi brownies al cioccolato con l'aggiunta di banane. Ma il dessert probabilmente più famoso in tutto il mondo con alla base questi ingredienti e il gelato è il banana split. Come si fa?

Cominciate tagliando per lungo 1 banana grande e matura al punto giusto, poi adagiate le due metà su un piatto da portata, meglio se stretto e lungo, e al centro posizionate 3 palline di gelato dei gusti che preferite, ad esempio una al cioccolato, una alla crema e una al mango. Ricoprite il tutto con 100 g di cioccolato fondente, che avrete fuso a bagnomaria o in microonde, e decorate con panna montata, granella di nocciole o di arachidi e ciliegie candite, una su ogni pallina di gelato. Il vostro dessert crudo è già pronto per essere servito e gustato, ma potrete realizzarlo giocando come volete con gli ingredienti, aggiungendoli, togliendoli o cambiandoli a piacimento. Con la sua esplosione di sapori e profumi, la banana split farà innamorare gradi e piccoli*!

* sopra i 3 anni

Come cucinare le banane al latte di cocco

Come cucinare le banane al latte di cocco La preparazione delle banane al latte di cocco, ricetta tipica della cucina etnica thailandese e una delle più semplici e veloci, è capace, con il suo gusto delicato e il suo sapore esotico, di farvi pensare alla bella stagione e alle spiagge tropicali anche quando fa freddo!

Per realizzare questa via di mezzo tra una bevanda e un dessert al cucchiaio vi basterà versare in un pentolino 100 ml di latte di cocco insieme a 1 cucchiaio di zucchero (meglio se di cocco) e a un pizzico di sale. Cuocete il composto a fuoco lento fino al bollore, poi unite le banane tagliate a rondelle e continuate la cottura per circa 3 minuti. Servite questa semplice bontà ancora calda in una coppetta da gelato, decorando magari con una spolverizata di farina di cocco e, per una nota golosa in più, con scaglie di cioccolato fondente. Sarà perfetta anche al posto del tè pomeridiano o per una merenda insolita e profumata accompagnata da biscotti di pasta frolla con uvetta o da muffin alla vaniglia.

Come fare un ciambellone alla banana

Come fare un ciambellone alla banana A colazione non sapete fare a meno di un soffice plumcake o di un morbido ciambellone? Allora dovete assolutamente provare anche la ciambella alle banane e cioccolato.

Realizzarla è semplicissimo. Scegliete 2 banane al giusto grado di maturazione, sbucciatele e schiacciatele con una forchetta. Sciogliete in un pentolino 130 g di burro e unitelo a 80 g di zucchero mescolando accuratamente, poi aggiungete 2 uova a temperatura ambiente e amalgamate con una frusta fino a ottenere un composto spumoso e omogeneo. In una ciotola setacciate 230 g di farina con 1 bustina di lievito per dolci, poi aggiungete il composto di uova, burro e zucchero, sempre mescolando, e infine le banane, 125 g di yogurt e 40 g di cioccolato fondente ridotto a scaglie. Imburrate e infarinate uno stampo circolare, versate il vostro impasto e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti. Una volta pronta, lasciate raffreddare la ciambella e spolverizzatela con zucchero a velo prima di portarla in tavola.

Come fare una torta rovesciata alla banana

Come fare una torta rovesciata alla banana Quando si parla di torta rovesciata probabilmente la prima cosa che vi viene in mente è la tipica tarte tatin alle mele o il dolce all'ananas, ma potete realizzare questa ricetta anche con le banane, certi di un risultato davvero goloso! Come fare?

Cominciate dall’impasto che farà da base al vostro dolce, lavorando in una ciotola 150 g di zucchero e 3 uova a temperatura ambiente. Mescolate con una frusta fino a formare una crema soffice e spumosa a cui dovrete aggiungere 180 g di yogurt alla banana, continuando poi a montare il composto. Unite 140 g di farina, 80 g di fecola di patate, 1 bustina di vanillina e 1 bustina di lievito vanigliato per dolci già setacciati per scongiurare la persistenza di grumi. Amalgamate bene con la frusta elettrica, poi dedicatevi al caramello. Mettete sul fuoco a fiamma dolce un pentolino con 50 ml di acqua e 150 g di zucchero e fate caramellare dolcemente, poi, quando sarà scuro, aggiungete 50 g di burro fuso.

Nel frattempo sbucciate 6 banane e tagliatele a fettine, poi disponetele accuratamente sul fondo di una tortiera imburrata di 24 cm di diametro fino a ricoprirla interamente e cospargete questo strato di banane con il caramello. Unite le fettine di banana avanzate al composto preparato in precedenza, mescolate bene e versate il tutto nella tortiera. Cuocete il dolce in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti e, una volta dorato, sfornatelo e fatelo intiepidire prima di capovolgerlo su un piatto da portata. La vostra torta rovesciata alle banane è pronta, non vi resta che servirla e gustarla. Buon appetito!