Come fare i waffle

Galbani
Galbani
Come fare i waffle
Il waffle, conosciuto anche come waffel o gaufre,, o la gaufre, è un dolce composto da una cialda che ha la particolarità di essere croccante all’esterno e morbida all'interno.

Si tratta di dolci cotti su piastre roventi che lasciano un tipico motivo a grata o a nido d’ape. Sono tipici di alcuni Paesi del Nord Europa ma anche in Italia abbiamo delle golosità molto simili, come le ferratelle abruzzesi.

In questo articolo vi insegneremo come preparare l’impasto per i waffle da cuocere con l’apposita cialdiera o in padella e vi diremo anche come cavarvela senza stampo. E poi, sapete che è possibile preparare anche i waffle salati?
Cominciamo.

Come fare l'impasto per i waffle

Come fare l'impasto per i waffle L’impasto per i waffle è molto semplice da realizzare: servono solo uova, farina, burro, latte, lievito, zucchero e vanillina (o vaniglia). Anche il procedimento non presenta particolari difficoltà: si lavorano leggermente le uova con una forchetta, si aggiunge il latte, il burro fuso, zucchero e il resto degli ingredienti.

L’impasto viene lasciato riposare per una trentina di minuti e poi si passa alla cottura nella cialdiera o in padella, come vedremo più avanti.

Si tratta di preparazioni tipiche del Centro e Nord Europa, ma anche in Italia ne abbiamo di simili: le ferratelle in Abruzzo, ovvero biscotti friabili, e i gofri torinesi, una variante salata che viene cotta su una piastra in ghisa e poi accompagnata con salumi e formaggi.
In alcuni paesi del resto d’Europa vengono ancora portate in tavola per la festa della Caldora e per il martedì grasso, un po’ come avviene con le crêpes.

Si pensi che in Belgio vengono anche donate agli sposi come buon augurio e che secondo la ricetta tipica di questo paese, l’impasto si prepara usando il lievito di birra, in modo da ottenere una consistenza morbida.
Oggi si prepara quasi ovunque usando il lievito istantaneo per dolci, che rende il procedimento più veloce e il risultato più croccante.
Tuttavia, se siete incuriositi dalla ricetta di Liegi vi basterà dare un’occhiata al paragrafo in cui vi diremo come fare i waffle morbidi.
Le diverse ricette hanno in comune l’accompagnamento: panna montata, cioccolato, miele, sciroppo d’acero, frutta (anche secca).
Insomma, decisamente una preparazione adatta alla colazione, ma anche alla merenda.
Vediamo quindi come realizzare i waffle farciti secondo la nostra ricetta.
Gli ingredienti per fare i waffle farciti per 6 persone sono: 1 cucchiaio di zucchero; 3 uova; 245 g di farina bianca setacciata; 1 cucchiaio di lievito per dolci; 1/2 cucchiaio di sale fino; 140 g di burro; 375 ml di latte.
La prima cosa da fare è lavorare le uova intere con lo zucchero. Quando avrete ottenuto un composto spumoso unite la farina setacciata con il lievito, il sale e il burro fuso (a bagnomaria o al microonde) e raffreddato.
Mescolate il composto e versate il latte a filo, ottenendo una pastella morbida.

È importante evitare la formazione di grumi: se lo ritenete necessario, usate una frusta a mano oppure passate il composto attraverso le maglie di un colino.
Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate riposare il composto in frigorifero per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, estraete la ciotola dal frigo e riscaldate la piastra.
Spennellatela con un po’ di burro fuso e versate un mestolo di pastella, quindi lasciatela cuocere per qualche minuto.
Se preferite avere una cialda più croccante, lasciatela cuocere un po' di più ma senza esagerare, altrimenti diventerebbe eccessivamente dura.
Adesso i vostri waffle sono pronti per essere farciti con pezzi di frutta, crema al cioccolato o alla nocciola, frutti di bosco o con una semplice spolverizzata di zucchero a velo.

Come si usa la macchina per fare i waffle

Come si usa la macchina per fare i waffle La macchina per i waffle è un piccolo elettrodomestico che vi consente di cuocere questi dolci mantenendo la loro tipica trama.
Occorre premettere che in commercio esistono diversi modelli con caratteristiche differenti: alcuni hanno una forma circolare e altri rettangolari; vi sono modelli che consentono di regolare la temperatura oppure di staccare le piastre per facilitare la pulizia. Inoltre, non tutte le piastre hanno le stesse spie di illuminazione ma in linea di massima possiamo consigliarvi di procedere in questo modo: dopo aver preparato la pastella riscaldate la piastra, probabilmente una spia luminosa vi indicherà quando l’apparecchio ha raggiunto la giusta temperatura.

È preferibile posizionare la cialdiera su un piano dritto e, poiché la pastella potrebbe fuoriuscire, inoltre è meglio sistemarla su un piatto o un tagliere, oppure su dei fogli di carta da forno o assorbente, in modo da non creare troppi pasticci nella vostra cucina.
Prima di versare la pastella, ricordate sempre di ungere le griglie: anche se queste sono realizzate già con materiale antiaderente, ricordarsi di questo piccolo accorgimento vi permetterà di sollevare i waffle senza romperli e di non perdere troppo tempo durante la pulizia.
Quando la piastra sarà pronta all’uso attenzione a non toccarla perché potreste scottarvi.
Qualche minuto dopo il collegamento della spina, quindi, la cialdiera sarà pronta per essere usata. Aprite il coperchio e versate un po’ di composto realizzato con la ricetta che preferite. Usate un mestolo o un cucchiaio per rendere le cose più semplici, e iniziate a colare la pastella prima al centro della parte più bassa poi, poco a poco, verso i bordi. Adesso, chiudete il coperchio e aspettate che avvenga la magia.
Probabilmente, potreste vedere del vapore fuoriuscire dalla cialdiera oppure il coperchio tenderà ad alzarsi per via della lievitazione del dolce o il composto potrebbe sporcare il piano (avete posizionato la carta come vi abbiamo consigliato, vero?): non preoccupatevi, è tutto sotto controllo.
Il vostro piccolo elettrodomestico potrebbe essere dotato di una spia che si accende o si spegne quando le cialde sono pronte; ma se non dovesse esserci nessun indicatore, in linea di massima possiamo dire che i waffles sono pronti quando vedrete la pastella sui bordi solidificarsi e diventare dorata.
Siete quindi pronti per sollevare il coperchio con cautela, perché se i waffle non sono ancora totalmente pronti potrebbero rompersi, quindi valutate se prelevarli con delicatezza o proseguire la cottura ancora per un po’.
Per prendere i dolci dalla cialdiera usate utensili che non graffino la superficie altrimenti danneggerete la macchina.
Se state preparando cialde per molte persone, probabilmente le prime che avete cucinato si potrebbero raffreddare mentre aspettate che tutte le altre siano pronte. Se questo dovesse essere il vostro caso, allora fate così: sistemate i waffle, man mano che sono pronti, su una teglia rivestita di carta da forno e riscaldateli in forno per qualche minuto, prima di servirli.

Come fare i waffle senza cialdiera

Come fare i waffle senza cialdiera Se in casa non avete la tipica cialdiera per cuocere i waffle, sappiate che vi sono dei piccoli trucchi per non rinunciare a questo piacere.

Certo, non otterrete la tipica trama a nido d’ape ma l’importante è poterli gustare.
La piastra per toast può essere una buona alternativa e se ci pensate il funzionamento è molto simile: basta ungere la piastra, versare un po’ di pastella nella parte bassa, richiudere e cuocere per qualche minuto.
Altrimenti, potreste optare per la cottura in forno: pensate che è possibile acquistare anche degli stampi in silicone che vi consentiranno di ottenere la tipica trama dei waffle ma senza rubare prezioso spazio in cucina con un altro elettrodomestico, benché di piccole dimensioni.

Per la cottura del waffle in forno, versate il composto nello stampo dopo averlo leggermente unto, dal centro verso l’esterno, e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.
Volete scoprire come cucinare i waffle in padella o senza stampo?
Continuate a leggere l’articolo e troverete altri consigli interessanti e utili.

Come fare i waffle in padella

Come fare i waffle in padella Cuocere i waffle in padella non è complicato, chiaramente dovrete rinunciare al piacere di quella trama particolare.

Mettete sul fuoco una padella di piccole dimensioni, ungetela leggermente in questo modo: prendete un tocchetto di burro con un foglio di carta assorbente e ripassatelo sul fondo della padella, in questo modo non vi sporcherete le mani e non userete troppo burro.
Versate quindi un po’ di composto con il mestolo, creato con la ricetta base che preferite, e lasciate cuocere.
Quando vedrete comparire delle bolle sulla superficie, provate a sollevare un po’ il dolce con delicatezza e usando una spatola: se il fondo è diventato dorato, quasi bruno, è arrivato il momento di girare il waffle e di proseguire la cottura sull’altro lato.
Un utensile molto pratico per cuocere queste cialde sul fornello è la doppia padella per frittate, perché tutto quello che dovrete fare è ribaltare la padella (ma senza girare il dolce con il rischio di romperlo).
Se invece volete che i vostri waffle non siano totalmente lisci, potreste usare una griglia.

Come fare i waffle senza stampo

Come fare i waffle senza stampo Per fare i waffle senza stampo e cialdiera potete scegliere la cottura in padella o su bistecchiera, come vi abbiamo spiegato nel paragrafo precedente.

Se preferite la cottura in forno, invece, avete diverse opzioni.
Ad esempio, se la vostra bistecchiera può essere usata anche per la cottura in forno usatela, perché vi aiuterà a ottenere quella trama, quindi rigirate il dolce a metà cottura, in modo che nessun lato risulti liscio.
Altrimenti, prendete una teglia e rivestitela di carta da forno. Versate il composto e lasciate cuocere in forno a 180° per circa 15-20 minuti.
Quando il dolce sarà pronto, tagliate le diverse porzioni e accompagnatele come preferite.
Inoltre, potreste usare anche una piastra per i toast. In questo caso il procedimento è davvero semplice: una volta imburrata la macchina versate la pastella e vedrete che si comporterà in modo analogo ad una cialdiera.

Come fare i waffle senza burro

Come fare i waffle senza burro Siete stati colti da un’improvvisa voglia di fare colazione con dei waffle farciti di creme o marmellata, oppure sono i vostri bambini* a reclamarli?
Fortunatamente, è possibile preparare anche i waffle senza burro ma non per questo meno gustosi. In questa nostra ricetta abbiamo adottato un trucchetto per rendere l’impasto soffice e delicato: abbiamo aggiunto la ricotta. Vi abbiamo convinti, vero? Vediamo allora la ricetta passo per passo.
Gli ingredienti per fare i waffle senza burro per 6 persone sono: 150 g di farina; 250 g di Ricotta Santa Lucia; 3 uova; 125 ml di latte; 40 ml di olio d'oliva; 50 g di zucchero; 1 cucchiaio di rum; la scorza grattugiata di 1 limone; 1 pizzico di sale; 1 bustina di lievito per dolci; zucchero a velo.
Per realizzare i waffle senza burro occorre prima di tutto separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve ferma. Riponete quindi gli albumi montati a riposare in frigorifero, coprendo la ciotola con pellicola trasparente.
Lavorate in un’altra terrina la ricotta con la scorza di limone e l’olio di oliva.
A questo punto, incorporate un tuorlo alla volta, poi la farina setacciata con il lievito, il latte a filo e il rum.
Amalgamate delicatamente gli ingredienti usando un cucchiaio o una spatola, quindi incorporate anche gli albumi, mescolando con calma dal basso verso l’alto per evitare che il composto possa sgonfiarsi.
Ora siete pronti per riscaldare la piastra per i waffle, ungetela leggermente e versate al centro un paio di cucchiai di pastella, quindi richiudete e lasciate cuocere per qualche minuto.

*sopra i 3 anni

Come fare i waffle croccanti

Come fare i waffle croccanti Vediamo adesso qualche consiglio per ottenere dei waffle croccanti all’esterno, ricordando però che al centro devono restare morbidi.

Uno dei trucchetti è sostituire una piccola percentuale di farina 00 con della farina di mais. Questo accorgimento farà in modo che il vapore che si forma durante la cottura non andrà ad intaccare la consistenza della cialda.
Se usate la cialdiera e vi accorgete che nonostante gli accorgimenti e le ricette già sperimentate da altre persone non riuscite a ottenere dei waffle croccanti, allora il problema potrebbe essere proprio il piccolo elettrodomestico. È infatti importante che la cialdiera faccia in modo che il dolce venga cotto in modo omogeneo e che, quindi, la pastella possa distribuirsi in modo uniforme sulle piastre roventi.
Un altro trucchetto è l’utilizzo di zucchero perlato, un ingrediente inusuale per la nostra pasticceria casalinga ma che trova largo impiego in quella belga.
Si tratta di una sorta di granella di zucchero (potrete infatti sostituirlo in questo modo) che consente di avere una caramellatura all’esterno, mentre il cuore resta soffice.

Come fare i waffle morbidi

Come fare i waffle morbidi Vi piacciono i waffle alti e soffici?
Abbiamo due ricette per voi: la prima arriva direttamente dalla città di Liegi, in Belgio, e al posto del lievito istantaneo per i dolci andremo a usare il lievito di birra; mentre nella seconda ricetta abbiamo aggiunto lo yogurt agli ingredienti per dare morbidezza all’impasto.
Tuttavia, se preferite seguire la ricetta classica, uno dei trucchi per fare i waffle morbidi è quello di dividere i tuorli dagli albumi, montando i secondi a neve ferma; aggiungere i bianchi dopo averli montati, aiuta il composto ad inglobare più aria (è un po’ quello che succede quando realizziamo un goloso soufflé al cioccolato), rendendolo voluminoso, tenero e non troppo denso.
Un altro segreto è la cottura che deve avvenire velocemente sia in padella che tra le piastre roventi.
Non sottovalutate neanche la dose di burro o di olio, perché vi aiuteranno ad avere una consistenza più soffice e, inoltre, eviteranno che i dolci si attacchino alla piastra.
La pastella deve inoltre essere liscia e omogenea, in grado di fluire tra le griglie della piastra ma gli ingredienti vanno lavorati lentamente, con dolcezza. Ci vorrà qualche minuto in più ma sarete soddisfatti del risultato.

Vediamo quindi come fare i waffle usando il lievito di birra. Gli ingredienti sono: 375 g di farina 00; 150 ml di latte tiepido; 25 g di lievito di birra; 2 uova + 1 tuorlo; 200 g di burro; 250 g di zucchero perlato (o granella di zucchero); un pizzico di sale; 1 bustina di vanillina.
Impastate tutti gli ingredienti ad eccezione del burro e dello zucchero. Potete fare questa operazione a mano o usando la planetaria.
Quando avrete ottenuto un composto liscio e tendenzialmente colloso ricoprite la ciotola con un canovaccio pulito e lasciate lievitare in forno per 45 minuti. Il consiglio che vi diamo è di riscaldare il forno al minimo mentre impastate gli ingredienti, per poi spegnerlo e lasciare solo la luce accesa in modo da ottenere una temperatura che si aggiri intorno ai 30°.
Trascorsa la fase di lievitazione prendete l’impasto, sgonfiatelo con le punte delle dita e aggiungete il burro e lo zucchero. Impastate bene, perché dovranno amalgamarsi con il resto dell’impasto.
Prelevate un po’ di composto e formate delle palline del peso di circa 70-80 g, mettetele su una teglia rivestita di carta da forno e lasciatele riposare in frigo per 15 minuti.
Adesso prendete la piastra per waffle, ungetela leggermente, riscaldatela e posizionate una pallina al centro, quindi stendetela con le dita (attenzione a non scottarvi). Chiudete la cialdiera e lasciate cuocere per 4 o 5 minuti.
Cercate di resistere alla tentazione di aprire l’apparecchio prima del previsto, altrimenti i dolcetti potrebbero rompersi al centro.

Ecco che il vostro waffle morbido è pronto per essere gustato con miele, marmellata, sciroppo d’acero, panna, gelato o con qualsiasi altro condimento goloso.

Andiamo adesso a realizzare i waffle morbidi aggiungendo lo yogurt agli ingredienti. Le dosi per una decina di dolcetti sono: 300 g di farina 00; 140 g di zucchero; 3 uova; 70 ml di olio di arachidi o mais; 150 g di yogurt intero bianco; 1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci.

Per realizzare i waffle morbidi allo yogurt prendete una ciotola capiente e setacciate la farina con il lievito.
In un altro contenitore lavorate lo zucchero con le uova e versate il composto gradualmente nella terrina con la farina, mescolando continuamente con una frusta.
Sempre mescolando, versate l’olio a filo e poi lo yogurt, un cucchiaio alla volta. Alla fine, dovrete ottenere una pastella liscia, omogenea.
Riscaldate la vostra piastra per waffle, ungetela con un po’ di olio e versate qualche cucchiaio di composto, richiudetela e lasciate cuocere per pochi minuti.
Estraete quindi i waffle appena pronti e accompagnateli come più preferite: ad esempio con fragole, nocciole, crema pasticcera o con una spolverizzata di cacao.

Come fare i waffle salati

Come fare i waffle salati Sapete che è possibile realizzare anche la versione salata dei waffle? Decisamente una scelta sfiziosa per uno spuntino diverso dal solito.

Veloci e facili da realizzare, una volta tagliati a piccoli pezzi possono anche diventare i veri divi di un antipasto finger food.
Nella nostra ricetta li abbiamo accompagnati con formaggi, salumi, verdure e con la salsa di senape ma voi potrete scegliere quello che preferite, sfruttando la vostra creatività o… quello che avete in frigo!
Gli ingredienti per realizzare i waffle salati per 4 persone sono: 300 g di farina 00; 2 uova; 300 ml di latte; 80 g di burro; 1 cucchiaino di sale; ½ bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate.

Per il ripieno abbiamo usato: 230 g di formaggio a pasta filata; 200 g di speck; 16 fette di melanzane grigliate; 1 pomodoro a fette; senape.

Lavorate in una ciotola capiente la farina setacciata e le uova, usando una frusta.
Mentre lavorate il composto unite il sale e il latte a filo.
Quando tutti i grumi saranno scomparsi, unite il burro fuso e il lievito. Coprite la ciotola con pellicola trasparente e lasciatela riposare per un’ora.
Trascorso questo tempo, riscaldate la piastra per i waffle, versate un mestolo di composto e lasciate cuocere per qualche minuto.
Quando le cialde saranno pronte, farcitele con una fetta di formaggio, una di speck, una di melanzana e il pomodoro. Quindi accompagnate con un velo di senape.
I waffle salati sono pronti: buoni, non è vero? Serviteli ben caldi, e se preferite sostituite la senape con la maionese.

Il nostro articolo finisce qui, ormai vi abbiamo svelato tutti i segreti per fare i waffle proprio come li desiderate: perfetti per una colazione in famiglia diversa dal solito, in cui potreste preparare anche omelette Villars, pancake e french toast per cominciare la giornata con delle delizie internazionali.