Santa LuciaPresenta

Tiramisù all’arancia

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

In questa pagina troverete la ricetta per realizzare il tiramisù all’arancia, un dessert molto goloso tra i cui ingredienti trova posto il Mascarpone Santa Lucia. Tra le varianti della tradizionale ricetta del tiramisù, quella al gusto di arancia è ideale per la stagione estiva, perché risulta al palato molto fresca e dissetante.

Media
4
15 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 250 g di Mascarpone Santa Lucia Galbani
  2. 2 cucchiai di zucchero
  3. 2 uova
  4. 4 arance
  5. 1 cucchiaino di cannella in polvere
  6. 4 bastoncini di cannella
  7. 2 cucchiai di sciroppo d'arancia
  8. 4 fette di pan di zenzero

Preparazione

Voglia di dolci al cucchiaio con arance? Provate la nostra originale ricetta del tiramisù in bicchiere.

Prima di iniziare a preparare la ricetta, è importante adottare qualche piccolo accorgimento per avere il miglior risultato:

  • assicuratevi di tirar fuori dal frigo il Mascarpone Santa Lucia circa 30 minuti prima della preparazione;
  • assicuratevi che le uova siano a temperatura ambiente prima di iniziare la preparazione.

01
Per preparare il tiramisù all'arancia sbucciate 3 arance, tagliate 8 fette fini quindi tagliate nuovamente in due parti ciascuna fettina. Tagliate l’ultima arancia in cubetti e lasciateli sgocciolare in uno scolapasta.
02
Separate gli albumi dai tuorli d’uova. Sbattete energicamente i tuorli delle uova assieme con lo zucchero fino a sbiancarli, poi incorporate il Mascarpone Santa Lucia, lo sciroppo d’arancia e la cannella in polvere. Incorporate delicatamente gli albumi delle uova montati a neve.
03
Componete in un bicchiere mettendo sul fondo una fetta di pane di zenzero, quindi disponete le fettine d’arancia sulle pareti del bicchiere o sull’esterno del piatto, collocate nel mezzo i cubetti di arancia ed infine coprire con la preparazione al mascarpone. Mettete in frigorifero per 12 ore.
04
Servite il vostro tiramisù all’arancia con uno spicchio d’arancia ed un bastoncino di cannella posati sopra il tutto, assieme con un pezzetto di pan di zenzero.

Varianti

Per una versione più classica del vostro tiramisù potete utilizzare dei savoiardi inzuppati nel succo d’arancia (allungatelo con dell’acqua se non è sufficiente) o nel caffè (mescolatelo in una ciotola con del latte). In alternativa, potreste usare anche una bagna con liquore all'arancia: se però trovate il suo sapore eccessivamente forte, diluitelo con un po' d'acqua.

Al composto di crema potete aggiungere altri ingredienti come gocce di cioccolato fondente o bianco, granella di pistacchi, amaretti sbriciolati o, in sostituzione agli albumi, della panna montata a neve ferma. Quest'ultima tecnica è perfetta per un veloce tiramisù all'arancia senza uova: dovrete solo mescolare con una frusta il mascarpone con zucchero, cannella e scorza d'arancia grattugiata.

Per una crema dal gusto inconfondibile potrete utilizzare anche della zucca tagliata a pezzetti, con cottura in forno a 180° per 30 minuti e poi frullata: amalgamatela in una terrina a delle dosi di yogurt, mascarpone o ricotta, aggiungete il gusto leggero del succo d'arancia per dare profumo e infine alternate lo strato di crema a quello dei biscotti all'interno di una pirofila o di bicchieri monoporzione.

Per quanto riguarda la decorazione, infine, potete guarnire il tiramisù all'arancia con una spolverizzata di cannella o di cacao amaro, con delle scaglie di cioccolato oppure con una manciata di frutta secca a piacere.

Volendo, potreste preparare senza difficoltà anche delle scorzette di arancia candita: pelate un'arancia con un pelapatate (avendo cura di non prelevare anche la parte bianca amara), tagliate la buccia a striscioline più o meno della stessa forma e fatele cuocere in un pentolino con acqua e zucchero per 30 minuti; trascorso questo tempo, prelevatele con una schiumarola e mettetele ad asciugare su una teglia foderata di carta forno; una volta fredde, immergetele a metà nel cioccolato fuso e utilizzatele per decorare la vostra porzione di tiramisù.

Curiosità

L’arancia è originaria della Cina e del Sud Est Asiatico; importata in Europa solo nel XIV secolo dai marinai portoghesi. Tuttavia alcuni testi risalenti al I secolo, parlano della sua coltivazione in Sicilia con il nome di melarancia.

La buccia dell’arancia è una preziosa fonte di essenze: l’olio essenziale dell’arancia viene usato per la produzione di liquori. Dai soli fiori di arancio, invece, si estrae l’essenza di zagara.

In cucina l’arancia viene utilizzata, oltre che come frutto, e come spremuta, anche per la preparazione di ricette agrodolci, soprattutto sulle tavole siciliane. Si utilizza, però, soprattutto per preparazioni dolci (ad esempio nelle creme) o viene caramellata e utilizzata nella preparazione dei cannoli o della cassata.