Sformato di tagliatelle

Sformato di tagliatelle
Sformato di tagliatelle
Sformato di tagliatelle
Primi Piatti PT0M PT60M PT60M
  • 6 persone
  • Facile
  • 60 minuti
Ingredienti:
  • 500 g di tagliatelle all'uovo
  • 100 ml di panna da cucina
  • 1 cipolla
  • 125 g di Mozzarella Santa Lucia Galbani
  • Burro Santa Lucia q.b.
  • basilico fresco
  • 25 g di olive verdi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • 3 uova
  • 170 g di polpa di pomodoro
  • sale e pepe q.b.

Galbani
Scopri di piùScopri di più

Mozzarella Santa Lucia

Gusto di latte avvolgente e una consistenza morbida e succosa rendono protagonista Mozzarella S.Lucia in tutti i tuoi piatti, ma anche per assaporarla così com'è. Scopri le curiosità

presentazione:

Lo sformato di tagliatelle è un primo piatto sfizioso davvero originale e delizioso, ideale per un pranzo domenicale o per festeggiare un avvenimento importante.

Questo piatto è anche molto bello a vedersi, i vostri ospiti rimarranno stupiti quando vi vedranno servire una vera e propria torta di pasta. Se preferite potete anche realizzare questo sformato utilizzando degli stampini per muffin, creando delle monoporzioni davvero sfiziose.

Potete aggiungere agli ingredienti di questa ricetta i vostri formaggi o salumi preferiti, il risultato sarà sempre gustoso. Noi abbiamo deciso di rendere questo sformato di tagliatelle filante grazie all'aggiunta della Mozzarella Santa Lucia.

Date libero sfogo alla vostra fantasia e mettetevi all'opera per preparare questo sfizioso sformato!


Preparazione:

Per preparare lo sformato di tagliatelle, seguite questo procedimento:



  1. 1.

    Pulite e tritate finemente la cipolla e fate appassire in padella in qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva caldo. Aggiungete la polpa di pomodoro e le olive, quindi lasciate cuocere per circa 15 minuti a fuoco basso mescolando di tanto in tanto.

  2. 2.

    Fate cuocere le tagliatelle in una pentola con al suo interno abbondante acqua salata seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Scolate la pasta e adagiatela in una ciotola. Versate sulle tagliatelle il sugo preparato precedentemente e mescolate il tutto.

  3. 3.

    In una ciotola sbattete le uova con il sale, il pepe e la panna. Prendete uno stampo per torta, imburratelo con il Burro Santa Lucia e riempitelo con le tagliatelle condite.

  4. 4.

    Versate sopra di esse il composto di uova e aggiungete in superficie la Mozzarella Santa Lucia tagliata a dadini piccolissimi.

    Decorate con delle foglie di basilico fresco e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.

    Passato questo tempo, sfornate lo sformato di tagliatelle e cospargetelo di formaggio grattugiato, quindi servite ben caldo.

Varianti:

Se preferite, potete realizzare anche una variante bianca del timballo di tagliatelle: realizzate prima un soffritto con cipolla, sedano e carota.

Aggiungete la carne macinata e la salsiccia sbriciolata e fate rosolare a fuoco vivo. Poi, aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e, se necessario, un po' di brodo e fate evaporare a fiamma bassa. Una volta cotto il vostro ragù bianco, dedicatevi alla pasta: cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata. Poi, imburrate una teglia, componete il vostro timballo e fate cuocere le tagliatelle in forno già caldo, a una temperatura di 180° per 20 minuti.

Potete eventualmente arricchire questa ricetta come preferite: ad esempio, potete realizzare un timballo di tagliatelle vegetariane e condirle quindi con zucchine, melanzane, peperoni.

Oppure potete preparare un condimento a base di besciamella e funghi porcini, a cui potrete abbinare un olio al tartufo.

Delicato e gustoso è anche l'abbinamento di piselli e prosciutto cotto: in questo caso, vi suggeriamo di aggiungere anche la provola tagliata a cubetti che renderà la vostra pasta al forno filante e saporita!

La ricetta napoletana prevede proprio un timballo di tagliatelle condito con ragù bianco a base di carne macinata, piselli, provola e besciamella: assolutamente da provare!



Consigli:

Lo sformato tagliatelle è un primo piatto facilissimo da preparare; basteranno pochi semplici ingredienti e in poco tempo metterete in tavola un primo piatto dal gusto delizioso con cui farete un figurone.

Se volete rendere più gustose le vostre tagliatelle, potete aggiungere al sugo dei pisellini cotti in padella con olio extravergine d'oliva e cipolla tritata. Inoltre, potete aggiungere della besciamella fatta in casa per rendere più cremosa la vostra salsa e donare a questo piatto un sapore delicato e sfizioso.

Per rendere ancora più invitante lo sformato di tagliatelle, potete preparare un gustoso ragù aggiungendo della carne tritata al sugo, in questo modo il vostro timballo di pasta diventerà uno squisito piatto unico per un pranzo o una cena piena di gusto.

Infine, vi suggeriamo di completare il piatto con una spolverizzata di pangrattato in superficie e un filo d'olio extravergine d'oliva; terminata la cottura in forno si formerà una deliziosa crosticina croccante e dorata che, insieme al cuore filante di mozzarella fusa, renderà questo piatto davvero irresistibile.

Preparate lo sformato di tagliatelle per un pranzo della domenica in compagnia dei vostri familiari. Se preferite potete prepararle in anticipo e scaldarle poco prima di servirle.


Curiosità:

Le tagliatelle sono un tipo di pasta all'uovo e sono tipiche soprattutto delle regioni del Nord e del Centro Italia. Il nome "tagliatella" deriva dal verbo "tagliare" e fa riferimento al modo in cui vengono preparate le tagliatelle: la pasta sfoglia, molto sottile, viene stesa e arrotolata e, infine, tagliata.

Una leggenda bolognese fa risalire l'invenzione delle tagliatelle al 1487 per mano del bolognese mastro Zefirano, cuoco personale di un esponente della nobiltà cittadina, in occasione del matrimonio di suo figlio con Lucrezia D'Este, duca di Ferrara.

Si tratta però di una storia inventata da Augusto Majani, un umorista bolognese del 1900.

Il futurista Filippo Tommaso Marinetti propose, come gesto provocatorio durante il ventennio fascista, l'abolizione delle tagliatelle e dei maccheroni in quanto cibi non adatti agli uomini, "antivirili".

Nel 1972 la Confraternita del tortellino e l'Accademia Italiana della Cucina ufficializzarono la ricetta delle tagliatelle stabilendone anche la misura: indicativamente la tagliatella, una volta cotta, deve misurare 8 mm di larghezza.

La ricetta dell'Emilia Romagna prevede che le tagliatelle vengano condite con ragù alla bolognese e parmigiano, ma esistono varianti in tutte le regioni. Ad esempio in Toscana, vengono condite con funghi o con ragù di cinghiale. Nel Lazio assumono il nome di "fettuccine" e vengono servite con ragù di manzo. In Veneto vengono addirittura chiamate "lasagne".


I vostri commenti alla ricetta: Sformato di tagliatelle

Lascia un commento

Massimo 250 battute