Santa LuciaPresenta

Petto di pollo alla cacciatora

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Il petto di pollo alla cacciatora è un secondo piatto molto sfizioso e apprezzato, grazie all'utilizzo di pochi ingredienti semplici ma molto apprezzati come la cipolla, le olive e il vino. Un modo buonissimo per gustare dei bocconcini di pollo in padella, ideale sia per un occasione speciale che per una cena veloce.

L'origine del piatto va ricercato in Toscana e in particolare nelle campagne, dove i contadini si ritrovavano per consumare pasti frugali e preparati con le primizie della terra.

Portate anche voi a tavola questo piatto semplice ma saporito. Otterrete un pollo dal sapore buonissimo, croccantefuori e morbidodentro. E non dimenticate di accompagnarlo con qualche fetta di pane per fare la scarpetta nel gustosissimo sughetto!

Per rendere la vostra preparazione ancora più invitante fate rosolare il vostro petto di pollo alla cacciatora nel Burro Santa Lucia, non potrete resistere alla sua bontà!


Facile
4
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 petto di pollo a fette
  2. 1 carota
  3. 1 cipolla
  4. un bicchiere di vino rosso
  5. 40 g di olive nere
  6. sale q.b.
  7. 400 g di pomodori pelati
  8. 4 patate medie
  9. 100 g di speck
  10. olio extra vergine d'oliva
  11. 1 noce di Burro Santa Lucia Galbani

Preparazione

  • Iniziate la preparazione del vostro petto di pollo alla cacciatora facendo sciogliere in una padella antiaderente o un una casseruola la noce di Burro Santa Lucia. Una volta sciolto, fate rosolare il petto di pollo da entrambi i lati.
  • Aggiungete, quindi, la cipolla finemente tritata e la carota tagliata a rondelle. Salate e fate soffriggere tutto per almeno 5 minuti, poi sfumate con il vino rosso. Cuocete a fuoco vivace in modo da far evaporare completamente la parte alcolica. Aggiungete i pomodori e le olive. Coprite con un coperchio e fate scuocere a fiamma media per almeno 30 minuti.
  • Nel frattempo pelate, lavate ed asciugate le patate, tagliatele a cubetti e ponetele a cuocere in una padella con 4 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva. Fate rosolare bene, nel frattempo tagliate a striscioline lo speck e, appena le patate saranno croccanti, aggiungetelo e fate saltare bene il tutto amalgamando i sapori.
  • Servite il vostro petto di pollo alla cacciatora ben caldo accompagnandolo con le patate.

Curiosità

Questa ricetta è una variante del tipico pollo alla cacciatora, che prevede l’utilizzo del pollo intero tagliato a pezzi. Nella versione tipica il pollo viene rosolato in padella con cipolla, sedano, carote, aglio e rosmarino, poi viene fatto sfumare con il vino rosso e infine cotto nel pomodoro. La paternità della ricetta del pollo alla cacciatora è molto dibattuta, sembra però avere origini in Toscana.

La variante romana della ricetta del pollo alla cacciatora prevede di sfumare con il vino bianco al posto di quello rosso. In Umbria si prepara invece con capperi, acciughe, passata di pomodoro e limone.

La definizione “alla cacciatora” viene utilizzata per descrivere diverse preparazioni a base di carne, come ad esempio il coniglio alla cacciatora o la selvaggina alla cacciatora. Questa espressione fa probabilmente riferimento all’utilizzo di aglio, rosmarino, vino e altri aromi per cucinare queste pietanze. Infatti, questi sono gli stessi ingredienti che in passato venivano utilizzati dai cacciatori per aromatizzare e insaporire le loro prede.

Sbizzarritevi aggiungendo le spezie che più vi piacciono: rosmarino, maggiorana, salvia o alloro conferiranno al vostro piatto un gusto e un profumo ancora più intensi e speciali.