GalbaninoPresenta

Panzerotto alla barese

Ricetta creata da Utente Galbani Club
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

I panzerotti alla barese sono un piatto che fa subito festa coinvolgendo tutti con il loro sapore stuzzicante e la loro allegria. Infatti questa preparazione, tipica del capoluogo pugliese, è un piatto prelibato e sempre apprezzato, adatto ad una cena informale e allegra, un'ottima alternativa sfiziosa ed originale alla classica pizza. 

Seguendo questa ricetta potrete preparare i veri panzerotti alla barese con diverse tipologie di ripieni: alla base la salsa di pomodoro, con l'aggiunta della Mozzarella Santa Lucia o del Galbanino, della Mortadella Augustissima Galbanella Galbani, del prosciutto cotto Fetta Golosa Galbacotto Galbani o della carne macinata.  

Naturalmente ampio spazio è lasciato alla vostra fantasia, infatti il bello dei panzerotti alla barese sta proprio nella varietà dei ripieni, in modo da soddisfare i gusti di tutti, dai grandi ai più piccoli*, lasciandoli ogni volta senza parole. 

Facili e veloci da preparare non sarà assolutamente un problema mettervi ai fornelli. L'unico inconveniente e che una volta provati, fidatevi, non ne farete più a meno!

Media
8
90 minuti
Lievitazione: 180 minuti
Vota
Media0

Ingredienti


Ingredienti per l'impasto:

  1. 1 kg di farina
  2. 1 panetto di lievito di birra
  3. 400 ml di acqua
  4. sale q.b.
  5. 1 cucchiaino di zucchero
  6. olio per friggere


Ingredienti per il Ripieno:

  1. 4 confezioni di Mozzarella Santa Lucia Galbani o 270 g di Galbanino Galbani
  2. 400 ml di salsa di pomodoro
  3. 200 g di mortadella Augustissima Galbanella Galbani
  4. 200 g di prosciutto cotto Fetta Golosa Galbacotto Galbani
  5. 200 g di carne macinata
  6. sale e pepe q.b.
  7. formaggio grattugiato

Preparazione

I panzerotti sono davvero un piatto delizioso e irrinunciabile, e non sono difficili da preparare in casa!

Per preparare l'impasto dei vostri panzerotti alla barese, mettete l'acqua salata a bollire in un pentolino. Su una tavola di legno versate la farina e fate un buco al centro. Aggiungete lo zucchero e versate al centro la metà dell'acqua calda. Aggiungete il lievito di birra e fatelo sciogliere.

Impastate vigorosamente, aiutandovi con l'aggiunta del resto dell'acqua riscaldata, fino ad ottenere un panetto che porrete a lievitare in una ciotola, coperta da un panno, per un paio d'ore.

Trascorso questo tempo, lavorate l'impasto fino ad ottenere un "serpentone". Tagliate l'impasto in pezzi più piccoli, lavorateli con le mani in modo da ottenere delle palline. Ponetele sul tavolo da lavoro, ricopritele con uno straccio e fate lievitare per un'altra ora.

Nel frattempo, preparate i ripieni per i vostri panzerotti a piacimento, amalgamando la salsa di pomodoro con un tipo di salume e un tipo di formaggio. Ad esempio, mescolate la salsa di pomodoro con la Mozzarella Santa Lucia a dadini e il prosciutto cotto Fetta Golosa Salume Galbacotto a cubetti. Infine salate, pepate e completate con il formaggio grattugiato.

Al termine della lievitazione, stendete ciascuna pallina con il mattarello in modo da ottenere una forma circolare. Ponete su ciascuna un cucchiaino di ripieno e chiudete il panzerotto tirando un lembo della pasta e chiudendolo dall'altro lato. Premete bene con le mani l'estremità in cui i due lembi di pasta si congiungono.

Ora in un'ampia padella scaldate l'olio e friggete i vostri panzerotti alla barese su entrambi i lati.

Servite i vostri panzerotti alla barese ben caldi.

Varianti

I panzerotti baresi, anche chiamati calzoni, sono pagnotte di pasta che possono essere fritti oppure cotti al forno. Il ripieno è davvero versatile, ce n’è per tutti i gusti! 

Il tipo di riempimento più utilizzato nei panzerotti è costituito da pomodoro, mozzarella e origano, oppure nelle varianti con i salumi come prosciuttocotto o crudo. Le varianti però possono essere davvero fantasiose, e possono prevedere l’aggiunta di ingredienti come olive, pesto, acciughe, panna acida, noci e pecorino romano grattugiato. 

Se si vuole esplorare ancor di più la cucina pugliese, allora una delle varianti più apprezzate sarà sicuramente quella con le cime di rapa. Le cime di rapa daranno un tocco di sapore inusuale, che si associa perfettamente ai più gustosi panzerotti. In questa variante è consigliabile non utilizzare il pomodoro. Basterà cuocere le cime di rapa bollendole in acqua salata e aggiungere al ripieno dei panzerotti della gustosa mozzarella filante. 

Tra le varianti più amate c’è sicuramente anche il panzerotto ripieno di carne tritata, sfizioso e gustoso è capace di soddisfare un po’ tutti i golosi. Per preparare questi panzerotti si dovrà amalgamare bene il ripieno di carne con dell’uovo, aggiungere qualche pezzetto di mozzarella e il pomodoro. Per condire aggiungete del parmigiano a scaglie e delle verdure grigliate, avrete un vero tripudio di gusto! 

Per una versione più delicata e adatta anche ai più piccini* provate invece i panzerotti con le patate aromatizzate al rosmarino. Ottima con l’aggiunta di prosciutto cotto e mozzarella. Potete prepararli anche in versione mignon, come finger food saranno perfetti per un aperitivo

Non tutti sanno che i panzerotti ripieni sono buonissimi anche con la ricotta dolce, da friggere o al forno vi conquisteranno!

Curiosità

Bari e Napoli si contendono l’invenzione dei panzerotti, che però nel capoluogo campano viene chiamato “pizza fritta”. L’impasto e la lavorazione sono i medesimi della pizza, ma da Napoli a Bari cambiano condimento e forma. Il panzerotto barese assume l’aspetto caratteristico di una mezzaluna, e si presenta con una pasta sottile e croccante.A Napoli invece il panzerotto ha una forma è più tondeggiante e una consistenza più spessa.  

Secondo gli esperti di cucina la dimensione del panzerotto dovrebbe essere quanto quella di una mano, né troppo piccola, né troppo grande. C’è anche chi preferisce però realizzare panzerotti in versione gigante, che abbiano la forma di una pizza ripiegata su se stessa. Ma sono buonissime anche le versioni mignon, ideali soprattutto per i buffet

Inoltre, nella cucina napoletana sono usati condimenti come ricotta, provola, ciccioli di maialee altro ancora, mentre i baresi amano la versione semplice mozzarella e pomodoro. 

Detto questo negli ultimi anni è nata una vera e propria gara a chi riempie la “pancia” dei panzerotti con gli ingredienti più insoliti e particolari: cipolla, rape, cacio e pepe, mortadella, provolone, gorgonzola, ed anche crema di nocciole! Chi ne ha più ne metta! 

Su una cosa però la gastronomia pugliese e partenopea concordano: il panzerotto va mangiato per strada. Infatti, sia a Napoli che a Bari ci sono tantissimi venditori ambulanti che con i loro banchetti sono in grado di regalare delle vere e proprie delizie fritte a tutte le ore. 

L’unica cosa a cui bisogna fare attenzione è quella di non sbrodolarsi con la farcitura calda dei panzerotti mentre si cammina, un rischio però che vale la pena di correre!

Scopri di più