Salumi Galbani - dal 1936Presenta

Panzerotti con ricotta e Galbanetto

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

Incredibilmente irresistibili. I panzerotti con ricotta possono essere serviti come piatto unico o possono arricchire un buffet per un'occasione speciale. In ogni caso, andranno a ruba!

Si tratta di una piccola variante dei classici panzerotti pugliesi, in questo caso con l'aggiunta della cremosa Ricotta Santa Lucia e il gusto deciso del salame Galbanetto, che verrà tritato e si mescolerà perfettamente con gli altri ingredienti.

Potete realizzarli utilizzando 700 g di pasta per pizza già pronta, oppure creare la pasta da zero seguendo la nostra facile ricetta e cogliere l'occasione per coinvolgere i bambini* nella preparazione (e poi nell'assaggio) di questi fantastici panzerotti con ricotta. Ecco come fare:

* sopra i 3 anni

Media
4
70 minuti
2 ore di lievitazione
Vota
Media0

Ingredienti

Per la pasta per pizza:

  1. 1 kg di farina 0
  2. 500 ml di acqua
  3. 7 g di lievito di birra
  4. 50 ml di olio extravergine d'oliva
  5. 20 g di sale

Per il ripieno:

  1. 300 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  2. 200 g di Salame Galbanetto il Tradizionale Galbani
  3. sale
  4. pepe nero
  5. olio di arachidi per friggere

Preparazione

  • Ecco come preparare i panzerotti con ricotta. Impastate tutti gli ingredienti a mano o nell'impastatrice ottenendo una palla soda ed elastica; copritela e lasciatela lievitare in luogo tiepido per circa un paio d'ore.
  • Passato questo tempo, stendete con il matterello una sfoglia alta circa 1 cm.
  • Con un anello tagliapasta formate dei dischetti di circa 10-15 cm di diametro.
  • Sistemate al centro un cucchiaio di Ricotta Santa Lucia condita con sale, pepe e un po’ di salame Galbanetto tritato.
  • Bagnate i bordi del disco di pasta con un po' d'acqua e chiudetelo a metà facendo aderire bene affinché la farcia non fuoriesca.
  • Friggete i panzerotti con ricotta in olio bollente (180°C), scolandoli quando saranno ben dorati.
  • Adagiateli su di un piatto rivestito di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e serviteli ben caldi.

Curiosità

I panzerotti sono un piatto pugliese semplice da preparare e buono da gustare. Le modalità di cottura possibili sono due: possono essere fritti, come spiegato nella preparazione, oppure cotti al forno.

Per questa seconda variante vi basterà preriscaldare il forno a 200° e cuocerli per circa 15 minuti; ricordate di posizionarli su una teglia unta con del burro o rivestita con carta forno, in questo modo sarà più facile trasferirli in un piatto da portata una volta pronti.

Il ripieno proposto in questa ricetta è davvero molto goloso. Per renderlo ancora più saporito provate a mantecare la ricotta aggiungendo anche della noce moscata, il risultato sarà delizioso e il profumo irresistibile.

In generale, dopo aver preparato i dischi di pasta, potete scegliere di farcirli con gli ingredienti che più vi piacciono. Se amate i gusti intensi e decisi potete sostituire la ricotta con il gorgonzola. Altrimenti, potete sostituire il salame con altri tipi di salumi, ad esempio con pancetta o prosciutto cotto.

Se volete preparare un ripieno più elaborato, cucinate delle zucchine in padella con scalogno e olio extravergine d'oliva, aggiungete delle listarelle di speck e amalgamate il tutto con dello stracchino. Se lo gradite potete aggiungere anche delle olive private del nocciolo e tagliate a pezzetti molto piccoli, il risultato sorprenderà i vostri amici.

Esiste un'altra tipologia di panzerotti in Puglia: i panzerotti di patate. Questi ricordano molto le crocchette di patate e sono semplicissimi da preparare.

Per farlo vi basterà lessare le patate, schiacciarle in una ciotola e aggiungere la farina, le uova, il formaggio grattugiato, il prezzemolo, il sale e il pepe. Dopo aver mescolato con cura fino a ottenere una crema densa e compatta vi basterà conferirgli con le mani una forma cilindrica, impanarlie infine friggerli in una padella dai bordi alti.

Per entrambe le tipologie di panzerotti proposte, scegliete l'olio di semi per friggere. Questo, infatti, ha un punto di fumo più elevato e quindi può raggiungere temperature più alte senza che si bruci.

Provate tutt'e due le versioni e scegliete la vostra preferita! In entrambi i casi stupirete tutti i vostri ospiti.