Fettuccine Alfredo

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

Le Fettuccine Alfredo sono un piatto romano che è entrato a far parte della cucina americana ed è diventato un vero colosso dei ristoranti a Little Italy e in tutti gli Usa. 
Si racconta che da una ricetta tipicamente  ricostituente per la moglie di Alfredo che aveva appena partorito, le Fettuccine abbiano varcato l'Oceano grazie a due attori del cinema muto di Hollywood che le hanno esportate in terra americana.  

Ma vediamo insieme tutti i segreti per realizzare questo grande cult della cucina a stelle e strisce, per poi conoscerne le curiosità e qualche consiglio culinario

Media
4
35 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 400 g di farina di tipo 00;
  • 4 uova;
  • 100 g di formaggio grattugiato;
  • una manciata di semola di grano duro;
  • sale e pepe q.b. 

Preparazione

Ecco per voi tutte le fasi, passo dopo passo, per realizzare delle ottime Fettuccine Alfredo: la difficoltà maggiore sta nella realizzazione della pasta a mano, ma se avete una buona manualità il gioco è fatto. In alternativa, potete acquistare la pasta all'uovo già pronta e concentrarvi sul condimento.

01

 La prima cosa da fare è realizzare la pasta fresca all'uovo: in una ciotola versate la farina setacciata e rompete le uova, una ad una, impastando con le mani, in modo energico. Trasferite l'impasto sulla spianatoia e aggiungete una manciata di farina, se necessario, quindi continuate a impastare finché non avrete ottenuto una palla elastica. 

02

Chiudete la palla in una ciotola e coprite con della pellicola trasparente, quindi lasciate riposare per almeno 30 minuti, in modo che il glutine si rilassi, in frigorifero. 

03

 Riprendete l'impasto e tiratelo con il mattarello, quindi passatelo nella macchinetta per ottenere una sfoglia sottile e uniforme. Dividete la sfoglia in due parti aiutandovi con un coltellino e arrotolatela su se stessa: sempre con un coltellino tagliate le fettuccine. Con movimenti delicati delle mani, srotolatele e disponetele sulla spianatoia in modo che respirino. Aggiungete la manciata di semola di grano duro e lasciate riposare per 1-2 minuti. 

04

Tuffatele nell'acqua bollente e salata: basteranno 5 minuti e, quando verranno a galla, saranno pronte per essere scolate. Conservate un mestolo di acqua di cottura per mantecare. 

05

Nel frattempo preparate il condimento. Fate sciogliere il burro in un tegamino a fiamma bassa, in modo che non si bruci. Versate il burro fuso sulle fettuccine e unite anche il formaggio grattugiato.  

06

Dedicatevi a mantecare e a rifinire il piatto: unite un mestolo di acqua di cottura e mescolate con energia, finché non si sarà formata una crema appetitosa. Il vostro piatto di Fettuccine Alfredo è pronto per essere portato in tavola, con una spolverizzata di pepe.

Varianti

ricetta romana che poi è diventata un grande classico dei ristoranti a stelle e strisce. 
In America e nei locali che rispettano la preparazione tipica, il procedimento è lo stesso, ma, oltre al condimento con burro e formaggio, si aggiunge anche la panna per ottenere quell'aspetto più cremoso. 
In realtà, con una buona mantecatura, questa aggiunta è superflua. 
Negli Stai Uniti, inoltre, si utilizza un preparato già pronto che si chiama Alfredo Sauce ma è molto lontano dagli ingredienti semplici dell'antica ricetta. 
Si tratta di una salsa realizzata con sour cream, la nostra panna acida, e qualche erbetta aromatica come prezzemolo e timo. 
Le varianti che si mangiano in America, prevedono alcune aggiunte, come broccoli, pollo, gamberetti, tacchino, tartufo o pomodoro, oltre a una generosa dose di panna da cucina.  

 

Suggerimenti

Per realizzare un ottimo piatto di Fettuccine Alfredo, perfetto anche per i bambini*, il segreto sta nella realizzazione della pasta e nella mantecatura con il condimento. 
Utilizzate farina di tipo 00 e uova fresche, 4 come da ricetta base 
Le fettuccine sono più larghe delle tagliatelle, quindi armatevi di pazienza e tagliate un formato più generoso, fra 3 e 5 mm. 
Lasciate riposare le fettuccine per qualche minuto, ben distese sulla spianatoia, con una manciata di semola di grano duro che servirà a farle rapprendere senza seccarle. Le sfogline e le azdore emiliane tendono ad aumentare il tempo di riposo, in un luogo fresco e asciutto, oppure coperte da un telo in modo che non prendano aria e si secchino. Inoltre, è fondamentale che la pasta fresca all'uovo non venga a contatto con i raggi del sole. 
Una volta tuffate nell'acqua bollente, il segreto delle massaie è di aggiungere un goccio d'olio d'oliva, in modo che non si attacchino fra di loro. 
Di seguito, vi consigliamo di prestare molta attenzione al procedimento della mantecatura: in America utilizzano la panna per ottenere un effetto cremoso espresso, ma potete avere lo stesso risultato con del buon burro e una generosa dose di formaggio grattugiato. 
Noi vi consigliamo di utilizzare il Burro Panetto Galbani Santa Lucia e del buon formaggio grana padano o parmigiano reggiano. 
In alternativa, se volete dare un tocco di sapore più deciso, unite anche una spolverizzata di pecorino stagionato. 

Se state organizzando una festa con gli amici e volete ottenere un condimento goloso e super cremoso, unite alla mantecatura anche una noce di Crema di Mascarpone Dolce Galbani Santa Lucia, oppure del Formaggio Fresco Spalmabile Galbani Santa Lucia o la versione Mascarpone Santa Lucia Galbani Per Piatti Cremosi. 
Ora vi basta un mestolo di acqua di cottura e un'energica mantecatura, rigorosamente lontano dal fuoco! 
Le vostre Fettuccine Alfredo sono pronte per essere servite, con una manciata di pepe nero sopra e, se vi piace, qualche ciuffetto di prezzemolo per dare un tocco aromatico. 

Curiosità

Raccontiamovi ora la vera storia di una ricetta romana che spopola in America: si dice che le Fettuccine Alfredo vengano inventate nel 1914 da un cuoco romano che ha una trattoria in via della Scrofa a Roma, con l'obiettivo di rimettere in forze la moglie debilitata dal parto e dai dolori delle doglie. 
Cosa c'è di meglio di un buon piatto di pasta al burro, gioia per grandi e bambini*? 
La ricetta piace così tanto alla moglie che il cuoco decide di inserire il piatto nel menu del suo ristorante, fino al fatidico giorno in cui approdano due celebri attori del cinema muto di Hollywood, Mary Pickford e Douglas Fairbanks, in viaggio di nozze a Roma. 
Rimangono entusiasti delle Fettuccine Alfredo, tanto da donare al cuoco una targhetta con un cucchiaio e una forchetta d'oro, con incisa la scritta To Alfredo, The King of noodles, "ad Alfredo, il re degli spaghetti". 

Da quel momento la trattoria in via della Scrofa diventa una meta affollata di divi di Hollywood in vacanza e di celebrità romane, tanto che il piatto fa il giro del mondo e approda oltre Oceano. 
Alfredo Di Lelio nel 1950 apre un altro ristorante a Roma, assieme al figlio, in piazza Augusto Imperatore 30: ancora oggi, in questa famosa trattoria romana vengono servite le tipiche Fettuccine Alfredo, secondo antica ricetta. 

 

*dai tre anni in su 

 

Prova anche

Scopri di più