certosaPresenta

Cappone ripieno

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Certosa 165g
Certosa 165g
Certosa. La crescenza dal gusto fresco e genuino.
Vota
Media0

Presentazione

La ricetta che state per realizzare è quella di una pietanza tipica del periodo natalizio o per il cenone di capodanno: il cappone ripieno. Un secondo piatto molto saporito e ricco.

La sua preparazione è semplice, anche se un po' lunga, e il risultato finale sarà quello di una portata saporita e scenografica, davvero adatta ai giorni di festa. Noi abbiamo farcito la preparazione sbizzarrendoci un po' e dando libero sfogo alla nostra fantasia; il risultato è veramente notevole.

Carne trita mista, mortadella Galbanella, prosciutto Cotto Galbacotto, speck, Certosa, sale, pepe, uova e latte daranno vita a una farcia ricca, dalla sapidità golosa e dal gusto pieno. Il ripieno del cappone è molto saporito anche grazie alle spezie che permetteranno una sapida farcitura. Questa può essere preparata con pane raffermo, carciofi, qualche oliva denocciolata, salvia e altri condimenti a piacere. Per insaporire ancora di più il vostro cappone, grattugiate un po' di noce moscata, versate del succo di limone in maniera uniforme non appena lo avrete tolto dal forno.

Un equilibrio di sapori che valorizza appieno la pietanza rendendola una portata vincente, che soddisferà con gran gusto il palato dei più esigenti.



Facile
6
120 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 cappone disossato
  2. 450 g di carne trita mista
  3. 100 g di prosciutto cotto Galbacotto Galbani
  4. 100 g di mortadella Galbanella Galbani
  5. 100 g di speck
  6. 30 ml di latte
  7. 2 uova
  8. 5 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  9. 2 rametti di rosmarino
  10. 165 g di Certosa Galbani
  11. un pizzico di pepe
  12. sale q.b.

Preparazione

  • Per realizzare il cappone ripieno dovete prima di tutto lavare e asciugare il cappone. Prendete una ciotola capiente e metteteci dentro la carne trita mista, il prosciutto cotto Galbacotto, lo speck e la mortadella Galbanella sminuzzati finemente.
  • Amalgamate il tutto e uniteci sale, il pepe, le uova, il latte e la Certosa. Dunque, impastate tutti gli ingredienti. Quando saranno ben impastati, lasciate riposare il tutto per almeno 30 minuti in luogo fresco e coperto con un foglio di pellicola trasparente per alimenti.
  • Trascorso il tempo indicato, riempite il volatile con la farcia preparata in precedenza. Ad operazione conclusa, richiudetelo con lo spago da cucina. Trasferitelo in una pirofila, conditelo con olio extravergine d'oliva, sale, pepe e rosmarino.
  • Quindi, fate cucinare il vostro cappone ripieno in forno a 180° per 1 ora e ½, controllando la cottura di tanto in tanto. Servite la pietanza a fette con un contorno di patate arrosto.

Curiosità

Il cappone è un piatto tipico delle feste in famiglia, diffuso in tutte le regioni d'Italia dove viene farcito con tanti ripieni diversi. Ad esempio, in Toscana, la farcia è quella a base di castagne, salsiccia di suino (o macinato di vitello), prugne e pinoli.

  • Per questa preparazione, dovrete cuocere le castagne nel latte, scolarle e schiacciarle con una forchetta in modo da ottenere una purea.
  • Nel frattempo tostate velocemente i pinoli e rosolate la cipolla tagliata finemente, il sedano e la carota tritati con una noce di burro, quindi aggiungete la salsiccia sbriciolata (o il macinato), condite con del formaggio grattugiato e un ciuffo di prezzemolo e fate cuocere per 15 minuti a fuoco medio. Fate rosolare per bene il vostro ripieno per farlo insaporire.
  • In una ciotola raccogliete tutti questi ingredienti con del pane ammorbidito con il latte, le prugne secche tritate, sale e pepe. Amalgamate bene il composto in modo da renderlo omogeneo. Ora aprite bene il cappone disossato, insaporitelo con un po' di sale e farcitelo con il ripieno, quindi richiudetelo ricongiungendo le estremità della pelle e cucendole con dello spago.
  • Ponete il cappone in una teglia foderata con della carta forno, ungetelo con un po' d'olio extravergine d'oliva e ponetelo a cuocere in forno, bagnandolo, ogni tanto, con un bicchiere di vino bianco. Quando infornate il vostro cappone tenete sempre la luce del vostro elettrodomestico accesa per controllare bene ogni momento della cottura della vostra pietanza.
    Terminata la cottura, portate in tavola il cappone con il fondo di cottura frullato.

Con il cappone si possono fare tante specialità culinarie come il brodo per i tortellini di Natale, molto apprezzato nel nord-Italia.

Vi basterà prendere un bel cappone e farlo lessare in acqua bollente con verdure come patate, carote e sedano. Unite anche un cucchiaio di olio e lasciate insaporire per bene le carni. Otterrete un bel brodo di cappone in cui far cuocere dei tortellini di pasta fresca. Inoltre, potrete servire il cappone come ottimo lesso, oppure utilizzare questa carne per creare un ripieno.