Dolci Autunnali

Galbani
Galbani
Dolci autunnali
Avete chiuso alle vostre spalle la porta lasciandovi dietro il caldo, le giornate lunghe, le cene sul terrazzo con gli amici e le passeggiate in riva al mare. Davanti a voi un bel divano coperto da un plaid che vi aspetta perché i prossimi mesi saranno pieni di aria fresca e pungente, facendovi desiderare di sprofondare sui cuscini e coccolarvi con qualcosa di morbido e caldo.

È arrivato l’autunno e la natura regala tanti frutti che, complici di farina, lievito, burro e zucchero si trasformano in dolci dessert capaci di darvi ristoro e mettervi allegria. Se siete anche voi in cerca di idee per colorare le vostre giornate con una zuccherosa pennellata, oggi vi daremo qualche suggerimento per preparare dolci autunnali che vi faranno amare questa stagione e apprezzare anche le serate più fredde.

La dolce regina dell’orto diventa una cheesecake

Zucca Il bosco in autunno diventa un bellissimo quadro, le sfumature dei colori sono calde e intense e i prodotti che ci regala la natura sono talmente tanti e buoni che non si può non farle omaggio portando in tavola primizie e prelibatezze di stagione. Buonissima e versatile, la zucca è la vera regina dell’orto e oggi la declineremo in una ricetta dolce, imperdibile se volete una cena autunnale con un finale da ricordare. Facile da preparare, una cheesecake alla zucca , profumata di zenzero e cannella ha tutto quello che serve per deliziare il palato. Fate ammorbidire in una pentola con acqua bollente 500 g di polpa di zucca tagliata a pezzi; nel frattempo, tostate in padella 1 cucchiaio di semi di sesamo e tritateli con 200 g di biscotti secchi, 50 g di noci e 80 g di burro fino a ottenere un composto sabbioso. Versatelo in una tortiera precedentemente imburrata e rivestita di carta da forno, compattatelo sui bordi e sul fondo e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora. Ammorbidite un foglio di gelatina in acqua tiepida, strizzatelo e mettetelo in un mixer insieme alla zucca, trasferite in una ciotola e amalgamate con 600 g di formaggio cremoso, 140 g di zucchero di canna, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino di zenzero grattugiato e i semi di un baccello di vaniglia. Versate la crema sul composto di biscotti e lasciate compattare la torta in frigo per almeno 6 ore prima di servirla. Potete prepararla in anticipo e, al momento di portarla in tavola, semplicemente guarnirla con qualche ciuffo di panna montata.

Se volete gustare la zucca anche a colazione, vi consigliamo di preparare una soffice torta di zucca che, cosparsa di zucchero a velo, saprà come farvi cominciare bene la giornata.

Non solo caldarroste

Castagne Sembra un quadro, la pittura di una natura tutt’altro che morta, una natura che fa crescere i suoi frutti e li elargisce generosamente: i ricci, quegli involucri appuntiti che contengono le castagne, si moltiplicano sugli alberi e aspettano di essere raccolti da mani sapienti per arrivare nelle strade e spandere così un irresistibile ed evocativo profumo di caldarroste. Ma le castagne sono anche un ingrediente straordinario per preparare dolci autunnali dal sapore delicato. Una torta di castagne , accompagnata da una coppetta di crema pasticcera tiepida è una carezza rassicurante da gustare di sera dopo cena, davanti ad un camino scoppiettante. Fate bollire 400 g di castagne e, nel frattempo, separate 4 uova, mettete da parte i tuorli e montate a neve gli albumi con un pizzico di sale. Scolate le castagne e frullatele in un mixer fino ad ottenere una purea. Mettetele in una ciotola, unitele ai tuorli montati con 160 g di zucchero e aggiungete 100 g di burro a pezzetti, la scorza grattugiata di un limone non trattato e incorporate anche gli albumi. Mescolate dall’alto verso il basso e versate il composto in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata. Cuocete la torta in forno a 180° per 35 minuti, sfornatela, lasciatela intiepidire e servitela con la crema.

Ma le castagne non smettono di stupirci e se volete deliziare i vostri ospiti alla fine di un pranzo in famiglia, uno zuccotto con crema alla ricotta e castagne è l’ideale. Non potete non provarlo, è probabile che diventi il vostro dolce autunnale d’elezione.

E se avete organizzato un intimo tè con le amiche del cuore, una fetta di crostata con marmellata di castagne è il giusto accompagnamento per chiacchiere e confidenze.

Il caldo colore dei cachi

Cachi Succosi, morbidi, dolcissimi e deliziosi: sono i cachi, frutto tipicamente autunnale che diventa il protagonista di tanti dessert originali. Se volete prendere per la gola ospiti esigenti, i cachi vi lasciano preparare un raffinato flan; se sono i bambini* che volete conquistare, non potrete che preparare golose frittelle alla vaniglia, e se avete voglia di un dolce rustico per una cena informale, quella del gratin di cachi è la ricetta che fa al caso vostro.

Preparare un buon flan autunnale è facile e vi assicura un risultato da alta pasticceria. Pochi ingredienti e il gioco è fatto! In una pentola dal fondo spesso, scaldate 60 g di zucchero con poca acqua; quando raggiunge un colore ambrato, spegnete il fuoco e versate il caramello sul fondo di uno stampo da 15 cm di diametro. Sbattete 5 uova in una ciotola con 300 g di latte condensato, sbucciate 2 cachi maturi, frullate la polpa in un mixer e unitela al composto. Versate tutto nello stampo, coprendo il caramello. Cuocete il flan in forno a bagnomaria a 180° per 50 minuti. Sformatelo su un piatto da portata bordato e servitelo tiepido guarnendolo con fettine sottili di caco mela.

Buonissime, facili e veloci, le frittelle di cachi non conquisteranno solo i bambini*! Per prima cosa, dovete preparare la base per la pastella: sgusciate 2 uova e separate albumi e tuorli, mescolate questi ultimi con 200 ml di latte e 160 g di farina e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti. Nel frattempo, preparate la crema che accompagnerà golosamente le frittelle: scaldate 250 ml di latte con i semi di un baccello di vaniglia; in una ciotola, montate 4 tuorli con 150 g di zucchero semolato, unite il latte a filo, rimettete nella pentola e fate addensare leggermente la salsa su fiamma dolce. Appena avrà raggiunto la giusta consistenza, spegnete, copritela con la pellicola alimentare e mettetela da parte. Sbucciate 4 cachi mela sodi e tagliateli in fettine di 1 cm di spessore. Montate a neve 2 albumi con un pizzico di sale e uniteli alla pastella presa dal frigo. In una padella per fritti, scaldate abbondante olio di arachidi e, nel frattempo, immergete i cachi nella pastella. Quando l’olio arriva alla giusta temperatura, tuffatevi poche frittelle per volta e fatele dorare. Scolatele con una schiumarola, mettetele in un vassoio rivestito di carta assorbente, quindi trasferitele in un piatto da portata e spolverizzatele con abbondante zucchero a velo. Servitele con la salsina a parte, andranno a ruba!

La golosità di un dessert rustico e semplice da preparare si adatta benissimo ad una cena tra amici. I cachi al gratin sono un dolce facile e veloce ma dovrete prepararlo al momento perché è delizioso se gustato caldo. Tagliate a metà 4 cachi mela sodi ed eliminate un po’ di polpa centrale con un cucchiaino; frullate la polpa con 40 g di mandorle, 100 g di amaretti e mettete da parte. Sistemate i cachi in una pirofila rivestita di carta da forno con la parte tagliata rivolta verso il basso, spennellateli con un velo di burro fuso e bagnateli con un vino dolce. Infine, spolverizzateli con un po’ di zucchero semolato e infornate con la funzione grill a 180°. Toglieteli dal forno, girateli e riempiteli con il composto di polpa, mandorle e amaretti. Rimettete i cachi nella pirofila, copriteli con altro burro fuso, bagnateli con altro vino, spegnete il grill e infornate a 180° per 10 minuti. Servite i cachi accompagnandoli con qualche ciuffo di fresca panna montata.

Amaretti e mandorle anche per preparare una dolce, soffice e profumata torta di cachi, adatta a qualsiasi occasione, da un pranzo in famiglia, a una cenetta romantica a due.

*sopra i 3 anni

In primavera son fiori, in autunno son frutti

Mandorle Alla fine di agosto si raccolgono le mandorle: dopo aver assistito allo spettacolo degli alberi in fiore, ecco i frutti che arrivano sui banchi da lavoro nei primi giorni della stagione autunnale e danno vita a magiche e dolci trasformazioni, aspettando con ansia di vestirsi a festa e diventare protagoniste dei tanti dessert natalizi. Ma prima di arrivare al natale, concedetevi una merenda con una semplice torta con farina di mandorle o con una torta fatta con le mandorle e il succo delle mele , profumatissima e deliziosa, ideale per prendervi una pausa in qualsiasi momento della giornata. Montate 3 uova in una ciotola con 180 g di zucchero; aggiungete 250 ml di olio di girasole, un pizzico di sale e continuate a mescolare. Aggiungete 250 g di farina setacciata con una bustina di lievito in polvere e con 250 g di farina di mandorle. Unite anche 250 ml di succo di mela e amalgamate. Versate l’impasto in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata e infornate a 180° per 50 minuti. Prima di servire, lasciate raffreddare la torta su una gratella e cospargetela di zucchero a velo.