Come si cucina il minestrone

Galbani
Galbani
Come si cucina il minestrone
Il minestrone di verdure è un piatto che restituisce calore e bontà grazie ai prodotti con cui è preparato. Durante l’inverno, mangiato caldo, con la pasta o meno, è confortante; ma è buonissimo anche d’estate, con verdure fresche di stagione e servito più tiepido.

Si tratta di un piatto tipico della cucina italiana, facile nella sua preparazione e di cui esistono tante varianti; che sia di sole verdure o misto ai legumi è una zuppa sempre buona. C’è chi lo preferisce frullato, in modo da ottenere una vellutata e chi, invece, lo gradisce con la verdura in pezzi. È un piatto che mette d’accordo tutta la famiglia. Voi come lo preferite?

Come fare il minestrone di verdure

Come fare il minestrone di verdure La ricetta del minestrone non è una sola. La maniera più semplice di prepararlo è di portare a bollore le diverse verdure. Solitamente, la base della zuppa si prepara lessando un quantitativo maggiore di verdure tipo bietole o gli spinaci, rispetto agli altri ortaggi. Quindi, il primo passaggio da fare è pulire il vegetale scelto, scartare le foglie annerite, lavarlo sotto acqua corrente e tagliarlo a pezzi; contemporaneamente lavate e tagliate a cubetti un paio di zucchine, un paio di patate e tre carote, tutto a pezzi. Unite gli ortaggi alla verdura tipo spinaci e coprite con acqua fino al livello degli ingredienti. A questo punto fate bollire, ricordando di aggiungere anche una cipolla in modo da profumare la minestra. Lasciate cuocere a fiamma media per circa 40 minuti. Una volta pronto, condite il minestrone con l’olio d'oliva extravergine e una spolverizzata di formaggio grattugiato.

Come anticipato, le ricette per fare i minestroni sono varie. Una delle ricette più tipiche è quella della zuppa toscana che è uno dei primi piatti della tradizione. Le verdure da scegliere sono 300 g di bietole, 250 g di cavolo verza, 350 g di fagioli, 200 g di fagiolini, 80 g di cipolle e 180 g di pomodori maturi. Per prima cosa, lavate e tagliate a pezzetti tutte le verdure; poi preparate gli odori: una costa di sedano, uno spicchio d’aglio e le cipolle tritate. Unite tutti gli ingredienti, aggiungendo una foglia di basilico fresco e versando 1,5 L di acqua. Aggiungete il sale e fate cuocere per un’ora.

Una ricetta alternativa al solito minestrone di sole verdure è con la zucca. Ecco il procedimento per una preparazione gustosa che prevede anche l’uso delle lenticchie rosse. Fate imbiondire uno spicchio di aglio nell'olio, quindi aggiungete i legumi, circa 100 g. Aggiungete, poi, la zucca e le patate tagliate a cubetti, lasciando insaporire del gusto del soffritto. Infine, versate acqua fredda e lasciate cuocere a fiamma bassa per 45 minuti. Insaporite l’acqua con erbe aromatiche. A fine cottura, lasciate raffreddare le verdure e frullatele con un frullatore a immersione. Servite con crostini di pane e olio.

Come cucinare il minestrone di legumi

Come cucinare il minestrone di legumi Una variante del minestrone può essere preparata con i legumi. La zuppa di legumi, detta anche zuppa del contadino, è tra i piatti più tipici della cucina italiana. Scegliete i legumi che preferite; solitamente sono indicati i piselli, i fagioli di diverse qualità (cannellini e borlotti, ad esempio), i ceci, le lenticchie. La prima cosa da fare, per preparare questo piatto, è mettere in ammollo i legumi la sera prima che decidete di preparare la zuppa per far sì che si gonfino. Naturalmente, preventivamente, scegliete i legumi in modo da scartare quelli più anneriti o estremamente secchi. Fate scaldare, quindi, il giorno dopo, dell’olio in una pentola capiente e fate un leggero soffritto di sedano, carota e cipolla tritati, più uno spicchio di aglio. Aggiungete 100 g di piselli, che sono quelli che impiegano maggior tempo a cuocersi e un cucchiaio di pesto (questo se desiderate un po’ di sapore grintoso in più). Infine aggiungete tutti gli altri legumi, tranne le lenticchie. Le dosi dei legumi devono essere equivalenti fra di loro, quindi 100 g per tipo. Fate insaporire i legumi nel soffritto e poi, infine, aggiungete le lenticchie e mezzo litro di brodo. Fate cuocere il tutto per 40-50 minuti. A seconda del vostro gusto, potete aggiungere tutto il brodo, oppure anche dosi inferiori per un risultato più asciutto. Un ultimo consiglio: per chi ama zuppe dal sapore deciso, potete insaporire questo minestrone con del peperoncino piccante.

Come cucinare il minestrone di farro

Come cucinare il minestrone di farro Per un menu a base di verdure, potete preparare il minestrone di farro fatto in casa con le verdure. La prima cosa da fare, in questa preparazione, è lavare il farro sotto l’acqua corrente in modo da eliminare tutte le impurità che salgono a galla, mentre è in ammollo. Fate, poi, bollire l'acqua in una pentola capiente e lasciateci cuocere dentro 200 g di farro decorticato. Nel frattempo pulite e tagliate a pezzetti una costa di sedano, un porro, un pomodoro e una cipolla e dei broccoli. Fate trascorrere 30 minuti di cottura del farro, dopodiché aggiungete le verdure tagliate. La minestra di farro è una delle zuppe con più varianti: oltre alle verdure canoniche, potete usare anche i legumi e i funghi. Una minestra davvero deliziosa è preparata con farro, funghi e ceci. Potete usare, in alternativa al farro, anche altri tipi di cereali, ad esempio il grano. Preparate un soffritto di aglio tritato con porro e sedano; quando le verdure si sono imbiondite, aggiungete metà dei ceci già bolliti (circa 200 g) e frullateli con del brodo vegetale fino a ottenere un composto cremoso. Portate, dunque, a ebollizione e, a quel punto, unite il farro, circa 200 g. A metà cottura aggiungete l’altra metà dei ceci. Continuate la cottura finché il farro non sarà cotto, allungando, se necessario, con del brodo. Mentre la minestra sta cuocendo, pulite dei funghi porcini e tagliateli a dadini. Fateli cuocere in un padella con dell’olio. Quando la zuppa è cotta unite i funghi e servite con olio a crudo e pepe.

Come cucinare il minestrone con la pasta

Come cucinare il minestrone con la pasta Che sia solo di verdure o di legumi, il minestrone è una zuppa che bene si presta a essere portata in tavola come primo piatto. Un abbinamento classico, in questo senso, è il binomio tra la minestra e la pasta corta, dal formato, cioè, piccolo. Lasciato a pezzi, con un po’ del suo brodo, è ottimo con gli spaghetti spezzati, o, anche, frullato, si sposa bene con il riso.

Da fare con la pasta, una delle ricette facili del minestrone è con ortaggi freschi e uova. Lavate un cavolfiore, mezza verza e altre verdure che preferite; potete, per esempio, richiamare la ricetta della ribollita toscana, usando anche il cavolo nero. Dopo aver fatto un soffritto di base con carote, sedano e cipolla tritata, lasciate bollire le verdure per 40 minuti. Insaporite come preferite, ad esempio con il rosmarino e il pepe. 10 minuti prima della fine della cottura degli ortaggi, unite la pasta del formato che preferite e lasciatela cuocere nella zuppa. A questo punto, preparate le uova in camicia con il metodo del vortice: ossia fate bollire dell’acqua, aggiungete dell’aceto di vino bianco, create un vortice dato dal movimento circolare veloce fatto con una forchetta e rompete, al centro del vortice, un uovo. Continuate a girare fino a che questo non sia cotto. Fatelo per tante uova quanti sono i commensali e servite la zuppa con al centro l’uovo in camicia. Aggiungete, per un tocco ancora più gustoso, del parmigiano.

Come si cucina il minestrone surgelato

Come si cucina il minestrone surgelato Ogni verdura ha il suo periodo di maturazione e coltivazione e per ogni mese dell’anno ci sono diversi ortaggi freschi di stagione. Per chi desidera mangiare un minestrone di verdure anche in un periodo dell’anno in cui gli ortaggi non sono della stagione in corso, questa pietanza è distribuita in commercio anche in forma surgelata. È l’ideale per chi ha voglia di concedersi un buon piatto di minestra anche quando non è propriamente il periodo dell’anno in cui è possibile trovare a disposizione tutti gli ortaggi.

Il minestrone surgelato è comodo e veloce da preparare. Innanzitutto vi fa risparmiare tempo perché le verdure sono già lavate, pulite e tagliate a tocchetti e poi i minuti di cottura sono inferiori. Solitamente è venduto in confezioni di soli ortaggi e tuberi, come bietole, zucchine, carote e patate oppure in confezioni miste di verdure e legumi. Per preparare la minestra surgelata non dovete far altro che portare a bollore l’acqua posta in una grande pentola dai bordi alti; nel momento in cui l’acqua è pronta, potete versare il contenuto della busta senza scongelare il prodotto preventivamente. Per quanto riguarda i tempi di cottura, solitamente variano dai 35 ai 45 minuti a partire dal punto di ebollizione dell’acqua. In alternativa può essere preparato con del brodo vegetale, al posto dell’acqua. Il liquido, durante la cottura, tenderà leggermente ad asciugarsi poiché il fuoco su cui posizionate la pentola è una fiamma vivace. Se lo preferite meno brodoso, potete scolare le verdure nella misura in cui è più di vostro gusto. Potete servirlo sia caldo che tiepido e, per un tocco di sapore in più, potete condirlo con del formaggio grattugiato e dell’olio extravergine d’oliva a crudo. Una volta cotte, potete anche frullare le verdure con un frullatore a immersione per creare un passato cremoso sicuramente apprezzato anche dai bambini*.

Sempre a partire dalla versione surgelata del minestrone, potete creare una vellutata che può essere servita come antipasto o come piatto unico. Per la preparazione, fate bollire dell’acqua in una pentola capiente e cuocete per 10 minuti il minestrone; passato questo tempo, scaldate 250 millilitri di latte in un pentolino e fate cuocere dentro un paio di patate a cubetti. Dopo circa 10 minuti, aggiungete sale e pepe. Frullate, a questo punto, le patate con un mixer, a cui aggiungerete il minestrone per ottenere una crema delicata. Aggiungete, se lo gradite, un formaggino o del parmigiano grattugiato e servite con dei crostini di pane.

*sopra i 3 anni

Come si cucina il minestrone surgelato nella pentola a pressione

Come si cucina il minestrone surgelato nella pentola a pressione La pentola a pressione è un utensile molto prezioso per chi ha poco tempo in cucina e per cucinare al vapore. Grazie alla sua particolare conformazione e alla chiusura ermetica sfrutta la potenza della pressione interna, facendo sì che la temperatura dentro la pentola aumenti molto velocemente. È una pentola che vi permetterà di non rinunciare al gusto di un buon minestrone proprio perché i tempi di cottura sono dimezzati. Per preparare un minestrone a partire da una confezione surgelata, vi consigliamo di procedere nel seguente modo: versate gli ingredienti del contenuto della busta nella pentola e aggiungete acqua a seconda della vostra preferenza (se lo volete più o meno brodoso); la quantità ideale di acqua deve superare di pochi centimetri il livello raggiunto dalle verdure. Chiudete ermeticamente la pentola con il coperchio e posizionatela sul fornello a fiamma alta. A partire dal fischio emesso dalla valvola che sfiata i vapori, contate 15 minuti da far trascorrere su una fiamma più bassa. Per un risultato più gustoso, prima di cuocere il minestrone preparate un soffritto di cipolla e olio nella pentola senza coperchio; a questo, aggiungete della pancetta a dadini lasciando che la parte grassa diventi trasparente. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e, quando questo sarà evaporato, aggiungete il minestrone con l’acqua. Solo a questo punto potete procedere chiudendo ermeticamente la pentola seguendo i passaggi descritti precedentemente. Ricordate che potete sostituire l’acqua con il brodo vegetale.

Come si cucina il minestrone surgelato al microonde

Come si cucina il minestrone surgelato al microonde Per tutti quelli che hanno i minuti contati, ma che non vogliono rinunciare alla bontà del minestrone, ecco alcuni consigli per cucinare quello surgelato nel forno a microonde. Dovete procurarvi un contenitore da microonde e mettere sul fondo un paio di cucchiai di olio d’oliva. Aggiungete, a questo punto, le verdure della confezione e l’acqua, non necessariamente fino a coprire il contenuto. Salate e pepate e aggiungete, se volete dare un tocco più saporito, del prezzemolo tritato. Coprite con la pellicola trasparente o il coperchio apposito e lasciate cuocere per 20 minuti a 600 w. Passaggi veloci per un risultato semplice e delizioso.