Come fare il passato di verdure

Galbani
Galbani
Come fare il passato di verdure
Il passato di verdure è un piatto molto gustoso: per realizzarlo bisogna partire da un buon minestrone fatto in casa che viene successivamente frullato. È ottimo se mangiato d’inverno, caldo e condito con un filo di olio extravergine d’oliva a crudo, ma è una preparazione perfetta anche da gustare durante la stagione più calda, perfetto per essere servito tiepido guarnito con qualche foglia di basilico. Provatelo sia con la pasta o la pastina oppure con crostini di pane tostati.

Preparare il passato di verdure è semplice e in questa sezione troverete dei consigli pratici per realizzarlo al meglio: usate delle verdure di stagione oppure insaporitelo con i legumi e per frullarlo usate un robot da cucina o un frullatore a immersione.

Il passato (o vellutata di verdure) è un ottimo modo per far mangiare le verdure anche ai bambini*. Con l'aggiunta di formaggino la crema di verdure li farà ancora più contenti.

Proviamo alcune ricette facili seguendo alcuni buoni consigli.

* sopra i 3 anni

Come farlo

Come farlo La ricetta del passato di verdure segue quella del minestrone. La prima operazione da compiere è quella di bollire le diverse verdure, ossia tutte le verdure dell'orto, se volete accompagnate con dei legumi o delle gustose patate. La base di questa zuppa viene preparata lessando le verdure a foglia larga tipo le bietole o gli spinaci, e gli ortaggi. Per prima cosa, quindi, togliete le foglie annerite, poi lavate sotto il getto dell’acqua corrente quelle che avete scelto e tagliatele a pezzi; contemporaneamente lavate e tagliate a dadini 2 zucchine, 2 patate e 3 carote. Unite gli ortaggi alla verdura tipo spinaci e coprite con acqua fino al livello degli ingredienti. A questo punto fate bollire. Aggiungete anche una cipolla e il sale. Lasciate in cottura a fuoco medio per circa 40 minuti. Una volta pronta la minestra, lasciatela intiepidire e poi trasferite il tutto in un contenitore.

Il minestrone di verdura passato si può fare in due modi: usate il frullatore a immersione per ottenere una gustosa crema di verdure oppure usate un mixer. La consistenza da ottenere sarà cremosa e omogenea. Se lo gradite, a operazione conclusa, fate bollire 120 g di pastina e quando è pronta, scolatela e aggiungetela al passato.

La zuppa, così preparata, sarà ancora più buona se condite tutti i piatti con una spolverizzata di parmigiano grattugiato.

Un altro tipo di passato di verdure molto gustoso è preparato con una base di zucca e di lenticchie. Seguite questo facile procedimento: in una pentola fate rosolare uno spicchio di aglio in 3 cucchiai di olio e quando l’aglio sarà imbiondito aggiungete 100 g di lenticchie. Unite poi 300 g di zucca e una patata tagliata a dadini. Lavate bene le verdure prima di sbucciarle e tagliarle. Versate acqua fredda fino a coprire verdure e legumi e fate cuocere per 1 ora. Quando la zuppa sarà cotta, frullate il composto e servite i piatti di minestra condendoli con olio, pepe nero ed erbe aromatiche come timo e origano. Questa deliziosa velluta di zucca e legumi può diventare l'entrée perfetta di una cena speciale con tutta la famiglia.

Se vi piacciono i legumi, un buon passato può essere preparato sia con le verdure che con questi ingredienti. Il loro connubio vi garantirà un risultato di grande gusto: una zuppa perfetta per una cena saporita prima di gustare un buon secondo piatto di carne o pesce.

Per il passato di verdure e legumi realizzate, in una pentola capiente, un soffritto con gli odori, 1 costa di sedano tritato, 1 cipolla e 1 carota tritate, uno spicchio di aglio e lasciateli dorare nell’olio d’oliva. Aggiungete, quando gli aromi saranno del tutto sciolti, 300 g di spinaci e 200 g di cavolo verza (tagliati a pezzetti), 200 g di piselli, 200 g di fagioli e 200 g di pomodori maturi. Ricoprite con 1,5 l di acqua. Aggiungete una presa di sale e lasciate cucinare tutti gli ingredienti per un’ora circa. A fine cottura frullate il tutto.

Se vi piacciono i legumi, un buonissimo passato può essere preparato con i ceci. La ricetta è molto semplice: fate cuocere 120 g di ceci secchi (dopo averli tenuti in ammollo per 12 ore) per circa 40 minuti in una pentola con acqua salata e mettete un coperchio. Trascorso questo tempo, scolate tutta l’acqua in eccesso e frullate i legumi con un frullatore a immersione aggiungendo 4 formaggini, 2 cucchiai di olio e brodo vegetale (preparato con sedano, carote e cipolle) quanto basta in base alla densità che preferite. Servite il piatto con crostini di pane caldi su cui potete sfregare un pezzetto di aglio per rendere tutto più saporito e sfizioso. Ora che sapete come preparare il passato di legumi, scegliete le combinazioni di gusto che più vi piacciono: che ne dite di abbinare le lenticchie alle patate per realizzare una golosa zuppa d'orzo? Se poi volete sperimentare un tocco rustico e originale, potete provare una gustosa zuppa di fagioli e castagne, profumata con foglie di alloro.

I passati di verdure possono essere preparati davvero in tanti modi e con tutti gli ortaggi che preferite. Una crema colorata e invitante per gusto ed estetica è sicuramente il passato di carote, dal brillante colore arancione.

PPer realizzare questo passato di verdure veloce, pulite dalla pellicina esterna e lavate 250 g di carote e tagliatele a pezzetti; fate lo stesso con 2 scalogni. Fate cuocere per circa 10 minuti queste verdure in padella con una noce di burro. Dopo questo tempo aggiungete 800 ml di brodo vegetale caldo e fate bollire. Cuocete per circa 40 minuti e quando il liquido sarà evaporato, frullate il tutto. Lo stesso procedimento veloce, potete usarlo sostituendo le carote con le zucchine.

Aggiungete 200 ml di panna da cucina al preparato per renderlo cremoso e denso oppure 200 g di formaggio spalmabile. Per la guarnizione dei piatti potete usare un rametto di prezzemolo, che renderà la preparazione ancora più invitante e profumata.

Naturalmente tutte queste zuppe cremose possono trasformarsi in primi piatti saporiti da servire a pranzo, aggiungendo della pasta, del riso o dei cereali.

Dopo aver frullato il passato di verdure fate bollire dell’acqua salata e lasciate cuocere 200 g di riso, pastina oppure del farro (o del grano) da insaporire con la crema vegetale. Ricordate di condire i primi piatti con olio a crudo e con del formaggio grattugiato, quello dal sapore che preferite, come grana o pecorino.

Anche i broccoli sono un’ottima base per preparare un primo piatto semplice ma saporito.

Tagliate a fettine, dopo averlo pulito, un porro e poi tagliate a dadini 400 g di patate. Lavate, successivamente, 450 g di broccoli scegliendo le cimette ed eliminando i gambi più duri.

Fate riscaldare, in una casseruola, 3 cucchiai di olio e 30 g di burro a cui aggiungere il porro da lasciare cuocere per 10 minuti. Unite, trascorso questo tempo, anche le patate e i broccoli. Fate insaporire per qualche minuto gli ingredienti e poi ricopriteli con 700 ml di brodo (che permetterà la cottura delle verdure) per circa 30 minuti. Ricordate di condire con sale e pepe.

A fine cottura, utilizzate il frullatore a immersione, dopo aver posizionato il composto di verdure in un contenitore, per ottenere una delicata crema di patate, porri e broccoli. Scaldate per 5 minuti la vellutata ottenuta e aggiungete qualche fogliolina di timo per renderla più speziata. Servite il piatto caldo con una spolverizzata di parmigiano grattugiato. Se, invece, amate il pesce, sappiate che il passato di broccoli sta benissimo con questo ingrediente. Guarnite, quindi, la crema di broccoli con 2 capesante grigliate per ogni porzione, o con 2 gamberi da posizionare su una fetta di pane tostato in padella con un filo di olio.

Addensare

Addensare Il passato di verdure, a seconda della quantità di acqua o brodo vegetale con cui sono state cotte le verdure, può risultare più o meno liquido. Anche se avete scelto delle verdure particolarmente ricche d’acqua, per esempio, come le zucchine, è possibile che la zuppa non abbia una buona consistenza. Sia che sia un passato di verdure già pronto, sia che sia il vostro passato di verdure fatto in casa, ci sono diversi modi per renderlo più denso e cremoso: vediamone alcuni.

Uno dei modi per addensare un passato troppo liquido è quello di realizzare un roux, un insieme di burro e farina; ne esistono diversi tipi: principalmente cotti, preparati con burro, farina e, a seconda dei tipi, brodo o latte.

Per addensare le zuppe, si prepara questo addensante con la stessa quantità di burro e farina (solitamente 40 g ognuno). Mescolate energicamente con una frusta ottenendo un composto omogeneo e poi aggiungetelo al passato di verdure cuocendo ancora per circa 10 minuti per eliminare il sapore crudo della farina.

Potete usare anche un altro metodo: aggiungete mezzo cucchiaino di burro fuso (o di olio di oliva) a un cucchiaino e mezzo di farina da versare nella zuppa quando è calda (queste dosi sono per una porzione di passato). Ricordate di cuocere ancora per 15 minuti.

Anche le patate, caratterizzate dalla presenza dell’amido, sono un ottimo trucco per addensare il passato di verdure. Grattugiate 2 piccole patate nella zuppa e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Una piccola curiosità: al posto delle patate intere potete utilizzare la fecola, un addensante efficace usato anche in pasticceria.

Altri addensanti da aggiungere alle zuppe cremose sono la panna da cucina (circa 200 ml per 1 l di passato), il formaggio spalmabile o lo yogurt, oppure ancora un tuorlo d’uovo aggiunto a un cucchiaio di panna da cucina. Infine un ultimo consiglio per ottenere un passato denso e cremoso: realizzate una purea di porri e patate e aggiungetela alla zuppa (per le proporzioni regolatevi in questo modo: 1/5 del peso della zuppa dovrà essere costituito dalla purea di verdura).

Con il formaggio si possono rendere cremosi vari passati, tra cui quello di spinaci.

Consigli

Consigli Fare un buon passato di verdure è facile: i modi per prepararlo sono tanti più o meno veloci.

Il segreto è quello di usare sempre verdura di stagione con cui preparare le zuppe da frullare per ottenere un gusto intenso; c’è anche da dire che, però, esistono tanti minestroni surgelati che si possono velocemente cucinare (in pentola a pressione, in forno a microonde oppure in pentola). Sono altrettanto molto buoni e sicuramente più pratici da preparare risparmiando il tempo impiegato a pulire e lavare le verdure.

La zuppa è venduta nei supermercati anche in forma surgelata ed è l’ideale per chi gradisce un buon piatto di minestra cremosa anche quando non è propriamente il periodo dell’anno in cui è possibile trovare a disposizione tutti gli ortaggi: le verdure sono già lavate e tagliate a cubetti e il tempo di cottura è inferiore.

Per preparare la minestra surgelata, portate a bollore l’acqua posta in una grande pentola dai bordi alti; nel momento in cui l’acqua è pronta, potete versare il contenuto della busta senza scongelare il prodotto preventivamente. Per i tempi di cottura: solitamente variano dai 35 ai 45 minuti a partire dal punto di ebollizione dell’acqua. Potete sostituire l’acqua con del brodo vegetale per un risultato più saporito.

Una volta cotte, mettetele in un frullatore per creare la versione passata.

Al minestrone surgelato e frullato potete aggiungere anche 2 patate tagliate a cubetti e lasciate cuocere in 250 ml di latte. Frullate tutti gli ingredienti in un mixer.

Anche il microonde è una buona alternativa per preparare il passato di verdure a partire dal minestrone surgelato: posizionate sul fondo di un contenitore adatto per la cottura al microonde 3 cucchiai di olio di oliva. Aggiungete, poi, le verdure della confezione surgelata e l’acqua fino a coprire il contenuto. Condite con sale e pepe e aggiungete un pomodoro a pezzi per dare un tocco di sapore in più.

Ricoprite il contenitore con la pellicola trasparente e lasciate in cottura per 20 minuti a 600 watt.

Quando la zuppa è cotta, procedete, come descritto, frullando con un elettrodomestico adatto.

Un passato sarà sicuramente più buono se condito con del formaggio grattugiato o con del peperoncino in polvere. I crostini o le fette di pane tostate, sfregate con uno spicchio di aglio o condite con un filo di olio, renderanno la pietanza ancora più sfiziosa e gradita anche dai bambini*.

* sopra i 3 anni