GalbaninoPresenta

Torta salata carciofi e galbanino

Ricetta creata da Galbani
Torta salata carciofi e galbanino
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

State pensando alla preparazione del menù di Pasqua e Pasquetta e desiderate portare in tavola, per festeggiare con la famiglia e gli amici, dei piatti sfiziosi e saporiti usando ingredienti tipicamente primaverili.

Allora proprio in un menù di Pasqua non può assolutamente mancare una deliziosa e croccante torta salata, perfetta per dare colore alla tavola e per portarla magari per un picnic all’aria aperta o una gita itinerante.

Le torte salate sono però perfette per tutte le occasioni! Sono ottimi antipasti e piatti unici e se volete organizzare uno stuzzicante aperitivo con gli amici, sono decisamente un’ottima idea.

In questa ricetta vi proponiamo una gustosa versione con carciofi, pancetta e Galbanino, che unito al pecorino darà ancora più gusto al piatto. Potete preparare questa torta salata con carciofi surgelati, oppure se avete tempo e sono di stagione, potete usare quelli freschi, in una golosa variante con gorgonzola.

Ma prima di ogni cosa, vediamo il procedimento per creare questa vera prelibatezza, che stupirà tutti i vostri commensali! Vi servirà un rotolo di pasta brisée, che potete acquistare già pronto, o se avete tempo potete prepararlo in casa. La pasta brisée è infatti una semplice preparazione base con burro, farina e acqua ghiacciata. Adesso mettiamoci all’opera!

Facile
6
55 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 rotolo pasta brisé
  2. 1 confezione cuori di carciofo surgelati
  3. 250g di Galbanino
  4. pecorino grattugiato
  5. pancetta affumicata a cubetti
  6. aglio
  7. olio
  8. vino bianco
  9. 1 uovo

Preparazione

Preparare questa torta salata con carciofi surgelati è davvero semplice. La pancetta tagliata a dadini e il pecorino daranno ancora più sapore al ripieno ed esalteranno il gusto dei carciofi. Togliete la pasta brisée dal frigo, solo prima di stenderla.

01

Fate rosolare la pancetta in una padella, e scolatene il grasso sciolto.

02

Sbollentate i cuori di carciofo in acqua salata, poi fateli saltare in padella con aglio e olio; infine sfumate col vino bianco.

03

Stendete la pasta brisé in una tortiera ricoperta di carta forno. Fate un primo leggero strato col pecorino grattugiato.

04

Poi una base con un po’ di Galbanino, aggiungete quindi i carciofi, la pancetta e una spolverizzata di pepe e ricoprite ancora con pezzetti di Galbanino.

05

Finite con una spolverizzata di pecorino. Spennellate i bordi della torta con un uovo. Infornate nel forno già caldo a 180° per 20/25 minuti.

Varianti

Le torte salate sono ricette molto versatili, che possono essere preparate davvero in tanti modi e con tanti ingredienti diversi.

Vi abbiamo proposto questa versione con i cuori di carciofo surgelati, ma è possibile prepararla anche con i carciofi freschi. Vi proponiamo, a tal proposito una sfiziosa torta salata con carciofi e gorgonzola. Per prepararla, dopo aver pulito i carciofi e cuocete in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Aggiungete un pizzico di pepe nero e del prezzemolo tritato.

In una ciotola mettete le uova sbattute, i carciofi cotti, il gorgonzola e mescolate In una teglia foderata di carta forno, srotolate e stendete la pasta brisée e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Versatevi il composto di carciofi, mettete sulla superficie qualche fiocchetto di burro, parmigiano grattugiato e pangrattato. Infornate in forno preriscaldato.

Un’altra golosissima variante accosta i carciofi alle patate, che andrete a cuocere insieme in padella, prima di versarli in una terrina e amalgamarli con le uova. Per dare un tocco ancora più filante e aromatico potete poi aggiungere della scamorza affumicata.

Se vi piacciono i sapori più decisi e saporiti potete invece sostituire la pancetta con della salsiccia sbriciolata, o dare maggiore delicatezza con l’aggiunta del prosciutto cotto.

Se infine volete un ripieno ancora più cremoso, provate ad aggiungere della ricotta e gustate una deliziosa torta salata con carciofi e ricotta. Saltate i carciofi in padella, come da ricetta e unite la ricotta all’impasto con le uova e il formaggio. Buon appetito!

Suggerimenti

La torta salata a base di carciofi vi darà tante soddisfazioni, ma se non optate per quelli surgelati, vi diamo qui qualche suggerimento per prepararli al meglio.

Innanzitutto quando dovete pulirli, rimuovete le foglie esterne e andate alla ricerca del cuore, la parte più tenera, ma prima di iniziare vi suggeriamo di strofinarvi le mani con del limone, per evitare che il liquido che fuoriesce dalla verdura, ossidandosi, vi macchi le mani. Purtroppo il nero dei carciofi ci mette un po’ ad uscire, perciò se non usate i guanti, fate una passata con il limone.

Inoltre per evitare che i carciofi puliti anneriscano, preparate una ciotola di acqua acidulata con il limone così che i cuori non si rovinino.

Se scegliete di usare la varietà di carciofi con le spine, fate attenzione alla punta che va rimossa. Quest’ultima va rimossa anche nella varietà senza spine, perché in entrambi i casi è molto dura. Procedete poi nello sfogliare il carciofo e togliete dal gambo le parti più esterne e dure. A questo punto eliminate la peluria interna, detta barba, tagliando il carciofo a metà. Nelle preparazioni che prevedono il carciofo intero, togliete la barba interna aiutandovi  con uno spelucchino o un cucchiaio.

Infine se volete preparare un buffet o delle simpatiche monoporzioni della torta salata con carciofi, seguite la ricetta e poi preparate delle mini torte salate usando uno stampo per muffin. Stendete la pasta e ricavate dei dischi di pasta con un coppapasta o un bicchiere. Sistemate la pasta nella teglia da muffin e per la guarnizione procedete come da ricetta.

Curiosità

Il carciofo è una pianta che fa parte della famiglia delle Asteracee e viene coltivata principalmente nel periodo che va da ottobre a maggio. Ne esistono diverse varietà come quello sardo, con le spine, oppure senza come quello romano, detto mammola.

La sua bontà è conosciuta nel tempo. È una pianta utilizzata in cucina fin da tempi antichi. Si dice infatti che fosse già coltivata ed utilizzata dagli antichi Egizi e successivamente dai Romani, che erano soliti cucinarli sbollentandoli in acqua e vino.

L’arrivo in Italia però, è dovuto probabilmente agli spagnoli, che lo importarono in Sicilia, che usavano concimare la terra con la cenere prima di piantare i carciofi, che dal punto di vista etimologico, pare derivino proprio dal termine cinis.

Insomma, il carciofo è un ortaggio dal retaggio antico e in qualche modo nobile, tant’è che Pablo Neruda gli dedicò addirittura un'ode!

Particolarmente conosciuto nelle cucine regionali del centro e sud Italia, il carciofo è davvero versatile e perfetto per la preparazione di ricette gustose.

Infatti è molto usato in cucina, soprattutto per la preparazione di antipasti, primi piatti, contorni, torte, pizze e focacce.

È molto apprezzato il suo abbinamento con carne e formaggi, anche se rendono molto bene anche da soli, come nella ricetta dei carciofi ripieni alla siciliana, con pangrattato, uvetta, pinoli e acciughe, buoni e perfetti come antipasto o contorno.

Prova anche

Cademartori

Ti potrebbe interessare anche