Curiosità sulla piadina

Curiosità sulla piadina

L’ORIGINE E LA STORIA DELLA VERA PIADINA ROMAGNOLA

Benché ormai sia conosciuta e apprezzata in tutta Italia, la piadina romagnola, nota anche come piada, è una tipica specialità del territorio che si estende principalmente da Forlì a Rimini. E in ciascuna località prende una sua forma peculiare. Ma qual è la storia e l'origine del suo nome? La ricetta della tradizione la vuole impastata con il grano o con i cereali? E ancora: è un pane o una focaccia? Se vuoi trovare risposta a queste domande non ti resta che continuare a leggere questa pagina, quel che è certo è che davanti a una buona piadina farcita nessuno sa resistere.
Le origini del nome

Le origini del nome

Il nome piadina può derivare dal greco "platokis" (focaccia), ma non è che una delle tante idee sull'origine del nome, chi la vuole collegata al romagnolo "piè, piès" rassodarsi, chi a "fiadone" una preparazione simile che troviamo in Abruzzo. L'origine potrebbe rifarsi ai tanti pani azzimi orientali e che nel Talmud babilonese "pita" indica un pezzetto di pane. Altri vorrebbero collegare il nome all'asse di legno dove si appoggiano i prodotti da forno: piàdena".
Tante piadine

Tante piadine

Vi son piade e piade, il territorio è quello che va dall'Appennino tra Forlì e Rimini, ma è diffusa anche nel ravennate fino a sconfinare nel Montefeltro. Logico quindi trovarne più versioni: la piadina forlivese e ravennate è più spessa (sa più di pane), mentre nel riminese (piada) tendono a stenderla molto sottile, quella montefeltrina (crescia) è sfogliata e saporita. La piadina è oggi conosciuta, preparata e gustata in tutta Italia.