Santa LuciaPresenta

Pizza integrale con mozzarella di bufala

Ricetta creata da Galbani
Pizza integrale con mozzarella di bufala
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Oggi vogliamo proporvi una pizza davvero speciale, con un gusto avvolgente e allo stesso tempo rustico, perfetta per la stagione autunnale o invernale. Avete in programma una cena con gli amici? Ecco una pizza ottima da realizzare in casa: la pizza integrale con la deliziosa Bufalina Santa Lucia, noci e speck. Questo condimento è davvero interessante e bilanciato, si tratta di una ricetta davvero gourmet che vi conquisterà al primo boccone.

Per realizzare questa pizza abbiamo scelto di utilizzare un impasto con farina integrale. Infatti, questo tipo di farina è perfetta per donare carattere alle vostre ricette e accogliere gli abbinamenti più deliziosi. L'impasto che vi proponiamo inoltre non è per nulla difficile da realizzare, si prepara con poco lievito e il risultato sarà una pizza alta e molto soffice, con una crosta croccante, buonissimo!

Se provate questa ricetta vi assicuriamo che diventerà un vero e proprio rituale: non potrete fare a meno di preparare una buona pizza il sabato sera in compagnia dei propri amici. Ovviamente potete divertirvi e inventare gli abbinamenti e i condimenti che preferite. Il bello della pizza è che ci sono poche regole, rispettate pochi e semplici passaggi: potrete divertirvi e sprigionare tutta la vostra creatività!

La ricetta della pizza integrale prevede un impasto che deve essere molto ben idratato, fate attenzione perché la farina integrale assorbe molto di più rispetto alla farina di grano duro. A parte questo piccolo accorgimento sarà facilissimo realizzare la vostra pizza integralefatta in casa.

Mettete insieme tutti gli ingredienti, allacciate il grembiule e seguite i passaggi per un risultato perfetto!

Media
2
75 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 400 g farina integrale
  • 200 g farina 0
  • 5 g lievito di birra fresco
  • 20 ml olio di oliva
  • 350 ml acqua
  • 10 g sale fino

 Per condire:

  • 300 ml passata di pomodoro
  • 100 g speck (fetta unica o pezzo intero)
  • 250 g Bufalina Santa Lucia
  • q.b. granella di noci

Preparazione

Ecco come realizzare la vostra pizza integrale con la bufalina:

01

Prima di tutto dovrete preparare l'impasto della pizza. In una ciotola mescolate le due farine. Nel frattempo. sciogliete il lievito in acqua a temperatura ambiente e iniziate a impastare aggiungendo gradualmente tutta l'acqua.

02

Adesso, unite l'olio e il sale. Impastate finché non otterrete un panetto liscio e omogeneo.

03

Mettete a lievitare l'impasto in un contenitore coperto con una pellicola trasparente per almeno 3 ore. Una volta che l'impasto sarà raddoppiato di volume riprendetelo, dividetelo in due panetti e iniziate a stenderli inserendoli nella teglia già unta con olio d'oliva.

04

Lasciate ancora lievitare per qualche minuto e poi condite la superficie con della passata di pomodoro, sale, origano e un giro d'olio. Infornate a 220° e lasciate cuocere per 20 minuti.

05

Intanto tagliate la bufalina a fettine sottili. Trascorsi i 20 minuti disponete la mozzarella e gli ultimi ingredienti ovvero lo speck e le noci fatte a granella. Infornate per altri 5 minuti finché la mozzarella non si sarà sciolta.

06

Gustate la vostra pizza calda e appena sfornata!

Varianti

Oggi vi abbiamo proposto una variante alla normale pizza preparata con farina di grano duro. Infatti, utilizzando la farina integrale otterrete un impasto dal sapore rustico, perfetto per condimenti dal gusto intenso e saporito. In pochi e semplici passaggi otterrete una pizza in teglia morbida e croccante all'esterno. Ovviamente la pizza fatta in casa può essere realizzata in molti modi diversi: più alta, più bassa, e scegliendo la farina che preferite. Un'alternativa che piace sempre molto è la pizza realizzata con farina di kamut. Questa farina, infatti, è molto delicata e si sposa perfettamente con qualsiasi condimento.

Se invece preferite attenervi alla ricetta di base con la farina integrale vi consigliamo di realizzare una variante con le verdure. Infatti, la farina integrale è perfetta anche per ospitare dei ripieni dal gusto più delicato. Provate a realizzare una pizza con una base di ricotta, arricchita con delle verdure passate al forno e con la mozzarella. Questa combinazione rustica si sposa perfettamente con questo impasto! Se amate a tal punto questo impasto e il suo gusto, vi consigliamo di optare per una variante molto semplice: una bella Pizza Margherita o una Marinara, esalterà alla perfezione questa pizza integrale.

Volete sperimentare invece un sapore più stuzzicante? Provate a realizzare una pizza con pomodori secchi, ricotta e rucola. Un gusto intenso e allo stesso tempo perfetto per la stagione estiva. Se vi piace potete condire tutto con dell'olio al peperoncino, questa nota piccante esalterà ancor di più la vostra ricetta! Se volete un'alternativa che può piacere proprio a tutti vi consigliamo di realizzare una focaccia di patate con prosciutto cotto e formaggio. Una combinazione molto delicata che piacerà anche ai bambini*. Preferite una variante vegetariana? Provate la focaccia di patate e rosmarino tritato, il suo profumo vi conquisterà!

*sopra i 3 anni

Consigli

Realizzare una pizza fatta in casa non è affatto complicato, potete infatti ottenere un impasto in pochi e semplici passaggi: basterà rispettare i tempi di lievitazione, in modo da ottenere un impasto morbido e arioso. La pizza integrale, come abbiamo già accennato, ha solo bisogno di qualche accortezza, soprattutto per quanto riguarda la quantità di acqua e farina.

La farina integrale, infatti, tende ad assorbire maggiormente l'acqua, per cui sarà necessario fare attenzione a ottenere un impasto che sia il più umido e idratato possibile.

Se volete variare il tipo di farina potete anche provare a utilizzare della farina di farro, seguendo sempre le indicazioni e i passaggi di questa ricetta. Inoltre, la farina integrale, così come le farine senza glutine, possono essere leggermente più difficoltose da impastare. Ma non preoccupatevi, basterà dedicare qualche minuto in più a questa fase per ottenere un panetto perfettamente liscio e omogeneo. Ovviamente non dovete utilizzare solo la farina integrale, per aiutarvi potete creare il vostro personale mix di farine tra integrali e non.

Per quanto riguarda il condimento, se non gradite lo speck, potete sostituirlo con qualcosa di più delicato come il prosciutto crudo e il prosciutto cotto. Cercate sempre di valutare bene gli ingredienti che volete disporre sulla vostra pizza, non esagerate, la semplicità vince sempre. Detto questo divertitevi a creare delle varianti gustose combinando i salumi e i formaggi che più vi piacciono, aggiungendo un po' di colore con le verdure di stagione: non ve ne pentirete!

Curiosità

Strano pensare come un semplice impasto di farina, lievito, acqua e olio sia diventato un piatto così intramontabile in tutto il mondo! La pizza piace proprio a tutti e ormai è conosciuta in tutto il mondo. Detto questo però le origini della pizza sono italiane, anzi, precisamente napoletane. Addirittura, nel 2017 la pizza napoletana è stata riconosciuta come patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Un vero e proprio riconoscimento che ha dato luogo a un vero e proprio rigore nella sua preparazione, che tutti i pizzaioli studiano e si tramandano di generazione in generazione.

La pizza ha una tradizione lunghissima, originariamente veniva consumata bianca, molto più simile a una focaccia. Poi quando dall'America arrivò il pomodoro nacque la versione della pizza rossa, senza mozzarella. Quindi possiamo dire che una delle pizze più antiche è quella che oggi viene definita pizza alla Marinara.

Tra il 1700 e il 1800 Napoli era una città molto popolata e in fermento, e la pizza era una pietanza molto diffusa, perché era economica e alla portata proprio di tutto. Nonostante la sua semplicità pian piano la fama della pizza crebbe sempre di più, fino ad arrivare anche sulle tavole degli aristocratici.

Le prime pizzerie nacquero ovviamente proprio a Napoli, erano dei forni affacciati in strada che sfornavano tantissime pizze al giorno. La pizza Margherita nacque a fine dell'800 in onore della Regina Margherita di Savoia. L'idea la ebbe un famoso pizzaiolo che decise di rendere omaggio alla regina creando una pizza che avesse i colori della bandiera italiana: bianco con la mozzarella, rosso con il pomodoro e verde con delle foglioline di basilico fresco. Pare che la regina rimase incantata da questa nuova ricetta, e così diventò una delle pizze più amate di sempre!

Scopri di più