Focaccia greca con salsa tzatziki

Ricetta creata da Galbani
Focaccia greca con salsa tzatziki
Vota
Media0

Presentazione

La focaccia greca, anche chiamata pita nella sua versione base più simile al pane, è una ricetta molto facile da preparare, caratterizzata da un impasto morbidissimo e facile da preparare, che può essere facilmente realizzata in casa.

La focaccia greca è una versione forse ancora più semplice della nostra focaccia, in realtà è molto simile a livello di ingredienti, in quanto presenta un impasto base fatto di: farina, lievito di birra, acqua, sale e olio d’oliva. Può essere cotta sia in forno in una teglia che in padella, se si ha poco tempo. Può essere utilizzata come un pane, per accompagnare le proprie portate oppure come piatto unico se viene farcita. Oggi ve la presentiamo nella sua versione farcita, con Cotto di tacchino Galbacotto e una deliziosa salsa tzatziki fatta in casa. Sarà un procedimento davvero facile da preparare in casa, infatti vogliamo proporvi la ricetta con cottura in padella, che se si ha poco tempo è la soluzione perfetta per arricchire il proprio menu. Questa ricetta è perfetta anche nelle occasioni di festa come Natale o Pasqua, ottima per i buffet o pranzi al volo!

La parte più lunga è quella della lievitazione, ma una volta preparato l’impasto basterà formare i panetti e cuocerli velocemente. Con la variante della focaccia greca cotta in padella, otterrete un risultato croccante all’esterno e morbido e fragrante all’esterno, pronta da farcire.

Il condimento che vi consigliamo per farcire è il seguente, ma voi potete realizzare la vostra personalissima ricetta: con Mozzarella Santa Lucia, Cotto di tacchino Galbacotto e salsa tzatziki, preparata con Ricotta Santa Lucia, aglio, cetrioli olio e sale, deliziosa!

La focaccia greca ripiena è un pranzo perfetto quando si ha poco tempo ma non si vuole rinunciare al gusto. Inoltre è davvero perfetta anche per accompagnare secondi piatti oppure insalate. Nell’usanza mediorientale la pita viene anche utilizzata per accompagnare il delizioso hummus di ceci, un abbinamento vincente assolutamente da provare!

Media
4
150 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 350 g farina 0
  • 190 ml acqua
  • 1 cucchiaio d'olio
  • 2 cucchiaini di sale
  • 10 g lievito fresco

Per il Condimento

  • q.b. sale fino
  • q.b. origano
  • q.b. olio di oliva

Salsa tzaziki:

  • 400 g Ricotta Santa Lucia
  • 1 cetriolo (175 g circa)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 20 g d'olio extravergine

Preparazione

Fare la focaccia greca non è affatto difficile, si tratta di prendere confidenza con l'impasto e rispettare i tempi di lievitazione, per il resto otterrete in men che non si dica una focaccia deliziosa!

01

Prima di tutto dovete preparare l’impasto. Sciogliete il lievito in un po’ d’acqua a temperatura ambiente. Iniziate ad aggiungere la farina pian piano e iniziate ad impastare. Aggiungete poi l’olio d’oliva e, alla fine, il sale. L’impasto che dovete ottenere dovrà essere soffice ma non troppo appiccicoso, a questo punto lasciatelo lievitare per almeno 1 ora, coprendolo con della pellicola.

02

Trascorsa un’ora è tempo di riprendere il composto e dividerlo in 4 panetti, otterrete così 4 focaccine. Iniziate a stenderle con un mattarello e lasciatele riposare, coperte da un panno per altri 15 minuti.

03

A questo punto scaldate una padella antiaderente e aggiungete un filo d’olio. Adagiate una ad una le vostre focaccine e cuocetele finché non saranno dorate. Nel frattempo spennellate la superficie della focaccia con olio d’oliva, sale e origano. Giratele quando la parte inferiore risulterà ben cotta.

04

È il momento della salsa: grattugiate i cetrioli avendo cura di rimuovere tutti i semi, e lasciatelo riposare finché non avrà perso un po’ di liquidi, ci vorrà almeno un’ora. Versate in una ciotola la ricotta Santa Lucia aggiungete olio, l’aceto e aggiustate di sale. Strizzate bene il cetriolo e immergetelo nella salsa e mescolate finché tutti i sapori non saranno amalgamati. Riponetela in frigo fino al momento dell’utilizzo.

05

Ora potete comporre la vostra focaccia greca, tagliatela a metà con un coltello e inserite delle fette di Mozzarella Santa Lucia, il Cotto di tacchino Galbacotto  e la vostra deliziosa salsa tzatziki.

Varianti

La focaccia greca è un cibo lievitato davvero facile da realizzare, per questo ha fatto nascere tantissime varianti, un po’ come le nostre torte salate di pasta sfoglia! Se preferite, per preparare l’impasto della vostra focaccia potete utilizzare il lievito madre. Questo darà alla vostra focaccia una consistenza ancora più morbida e un gusto leggermente più deciso. Un’altra valida alternativa al lievito è il bicarbonato, che con la cottura in padella reagisce bene.

Per variare potete anche sbizzarrirvi e provare diverse farine con cui preparare la vostra focaccia. La farina integrale o quella di cereali darà un aspetto più rustico e un sapore più intenso alla vostra focaccia, se preferite potete anche preparare una versione senza glutine con la farina di riso.

Un modo per consumare la focaccia greca è senz’altro quello di utilizzarla come pane, semplicemente senza alcun ripieno, ha un sapore così delicato che è in grado di accompagnare anche i piatti più ricercati. Inoltre, è perfetta se si vuole fare la scarpetta!

Infatti per la sua versatilità la focaccia greca si abbina benissimo anche alla cucina italiana, anche se racchiude diverse varianti anche tipicamente greche. Una tra queste è ad esempio la gyrospita, una focaccia greca farcita con carne di maiale, insalata, cetrioli, cipolla e crema di formaggio.

Se si preferisce una versione vegetariana si può anche sostituire alla carne della feta o delle uova, e aggiungere peperoni o pomodorini e olive nere per insaporire ancor di più. Buonissima anche con l’aggiunta di patate al forno condite con il rosmarino.

Spesso la focaccia greca, o pita, viene anche riempita con falafel e salsa di ceci, soprattutto nella cucina mediorientale questo è un piatto molto sfruttato, e che oggi si sta diffondendo sempre di più anche da noi, senz’altro da provare!

Suggerimenti

Ora che sapete il procedimento non vi resta che preparare la vostra focaccia greca fatta in casa, per poi farcirla come più preferite. Il trucco per ottenere un’ottima focaccia è quella di renderla ben croccante all’esterno e lievitata e gonfia all’interno, così sarà molto facile da farcire!

Certe ricette tradizionali prevedono che l’impasto vada preparato senza lievito, in questo modo si ottiene una pita molto più bassa e croccante. La pita, in questo caso, assomiglierà un po’ di più alla piadina nostrana. Anche in questo caso viene utilizzata allo stesso modo sia per accompagnare pietanze come pane, oppure per essere farcita con vari ripieni. Se vi piace l’idea seguite la ricetta di base e semplicemente evitate di aggiungere il lievito, cuocete l’impasto in padella e avrete una pita tipicamente dal sapore mediorientale.

La focaccia greca senza lievito può essere poi condita in diversi modi, l’usanza vuole che venga “pucciata” direttamente nell’hummus, una vera delizia! Infatti per la sua consistenza un po’ più secca la pita senza lievito è perfetta per accompagnare salse e altre preparazioni cremose.

Questa versione più sottile può anche diventare un comodo contenitore di insalate, basterà dargli la forma di una ciotola e, una volta cotta, potrete inserirvi dentro la vostra insalata, vi farà da piatto e da companatico allo stesso tempo!

In questa ricetta vi abbiamo mostrato il procedimento per la cottura in padella, facile e veloce, ma potete anche cuocere la vostra focaccia greca al forno. In questo caso dovrete preriscaldare il forno alla temperatura più alta che avete, questo consentirà alla focaccia di gonfiarsi e creare così la “tasca” in cui poi andrete a inserire il vostro ripieno.

Curiosità

La focaccia greca è conosciuta anche con il nome di pita, e sebbene sia usata e condita in modo molto simile alla nostra focaccia, in realtà viene più spesso utilizzata come pane, per accompagnare diversi tipi di pietanze. Questo tipo di preparazione non è solo tipica della Grecia, ma è diffusa in tutto il Medio Oriente, dove viene realizzata e accompagnata a ingredienti anche molto diversi tra loro.

Ad esempio, in Medio Oriente si realizza quello che tutti conosciamo come pane arabo o pane turco, molto simile ma comunque diverso dalla focaccia greca, soprattutto per il modo in cui viene riempito.

La versione più simile al pane della focaccia greca è proprio la pita. Questo termine ormai si è diffuso anche in Italia. Precedentemente stava ad indicare un tipo di pane basso, usato nella cucina dei Balcani. La pita però ha tanti nomi, infatti alcuni modi di chiamare pressoché lo stesso impasto sono: come abbiamo visto il pane arabo è un cugino, e molto vicino, della pita originale greca, ma c'è anche il pane libanese o siriano, simile e allo stesso modo nell'impasto, ma molto diverso in quanto viene condito principalmente con piatti di carne molto speziati e spesso piccanti.

Un pane così diffuso ha avuto un’origine davvero antica. Pare sia nato tantissimi anni fa in Mesopotamia, qui veniva preparato un impasto dalla forma circolare e dall’aspetto schiacciato. La mollica doveva essere poca, proprio perché anche allora si prestava a ospitare ripieni diversi. Alcuni pensano che dal termine “pita” molto usato e antico, derivino anche i termini di “pizza” e “piadina”, anche queste ultime parenti di questa ricetta così antica che poi è stata rivisitata in vari territori.

Prova anche

Scopri di più