GalbaninoPresenta

Cavolfiore in padella

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

Il cavolfiore è un ortaggio molto diffuso che si presta a diverse preparazioni. Molte ricette di contorni, primi o secondi piatti lo vedono protagonista.

Con il suo sapore dolce, il cavolfiore si presta alla realizzazione di creme e condimenti delicati o caratterizzati da contrasti di gusto che si possono ottenere con la semplice aggiunta di erbe aromatizzate o spezie.

In questa pagina vi mostreremo come prepararlo in modo sfizioso e saporito. Seguite la nostra preparazione per portare in tavola il cavolfiore in padella.

Per prima cosa dovrete pulire il cavolfiore in modo tale da ricavarne le cimette. Queste verranno prima cotte in un po' d'acqua salata bollente per renderle più morbide, poi condite con gli altri ingredienti.

Verificate la cottura infilzando le cimette con la forchetta: infatti, dovranno risultare più soffici ma non dovranno disfarsi. Un condimento semplice e saporito e, infine, il tocco finale: Il Galbanino Fior di Fette che, sciogliendosi, si amalgamerà per bene con il cavolfiore.

Provate il nostro cavolfiore in padella come contorno per secondi e piatti di carne o pesce, grazie a questa ricetta riuscirete a far apprezzare la verdura anche ai vostri bambini*.

*sopra i 3 anni


Facile
4
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di cavolfiore
  2. 1 spicchio d'aglio
  3. 1 bicchiere d'acqua
  4. 3 cucchiai di pangrattato
  5. 2 cucchiai di formaggio grattugiato
  6. 4 fette di Galbanino Fior di Fette Galbani
  7. 2 foglie di basilico
  8. 2 foglie di prezzemolo
  9. noce moscata q.b.
  10. olio extravergine d'oliva q.b.
  11. sale q.b.

Preparazione

  • Iniziate a preparare il cavolfiore in padella lavandolo e dividendo le cimette.
  • In una padella dai bordi alti versate un filo di olio extravergine d'oliva e fatevi rosolare lo spicchio d'aglio mondato e finemente tagliato. Fatelo rosolare per qualche minuto, quindi aggiungete il cavolfiore. Versate l'acqua, salate e cuocete per circa 15 minuti, finché il cavolfiore non risulterà morbido.
  • Intanto, lavate basilico e prezzemolo e tritateli insieme. Aggiungeteli al cavolfiore insieme alla noce moscata, coprite e cuocete per 5 minuti. Aggiungete anche il pangrattato e il formaggio grattugiato e mescolate per qualche minuto.
  • In ultimo, aggiungete anche il Galbanino Fior di Fette direttamente sul cavolfiore. Aspettate che questo si sia sciolto, quindi spegnete il fuoco e servite il cavolfiore in padella.

Curiosità

Il cavolfiore è un ortaggio di origine mediterranea che ha una stagionalità lunga, infatti è possibile trovarlo sui banchi del mercato dalla primavera fino all'autunno.

Esistono diversi tipi di cavolfiori: bianchi, verdi e viola. La differenza della colorazione dipende principalmente dall'esposizione al sole e dalle caratteristiche del terreno.

Questa preparazione utilizza solo la parte più tenera dell'ortaggio: le cimette del cavolfiore. Ciò rende questa ricetta semplice, veloce e pratica.


Il cavolfiore in padella con il formaggio fuso è una vera leccornia: può essere servito come un sfizioso contorno gustoso per secondi, ma anche come secondo piatto con la semplice aggiunta, per esempio, di una dadolata di prosciutto cotto.


Del cavolfiore, però, è possibile cucinare non solo le cimette, ma tutto l'ortaggio, compreso il gambo e le foglie. Quest'ultime, infatti, saltate in padella con un filo di olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio, sono ottime con gli spinaci e altre verdure a foglia, per realizzare saporiti contorni, conditi semplicemente con un po' di erbe aromatizzate, pepe o peperoncino.

Il cavolfiore può essere cotto con il torsolo e i gambi in abbondante acqua salata con qualche spicchio di limone, che smorza il caratteristico odore dell'ortaggio. Per diminuire i tempi di cottura, seguite i nostri consigli per la ricetta del cavolfiore in pentola a pressione.

Ma, poiché il cavolfiore è reperibile anche in estate, vi suggeriamo di provare anche il cavolfiore in insalata: anche per questa ricetta vanno selezionate e cotte le cimette. Lasciatele un po' croccanti e mescolatele, per esempio, con il tonno e qualche filetto di acciuga. Condite con un po' di succo di limone e un filo di olio, servite il piatto freddo, o tiepido, come secondo saporito anche nella stagione più calda.