Come gratinare

Galbani
Galbani
Come gratinare
Gratinare è un procedimento base previsto in tantissime ricette, dai primi piatti agli antipasti, fino ai secondi piatti: pennette al forno, carne al latte, patate al forno light, verdure e torte salate assumono tutto un altro sapore se ricoperte da uno strato croccante di gratinatura su tutta la superficie.

Ci sono tantissimi modi per ottenere la gratinatura, a seconda che dobbiate cucinare le verdure, la pasta o il pesce.

La cosa più semplice da fare per preparare una gratinatura ad hoc è attivare la funzione grill all’interno del forno a una temperatura elevata, che permette di realizzare una crosticina gustosa.

In realtà, però, ci sono tantissimi altri modi per gratinare. Si può gratinare senza forno? E se sì, come? Preparatevi a scoprire modi nuovi, veloci e fantasiosi per ottenere piatti unici e gustosi, eccezionali sotto tutti i punti di vista!

Come gratinare in padella

Come gratinare in padella Vi piacerebbe mangiare un bel contorno a base di finocchi gratinati ma non avete la possibilità di usare il forno? Nessun problema: vi insegneremo il metodo per gratinare in padella, partendo dalla ricetta per preparare i finocchi gratinati in padella!

La gratinatura in padella si ottiene in maniera differente rispetto alla gratinatura al forno, poiché cambiano gli strumenti da cucina e i tempi di cottura. Ma per scoprire il modo migliore per ottenerla, la prima cosa è fare pratica! Quindi, se volete deliziarvi con uno dei piatti gourmet più amati e portare in tavola un contorno prelibato, scoprite la versione in padella della gratinatura realizzando questa golosa ricetta.

Ecco gli ingredienti per realizzare i finocchi gratinati per 4 persone: 3 finocchi; 1 spicchio d’aglio; 2 cucchiai di pangrattato; 4 cucchiai di formaggio grattugiato; 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva; ½ cucchiaino di pepe nero; un pugno di prezzemolo; sale q.b.; 1 dado vegetale per il brodo (facoltativo).

Sciacquate bene i finocchi, puliteli e tagliateli a spicchi sottili. Nel frattempo, in una padella abbastanza ampia e capiente, mettete l’olio e insaporitelo con uno spicchio d'aglio. Dopo qualche minuto, non appena si è riscaldato, versate in padella i finocchi, il sale e il pepe e fateli cuocere a fuoco alto per qualche minuto. Dopodiché aggiungete nella padella ½ bicchiere di brodo vegetale o, in alternativa, ½ bicchiere d'acqua e cuocete finché i finocchi non si ammorbidiscono (potete aggiungere altra acqua, se lo ritenete opportuno).

Non appena i finocchi sono morbidi e cotti, spolverizzate con il pangrattato e con abbondante parmigiano, aggiungete anche il prezzemolo, lavato e sminuzzato, mescolate e fate cuocere per qualche minuto. Passato questo tempo, spegnete il fuoco e coprite la padella con un coperchio in modo da permettere al formaggio di sciogliersi e fondersi con il pangrattato e i finocchi. Aspettate circa 4-5 minuti e poi portate in tavola!

Ottenere una pasta con gratinatura croccante senza metterla in forno si può: basta unire semplicità e fantasia!

Vi serviranno 3 cucchiai di pangrattato; 1 cucchiaio di paprika; ½ cucchiaio di peperoncino; 1 cucchiaio abbondante di olio extravergine d'oliva; 2 cucchiai di parmigiano grattugiato; 30 g di provola affumicata.

Per prima cosa, procedete con la preparazione del vostro piatto di pasta preferito. Per 4 persone usate 350 g di pasta e poi, per il condimento, regolatevi semplicemente con dosi e porzioni a seconda delle vostre preferenze alimentari.

Quindi versate la pasta nella pentola bollente con abbondante acqua salata e fate cuocere. Nel frattempo, mettete l’olio extravergine d'oliva in padella, fate scaldare un po', poi versate il pangrattato e le spezie e riscaldate per meno di 1 minuto.

Scolate la pasta al dente, versatela nella padella con gli ingredienti in polvere e aggiungete anche un po' di acqua di cottura. In ultimo unite anche il parmigiano grattugiato e la provola affumicata tagliata a cubetti, mescolate bene e fate amalgamare gli ingredienti. Cuocete per circa 1 minuto: sentirete che croccantezza!

Come gratinare in forno

Come gratinare in forno Ci sono molti trucchi utili per gratinare in forno nel migliore dei modi. Pronti a scoprirli? Bene, gratinare in forno è molto semplice e richiede soltanto alcuni accorgimenti per ottenere il massimo del gusto. Dopodiché potrete portare in tavola tantissime ricette gustose, come ad esempio le penne gratinate alla siciliana e tutti i tipi di verdura che più preferite!

La prima cosa da sapere è che ci possono essere due tipi di gratinatura: la prima, la più comune e conosciuta, è la gratinatura finale, che si ottiene proprio all’ultimo momento. La seconda è la gratinatura da realizzare durante la cottura. Sono entrambe molto buone e rendono ogni tipo di cibo prelibato.

La gratinatura finale si ottiene di solito con i piatti precotti, nei quali si realizza uno strato di gratinatura con il pangrattato, il formaggio grattugiato e tocchetti di burro, per ottenere la croccantezza in superficie. Mettete il cibo in una pirofila e sistematela sul ripiano più alto del forno a 180° con la funzione grill attiva.

La gratinatura in cottura, invece, si realizza utilizzando il liquido di cottura dei cibi, ad esempio besciamella, acqua, olio, panna e salse. L’importante è che le quantità siano abbondanti, per evitare che i vostri piatti risultino troppo asciutti.

Ecco una ricetta sfiziosa per 4 persone: la ricotta al gratin. Per realizzarla vi serviranno: 200 g di farina; 2 uova; 200 ml di latte; 400 g di ricotta; 60 g di di formaggio grattugiato; ½ cucchiaino di sale; ½ cucchiaino di pepe.

Mescolate farina, uova e latte, aggiungete la ricotta e, con l'aiuto di una frusta, mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Unite anche sale, pepe e formaggio grattugiato, mescolate e mettete tutto in una teglia. Cucinate in forno a 180° per 40 minuti e, dopodiché, servite ben calda!

Come gratinare al microonde

Come gratinare al microonde Gratinare al microonde è un’idea veramente ottima e veloce che vi permette di ottenere cibi buonissimi in ogni stagione, anche d’estate, quando aprire il forno nella propria cucina sembra impensabile!

Per preparare la pasta al gratin per 6 persone, in alternativa alla pasta al forno, vi serviranno: 250 ml di latte; 30 g di farina; 30-40 g di burro; ½ cucchiaino di sale; 1 cucchiaino di noce moscata; 200 g di prosciutto cotto; 400 g di pasta o di riso; 3 melanzane; 2 uova sode; 1 mozzarella; 60 g di parmigiano; sale.

Preparate la besciamella con 30 g di burro e la farina, mettendoli in un pentolino insieme al latte. Mescolate il composto per bene in modo da non lasciare grumi e non appena ottenete una crema densa e morbida aromatizzate con noce moscata e sale.

A questo punto cucinate e scolate la pasta che avete scelto. Prendete poi una teglia da microonde, nel fondo mettete la besciamella e poi aggiungete la pasta cotta con tutti gli ingredienti restanti: il prosciutto cotto, le melanzane sbucciate e tagliate a cubetti, la mozzarella tagliata a fettine e le uova sode tagliate a pezzetti. Prima di accendere il microonde alla massima potenza e con la funzione grill per 10 minuti, spolverizzate sulla pasta il parmigiano e qualche tocchetto di burro. Trascorso il tempo di gratinatura, dividete in 6 golose porzioni e servite!

Come gratinare senza pangrattato

Come gratinare senza pangrattato Avete voglia di gratinare ma non avete il pangrattato già pronto e nemmeno il pane per farlo in casa? Ecco una ricetta facile, saporita e gustosa che risolverà il problema: il cavolfiore gratinato in padella, una bontà davvero irresistibile per un contorno con i fiocchi!

Gli ingredienti per 4 persone sono: 1 kg di cavolfiore; 50 g di parmigiano grattugiato; 1 cucchiaio di aceto di mele; 1 spicchio d'aglio; ½ cucchiaino di sale; 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva.

Mettete abbondante acqua salata in una pentola e portate a bollore. Nel frattempo lavate il cavolfiore, dividetelo in cimette sottili, poi versate nella pentola bollente e lasciate cuocere finché il cavolfiore non sarà diventato morbido.

In una padella capiente versate l’olio extravergine d'oliva e l’aglio, aggiungete anche il cavolfiore cotto e il parmigiano. Mescolate bene e fate cuocere finché il parmigiano non si scioglie, formando la crosticina dorata tanto amata. Portate a tavola ben caldi e godetevi il vostro contorno!

Come gratinare le verdure

Come gratinare le verdure Gratinare le verdure è molto facile: zucchine, zucca, cavolfiori e broccoli gratinati, assumono tutto un altro gusto e un’altra forma con la gratinatura!

Per gratinare le vostre verdure di stagione preferite, realizzate un’impanatura irresistibile con 60 g di pangrattato, 60 g di parmigiano e 1 cucchiaino di origano.

Lavate e tagliate le verdure, conditele con un filo d’olio extravergine d'oliva e infornate su una teglia a 180° per 40 minuti.

Passati i 40 minuti, tirate fuori le verdure dal forno e distribuite l'impanatura che avrete realizzate durante la cottura. Infornate per altri 10 minuti e… le verdure gratinate sono pronte da mangiare!

Come gratinare la pasta

Come gratinare la pasta Qualsiasi pasta decidiate di preparare, con la gratinatura acquisterà un sapore irresistibile. Un esempio? Pensate alle semplici pennette lisce: gratinate diventeranno davvero speciali.

Per prepararle, iniziate con il preriscaldare il forno a 200°. Preparate anche l'acqua per la pasta, mettendola a bollire in una pentola capiente. Non appena bolle, versate 1 cucchiaio di sale e 300 g di pennette lisce e fatele cuocere per circa 10 minuti.

Nel frattempo, lavate e tagliate a dadini 10 pomodori pelati e 300 g di mozzarella. Passati i 10 minuti, scolate la pasta, mescolatela con 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva e mettetela in una teglia da forno. Ricopritele con uno strato compatto di pomodori e di mozzarella e infine salate e pepate, rispettivamente con ½ cucchiaino di sale e ½ cucchiaino di pepe.

Fate cuocere in forno a 200° per circa 10 minuti e, dopodiché, le vostre pennette gratinate saranno pronte per essere gustate!

Come gratinare il pesce

Come gratinare il pesce Capesante, sogliola, orata, pescespada e altri tipi di pesce possono essere preparati al gratin in maniera molto semplice con la besciamella, il pangrattato e il parmigiano.

L’importante è preriscaldare il forno a 180°. Una volta preparato il pesce nel modo preferito, ricopritelo con un cucchiaio di besciamella e cuocetelo per 5-10 minuti con la funzione grill.

Stessa regola vale per il pangrattato e il parmigiano: a 5-10 minuti dalla fine della cottura, ricoprite il pesce in superficie con uno strato abbondante di parmigiano e pangrattato e fate cuocere con la funzione grill del forno: otterrete una croccantissima gratinatura!