Come farcire le tigelle

Galbani
Galbani
Come farcire le tigelle
Oggi scoprirete come delle semplici focaccine possono diventare le protagoniste di buonissimi piatti da servire a partire dalla colazione, fino ad arrivare alla cena: stiamo parlando delle tigelle, un pane tipico dell’Emilia Romagna il cui sapore ricorda quello della sua cugina piadina e che, come quest'ultima, è perfetto per essere arricchito da gustose farciture. Oggi vi daremo consigli su come preparare un buonissimo impasto e come utilizzarlo, scegliendo gli ingredienti giusti per ogni occasione.

Come farcire le tigelle per la colazione

Come farcire le tigelle per la colazione Le tigelle sono focaccine deliziose perfette anche per la prima colazione, si trovano facilmente in tutti i supermercati ben forniti, ma, se volete che i vostri ospiti o i componenti della vostra famiglia apprezzino ancor di più il vostro sforzo culinario per prendervi cura di loro, potete anche prepararle in casa. Il procedimento per realizzare le tigelle è facile e non implicherà grosse difficoltà. Vi serviranno: 500 g di farina 00; 250 g di farina 0; 200 ml di acqua tiepida; 300 ml di latte; 1 cubetto di lievito di birra; 60 g di strutto; 50 ml di olio extravergine d’oliva; sale.

Per prima cosa, setacciate le due farine nella ciotola della planetaria; scaldate leggermente il latte in un pentolino e fatevi sciogliere il lievito. Quindi, versate il latte e filo sulle farine e cominciate a impastare con il gancio a forma di uncino. Aggiungete lo strutto a pezzettini e una volta che si è amalgamato all’impasto, versate anche l’olio a filo e l’acqua. Quando l’impasto si sarà incordato al gancio e si sarà completamente staccato dalle pareti della ciotola, risultando liscio e omogeneo, aggiungete una presa di sale. Trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata e continuate a impastare a mano per qualche minuto. Formate una palla e trasferitela in una ciotola; copritela con la pellicola e lasciatela lievitare in un luogo asciutto per 2 ore circa. Un consiglio per una lievitazione più efficace: mettete la ciotola nel forno spento, riscaldato a 50°, con la sola luce di cortesia accesa; quindi continuate la lievitazione per altre 8 ore in frigorifero. Una volta che l’impasto è pronto, trasferitelo sulla spianatoia infarinata, schiacciatelo leggermente con le mani e stendetelo con il mattarello infarinato in una sfoglia da 5 mm di spessore. Con un coppapasta circolare dal diametro di circa 8 cm, ricavate tanti dischi; impastate velocemente i ritagli di pasta, stendetela ancora con il mattarello e formate altri dischi, fino a terminare l’impasto. Lasciate riposare le tigelle su una placca rivestita di carta da forno per circa 30 minuti, coprendole con un canovaccio di lino.

Il metodo di cottura della tipica tigella modenese prevede la sistemazione dell’impasto in dischi di terracotta. Ai dischi di pasta si alternano le foglie di castagno, e si cuociono nel camino, impilandoli uno sull'altro. Se non avete il camino, potete acquistare una tigelliera, uno stampo formato da una doppia piastra con sette dischi che racchiudono l’impasto. È uno strumento molto pratico perché assicura la cottura delle tigelle in pochi minuti. In commercio, poi, potete anche trovare tigelliere a gas, formate da due piastre che si chiudono e si mettono direttamente sui fornelli a fuoco moderato. Si lascia scaldare questa tigelliera per 10 minuti; una volta che ogni lato raggiunge la giusta temperatura, si sistemano i dischi di pasta su una piastra, si chiude con il coperchio e si lascia cuocere per circa 5 minuti. Le tigelle dovranno risultare ben cotte e dorate. Se, infatti, fossero solo cotte all'esterno e crude all'interno, sarebbero impossibili da farcire. È per questo che, se preparate le tigelle in casa e le cuocete con la tigelliera a gas, dovrete monitorare molto bene la temperatura per mantenerla non troppo alta. Infatti, una cottura dolce assicura il giusto risultato perché, se dovesse avvenire a temperatura troppo elevata, le tigelle si cuocerebbero all'esterno, rimanendo crude all'interno.

Una vota che le tigelle sono pronte e voi volete coccolare la vostra famiglia in una domenica di riposo, cominciando dalla colazione, accanto ai pancake light, al ciambellone al cioccolato e alla crostata con marmellata ai frutti di bosco, potrete aggiungere un piatto pieno di tigelle farcite. A seconda dei gusti, la farcitura delle tigelle per la prima colazione può variare molto, ma le farciture più indicate sono composte da alimenti con sapori tenui e delicati. Farcite le tigelle con prosciutto e Galbanino, per un dolce boccone salato che piacerà a tutti, grandi e bambini*. Vi serviranno: 12 tigelle; 150 g di prosciutto cotto a fette; 150 g di Galbanino; 60 g di crescenza.

Per prima cosa, tagliate orizzontalmente le tigelle con un coltello dalla lama seghettata e lunga, apritele tutte e sistematele su un vassoio. Spalmate la superficie con un velo di crescenza, sistemate il formaggio e il prosciutto e richiudete. Lasciatele riposare per un po’, coperte da un canovaccio pulito prima di mangiarle.

Anche confetture e marmellate fatte in casa sono l’ideale per farcire le tigelle a colazione. Le scelte sono davvero tante: una gustosa marmellata di arance si alterna a una semplice ma golosa confettura di fragole o lamponi per portare in tavola tutto il dolce della frutta.

*sopra i 3 anni

Come farcire le tigelle per il pranzo

Come farcire le tigelle per il pranzo Un pranzo all'aperto, veloci pause pranzo in ufficio e la voglia di mangiare qualcosa di buono, gustoso e appetitoso: le tigelle si sostituiscono ai primi piatti e si trasformano in piatti unici, accompagnate da gustose insalate e farciture gourmand. Sono tante le ricette che si possono proporre per fare una tigella che dovrà essere gustata a pranzo: dalla carne, al pesce, alle verdure, ai formaggi la lista è lunga. Ricordate comunque che le tigelle si possono farcire in due modi: se vi piace una preparazione più corposa, potete racchiudere la farcitura tra due tigelle. Se, invece, preferite farcire una tigella alla volta, dovrete tagliarla orizzontalmente a metà, come indicato in precedenza, con un coltello che le divida perfettamente.

Se siete amanti delle verdure, potrete abbinare il sapore dolce delle zucchine con la cremosità dello stracchino. Vi serviranno: 12 tigelle; 2 zucchine; 120 g di stracchino; 1 cucchiaini di foglioline di timo; sale. Affettate le zucchine per il senso della lunghezza, disponetele su un canovaccio sistemato su un piano da lavoro e lasciate che si asciughino. Una volta trascorso il tempo necessario (circa 2 ore), grigliatele in una padella antiaderente 2 minuti per lato. Man mano che sono pronte mettetele in un piatto e tenetele da parte. Procedete quindi con la cottura delle tigelle, e copritele man mano con un canovaccio per mantenerle calde. Tagliatele a metà, spalmate un cucchiaino di formaggio cremoso su ogni tigella e completate con le fette di zucchine piegate e spolverizzate con un pizzico di sale e il timo. Preparatene in quantità perché a pranzo, si sa, si ha sempre una gran fame e quando nel piatto ci sono le tigelle, nessuno sa resistere!

Anche la pancetta si sposa bene con il sapore delle tigelle e si lascia ben mitigare dalla freschezza della rucola, esaltata da un formaggio cremoso. Per preparare questa farcitura per il vostro pranzo in ufficio, vi serviranno: 12 tigelle; 12 fette di pancetta; 100 g di formaggio spalmabile; 100 g di rucola selvatica. Rosolate in padella la pancetta con un cucchiaio di olio fino a renderle croccanti; trasferitele in un piatto rivestito di carta assorbente e mettetele da parte. Tagliate a metà le tigelle e spalmate su ognuna un cucchiaino di formaggio. Mondate e lavate la rucola, asciugatela bene tamponandola con la carta assorbente e sistematela sulla base delle tigelle, aggiungete le fettine di pancetta, chiudete e servite subito.

E se è una giornata di caldo e di sole da godere all'aria aperta, un buon pranzo a base di bresaola è quello che ci vuole . Nel paniere, tante tigelle farcite e frutta a volontà. Vi serviranno: 10 tigelle; 20 fette di bresaola; 1 limone; 60 g di parmigiano a scaglie; olio extravergine d’oliva; 1 ciuffo di rucola; 2 carciofi; sale e pepe. Per prima cosa, mondate i carciofi, condite le foglie più tenere con il succo di limone e un filo d’olio e lasciatele riposare per qualche minuto. Tagliate le tigelle orizzontalmente e farcitele con la rucola mondata e lavata accuratamente. Adagiate su ogni base due o tre scaglie di parmigiano, due fettine di bresaola, le foglie di carciofo condite e completate con un filo d’olio. Queste tigelle sono perfette se servite anche come finger food di un gustoso aperitivo, insieme a pizze e focacce, o tra gli antipasti di una cena informale e all'insegna del gusto.

Per una farcitura corposa e importante, adatta a un pranzo completo, potete farcire le tigelle con il salmone. Ecco dosi e ingredienti: 12 tigelle; 24 fettine di salmone affumicato; 70 g di burro salato; 1 ciuffo di erba cipollina; 1 limone. In una ciotola, lavorate il burro con l’erba cipollina sminuzzata e la scorza grattugiata del limone. Una volta ottenuto un composto cremoso e morbido, spalmatelo sulle tigelle tagliate a metà; aggiungete due fettine di salmone per ogni tigella e richiudete. Potete sostituire il salmone anche con il tonno affumicato o con il pesce spada.

Come farcire le tigelle per la merenda

Come farcire le tigelle per la merenda Se siete amanti della merenda salata, le tigelle farcite fanno proprio al caso vostro. Tra salumi e formaggi, la scelta è indovinata. Provate, ad esempio, le tigelle con un ripieno di mortadella e crescenza. Vi serviranno: 12 tigelle; 12 fette di mortadella; 100 g di crescenza; 30 g di pistacchi sgusciati. Per questa preparazione, vi consigliamo di preparare le tigelle e tenerle in caldo, esalteranno ancora di più il sapore della mortadella. Tagliatele a metà e spalmate sulla base uno strato di crescenza per ogni tigella, poi adagiate le fette di mortadella. Con un batticarne, tritate grossolanamente i pistacchi e aggiungetele nelle tigelle, quindi chiudetele e mangiatele subito.

Ma per la merenda sono adatti anche prosciutto cotto e fontina. Vi serviranno: 12 tigelle; 100 g di prosciutto cotto a fette; 12 fettine di fontina. Preparate le tigelle e tagliatele a metà. Farcitele con il formaggio e il prosciutto e rimettetele in padella; con una paletta, schiacciatele leggermente e fatele scaldare per fare in modo che la fontina si sciolga. Servitele immediatamente.

Come farcire le tigelle per la cena

Come farcire le tigelle per la cena Tante deliziose frittatine diventano la farcitura per le tigelle che saranno le protagoniste della vostra cena, accompagnate da un’abbondante insalata di stagione. Vi serviranno: 12 tigelle; 2 patate; 6 uova a temperatura ambiente; 80 g di fontina; 1 rametto di rosmarino; 1 ciuffo di valerianella; 30 g di maionese; olio extravergine d’oliva; sale e pepe nero.

Fate bollire in acqua le 2 patate; tagliatele a tocchetti piccoli e mettetele in una ciotola; aggiungete le uova e amalgamate, aggiungendo una presa di sale e spolverizzando con il pepe nero macinato al momento. Aggiungete anche il formaggio tagliato a cubetti e il rosmarino tritato. Versate il composto in una padella antiaderente con un filo d’olio e fate cuocere la frittata su entrambi i lati. Una volta preparata la frittata, farcite le tigelle, aggiungendo un velo di maionese e qualche foglia di valerianella.

Se vi piace l’idea di unire le tigelle alla frittata, potete prepararne una anche con le zucchine. Vi serviranno: 12 tigelle; 4 uova a temperatura ambiente; 2 zucchine; 1 scamorza piccola; olio extravergine d’oliva; sale e pepe nero. In una ciotola sbattete 4 tuorli con sale e pepe nero macinato al momento; montate leggermente gli albumi a parte e aggiungeteli ai tuorli con le zucchine grattugiate e la scamorza tagliata a dadini. Scaldate il forno a 180°, versate il composto in una teglia rivestita di carta da forno e infornate la frittata per 10-15 minuti. Una volta pronta, farcite le tigelle tagliate a metà e condite semplicemente con un filo d’olio. Potete sostituire le zucchine con delle melanzane tagliate a dadini piccolissimi e saltate in padella con ½ spicchio d’aglio e 2 cucchiai di olio.

Per una cena sfiziosa, le tigelle si possono farcire anche con la cunza, il tipico composto preparato con lardo, aglio e rosmarino, conosciuto come pesto modenese. In questo caso, però, potrete anche chiamarle crescentine, come vengono chiamate in Romagna. Vi serviranno: 200 g di lardo; 2 rametti di rosmarino; 1 spicchio d’aglio; sale e pepe nero. Tagliate il lardo a fettine molto sottili e tritatelo con un coltello. Preparate un trito anche con l’aglio e il rosmarino e unitelo al lardo. Aggiungete un pizzico di sale e una spolverizzata di pepe nero macinato al momento e continuate a sbattere il composto con il coltello fino a ottenere un composto cremoso. Farcite con la cunza le vostre tigelle ancora calde.

Provate anche asparagi e prosciutto per tigelle molto gustose, l’ideale per una cena in famiglia, accompagnate magari da un contorno di patate al burro. Vi serviranno: 500 g stracchino; 12 fette di prosciutto crudo; 50 ml di panna; 4 asparagi; 1 carota; 1 zucchina; 1 cipollotto; 2 foglie di salvia; 4 foglie di basilico; 1 rametto di rosmarino; 1 ciuffo di prezzemolo; olio extravergine d'oliva; sale e pepe nero.

In un mixer frullate lo stracchino con il basilico; aggiustate di sale e spolverizzate con il pepe nero macinato al momento. Aggiungete anche 2 cucchiai di olio e trasferite tutto in una ciotola e lasciate riposare. Nel frattempo, fate cuocere in padella la carota e il cipollotto a dadini, versate un bicchiere d’acqua, 2 cucchiai di olio, coprite con un coperchio e cuocete a fuoco lento per circa 10 minuti. Quindi aggiungete gli asparagi e la zucchina a dadini, un pizzico di sale, la panna e le erbe tritate. Cuocete per 5 minuti. Tagliate le tigelle, farcitele con le verdure, chiudetele e spennellate di olio. Riscaldatele in padella e servitele guarnite con la crema di stracchino e le fette di prosciutto.

Ma le possibilità non sono ancora finite. A Modena sono un imperativo della cucina locale, e una volta che le avrete assaggiate, non potrete farne a meno. Stiamo parlando delle tigelle farcite con prosciutto crudo dolce e cunza. Spesso a cena, si sa, si arriva stanchi e affamati, ma soprattutto si ha il desiderio, dopo una lunga giornata di lavoro, di coccolarsi a tavola con qualche piatto diverso dal solito. E allora, insieme a un’abbondante insalata, preparate queste tigelle in grandi quantità perché saranno la cena ideale di commensali affamati e golosi.

Vi serviranno: 250 g di lardo; 200 g di prosciutto crudo dolce; 2 spicchi d’aglio; 2 rametti di rosmarino. Sbucciate gli spicchi di aglio e tritateli finemente in un mixer: aggiungete gli aghi di rametti di rosmarino e trasferite tutto in una ciotola. Aggiungete il lardo e schiacciate con una forchetta fino a ridurre il composto in una crema. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate riposare la cunza in frigorifero prima di utilizzarla per la farcitura. Spalmate sulla base di ciascuna tigella tagliata a metà un cucchiaino di pesto modenese, adagiatevi una fettina di prosciutto, chiudete e servite le tigelle ancora calde.

Come farcire le tigelle al cartoccio

Come farcire le tigelle al cartoccio Per preparare le tigelle al cartoccio, vi serviranno: 12 tigelle; 4 pomodori; 1 peperone giallo; 1 peperone rosso; 1 scalogno; 1 mozzarella; 1 ciuffo di basilico; olio extravergine d’oliva; sale e pepe nero.

Tagliate la mozzarella a fettine e disponetela su un vassoio rivestito di carta assorbente affinché perda un po’ della sua acqua. Lavate i peperoni, tagliateli, privateli dei semi e dei filamenti e tagliateli a dadini. Affettate sottilmente i pomodori e affettate anche lo scalogno. Fate cuocere tutto in una padella antiaderente con 5 cucchiai di olio; aggiustate di sale e spolverizzate con poco pepe nero macinato al momento. Fate cuocere per circa 10 minuti, coprendo con un coperchio. Quindi proseguite la cottura per altri 5 minuti senza coperchio e aggiungendo le foglie di basilico spezzettate. Tagliate a metà le tigelle, farcitele con il composto di peperoni, aggiungete la mozzarella e chiudete. Avvolgete ogni tigella in un foglio di alluminio e infornate a 220° per circa 7 minuti. Servitele ancora calde.

Un’altra farcitura per le tigelle al cartoccio si arricchisce del delicato sapore del pollo e dello yogurt. Vi serviranno: 12 tigelle; 200 g di petto di pollo; 1 scalogno; 1 carota; 200 g di yogurt greco; 1 ciuffo di erba cipollina; 80 g di mais; ½ limone; olio extravergine d’oliva; sale e pepe nero.

Per prima cosa, lessate il pollo in acqua salata, tagliatelo a listarelle sottili e mettetelo da parte. In una ciotola, mescolate lo yogurt con una presa di sale, il pepe nero spolverizzato e l’erba cipollina sminuzzata. Aggiungete anche la carota tagliata a dadini piccolissimi, il mais e mescolate bene. Emulsionate con il succo di limone e aggiungetelo alla crema il pollo. Mescolate bene e farcite le tigelle. Avvolgetele nei fogli di stagnola e infornatele per 5 minuti, affinché si riscaldino e la crema penetri nell'impasto delle tigelle. Per una farcitura più golosa, potete preparare il pollo fritto in padella con olio di semi.

Salse per farcire le tigelle

Salse per farcire le tigelle Oltre ai soliti ingredienti, le tigelle si possono farcire anche con gustose creme. Ne è un esempio una deliziosa salsa di ricotta e spinaci. Vi serviranno: 250 g di ricotta; 125 g di spinaci; 30 g di parmigiano; 3 uova e 2 tuorli a temperatura ambiente; 8 g di amido di mais; sale. Unite gli spinaci lessati e tritati alla ricotta, aggiungete anche il resto degli ingredienti e miscelate con cura fino ad ottenere una salsa. Se necessario, frullatele con un frullatore a immersione. Farcite le tigelle con la salsa e gustatele tiepide.

Le tigelle si possono farcire anche con una raffinata salsa alle noci. Vi serviranno: 12 tigelle; 180 g di noci; 1 spicchio d’aglio; 20 g di pinoli; 1 cucchiaini di maggiorana; 160 ml di latte; 30 g di parmigiano grattugiato; 30 g di mollica di pane; olio extravergine d’oliva; sale.

Fate bollire i gherigli di noce in acqua per 5 minuti; scolateli e spellateli. In una ciotola, versate il latte e ammollatevi la mollica, strizzatela e tenete da parte il latte. Mettete la mollica in un mixer, aggiungete i gherigli spellati, l’aglio, i pinoli, la maggiorana e il formaggio; versate a filo 3 cucchiai di olio e frullate. Aggiungete il latte in cui avete ammollato la mollica, aggiustate di sale e farcite le tigelle.

Come farcire le tigelle dolci

Come farcire le tigelle dolci La crema di nocciole sarà sicuramente la più gettonata per una golosa farcitura per le tigelle dolci, ma in questo caso ricordatevi di scioglierla prima a bagnomaria. Vi serviranno: 12 tigelle; 120 g di crema di nocciole; 2 cucchiai di granella di nocciole. Mettete il vasetto della crema a bagnomaria in un pentolino, aspettate che si ammorbidisca quindi tagliate a metà le tigelle e farcitele con la crema calda, spolverizzate con un po’ di granella di nocciole ogni tigella, chiudete e servite subito.

Potrete farcire le tigelle dolci anche con una golosa crema al cacao, con una crema al pistacchio arricchita dalla granella di pistacchio o con una semplice crema allo yogurt.