Ragù di cervo

Ragù di cervo
Ragù di cervo
Ragù di cervo
Preparazioni Base PT200M PT0M PT200M
  • 6 persone
  • Facile
  • 200 minuti
Ingredienti:
  • 600 g di polpa di cervo
  • 400 g di polpa di pomodoro
  • 300 ml di vino rosso
  • 300 ml di acqua
  • 60 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 3 spicchi d'aglio
  • 10 bacche di ginepro
  • 4 foglie di alloro
  • 1 stecca di cannella
  • 1 chiodo di garofano
  • pepe in grani q.b.

Galbani

Burro Panetto

Il Panetto Burro Santa Lucia con il suo sapore delicato e consistenza soffice è ideale per rendere speciali tutte le tue preparazioni, sia dolci che salate. Scopri le curiosità

presentazione:

La ricetta che vi proponiamo oggi è perfetta per le giornate più fredde e uggiose, quando può essere un'ottima idea preparare un primo piatto saporito da gustare in compagnia di amici o parenti.

Il ragù di cervo è il condimento perfetto per queste giornate di freddo intenso, magari servito su un bel piatto di tagliatelle fatte in casa o su un letto di polenta profumata.

Preparato con polpa di cervo e passata di pomodoro, questo ragù è molto diffuso in tutto l'arco alpino e costituisce uno dei piatti principali dei freddi mesi invernali.

Il ragù di cervo è infatti un condimento molto versatile che ben si adatta alle più svariate pietanze.

Tra le ricette più conosciute vi sono sicuramente le pappardelle con il ragù di cervo e la polenta, mentre potrebbero essere meno conosciute le lasagne con ragù di cervo, una variante più rustica e saporita delle famosissime lasagne alla bolognese.

Se avete in programma un pranzo in famiglia o con amici, provate a preparare delle pappardelle con ragù di cervo e vedrete che non resterete delusi.

 

Preparazione:

Con un coltello, tagliate la polpa di cervo in piccoli pezzi e poi tritatela nel mixer in modo che non rimangano pezzi grossi.

Tagliate a dadini anche la cipolla, le carote e il sedano quindi fateli rosolare in una casseruola per 2 - 3 minuti con il Burro Santa Lucia. Aggiungete nello stesso tegame la polpa di cervo tritata e lasciate cuocere per 3 - 4 minuti a fiamma vivace. Poi, abbassate il fuoco e unite la polpa di pomodoro, quindi irrorate il tutto con il vino rosso e l'acqua in modo che la carne di cervo risulti coperta dal liquido.

Prendete un sacchetto di garza e poneteci gli aromi: le bacche di ginepro, la stecca di cannella, il chiodo di garofano, il pepe nero in grani e le foglie di alloro: in questo modo sarà più facile togliere le spezie a fine cottura.

Immergete il sacchetto di garza nel ragù di cervo quindi coprite la pentola con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce per almeno 3 ore.

Di tanto in tanto controllate la cottura rimestando il ragù con un mestolo di legno e aggiungendo, eventualmente, dell'acqua se la carne dovesse risultare troppo asciutta.

Una volta terminata la cottura, usate il ragù di cervo per condire le vostre sfiziose pietanze.



Curiosità:

Non è molto facile reperire la carne di cervo, in quanto, come quella del capriolo, si tratta di un tipo di caccia regolamentata. Un procedimento fondamentale quando si parla di carne in generale è la frollatura: potete lasciare che sia il macellaio a farla o potete farla anche voi, se ne avete la possibilità.

La frollatura è quel processo che avviene dopo la macellazione, in quanto la carne non può essere consumata subito, ma deve necessariamente riposare per un lasso di tempo, in particolari condizioni di temperatura e umidità. In questo modo, la carne diventa più tenera perché i muscoli si rilassano.

Di tutti i tipi di selvaggina, la carne di cervo è molto magra e ha un sapore dolce. Richiede però una cottura lenta per evitare che si indurisca; tuttavia è comunque un tipo di carne che si adatta a tanti tipi di cottura: può essere cotta arrosto, alla griglia, in umido o utilizzata tra i condimenti per preparare la pasta al ragù, come le famose pappardelle al ragù della nostra ricetta.

La marinatura è necessaria per rendere la carne ancora più tenera e per farle perdere il tipico odore selvatico delle carni "nere". La marinatura durante l'estate non può durare oltre le 48 ore.

La marinatura perfetta per la carne di cervo viene realizzata con vino rosso, cipolle, carota (cioè gli stessi ingredienti che utilizzate per il soffritto per il ragù) e con le erbe aromatiche indicate nella ricetta.

La carne di cervo è ottima per condire la polenta o anche la pasta all'uovo. Sebbene richieda tempi di cottura piuttosto lunghi, vale la pena preparare un ottimo ragù di cervo fatto in casa, un condimento ideale per sorprendere i vostri ospiti.


I vostri commenti alla ricetta: Ragù di cervo

Lascia un commento

Massimo 250 battute