GalbaninoPresenta

Involtini di scarola

Ricetta creata da Galbani
Involtini di scarola
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

La scarola è un tipo di insalata il cui sapore amarognolo la rende perfetta da mischiare con insalate dal gusto meno intenso per realizzare delle ottime insalate, ma anche da usare come ingrediente principale di tante ricette sfiziose da portare in tavola come antipasto o come secondo.  

State decidendo il menù per una serata speciale ma non avete idee sul piatto da servire come antipasto? Gli involtini di scarola potrebbero essere proprio quel che fa al caso vostro.  

Questi involtini semplici e saporiti sono perfetti da servire come antipasto per una cena o ai pranzi della domenica in famiglia o quando si hanno ospiti.  

Super sfiziosi e facilissimi da preparare, gli involtini di scarola hanno un irresistibile ripieno a base di acciughe, capperi e Galbanino Originale che ben si sposa con il sapore amarognolo della scarola.  

Potete scegliere di cuocerli al forno, in padella o al vapore e decidere di personalizzare la ricetta in tanti modi diversi. Ad esempio accompagnandoli con un semplice ma gustoso sugo di pomodoro e basilico, oppure con del purè o una fonduta di formaggi per renderli ancora più sfiziosi.  

Seguite i nostri consigli per realizzare degli involtini di scarola perfetti nel gusto e nell'aspetto

Facile
4
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 12 foglie di scarola  
  • 1 cucchiaio di capperi 
  • 50 g di olive nere 
  • 15 g di acciughe sott'olio 
  • 100 g di Galbanino Originale 
  • 1 spicchio d'aglio 
  • 1 fetta di pancarrè
  • olio extravergine di oliva q.b. 
  • pangrattato q.b. 
  • sale q.b. 
  • pepe q.b.

Preparazione

La prima cosa da fare, per preparare gli involtini di scarola, è sbollentare le foglie di insalata, per ammorbidirle e attenuarne un po' il sapore amarognolo.  

01

Separate le foglie di scarola dal cespo, lavatele bene e sbollentatele velocemente in acqua bollente leggermente salata. Poi mettetele a sgocciolare e adagiatele su un canovaccio, allargandole bene. 

02

Fate soffriggere il filetto di acciuga in una padella insieme a uno spicchio d'aglio, al pane sminuzzato, ai capperi, alle olive e a un filo di olio. Lasciate cuocere il tutto per qualche minuto, poi insaporite con una macinata di pepe e, se occorre, del sale. Spegnete la fiamma e trasferite il composto in una ciotola. Tagliate il Galbanino Originale a cubetti e unitelo al composto.  

03

Adesso siete pronti per realizzare gli involtini di scarola: mettete al centro di ogni foglia un cucchiaio abbondante del ripieno con capperi e formaggio e poi arrotolatela per formare un involtino. Procedete in questo modo con tutte le foglie di scarola.  

04

Quando finite di preparare ciascun involtino, adagiatelo in una pirofila leggermente unta d'olio. Quando saranno tutti pronti, spargeteci sopra un po' di pangrattato e un filo d'olio per insaporiree cuoceteli nel forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Serviteli caldi. 

Varianti

Gli involtini di scarola sono talmente facili da preparare che se ne trovano moltissime varianti.  

Come ad esempio quella degli involtini di scarola alla napoletana, la cosiddetta scarola mbuttunata, che si preparano aggiungendo al ripieno uvetta ammollata e pinoli. Per prepararli dovrete usare 4 cespi di scarola non troppo grandi. Farciteli con un ripieno fatto con una fettina di pancarré sbriociolato, olive tritate, 1 cucchiaio di capperi, 50 g di pinoli, 30 g di uvetta ammorbidita in acqua,  uno spicchio d'aglio e 15 g di acciughe tritati. Poi disponeteli in una teglia, spargeteci sopra un po' di pangrattato, conditeli con un filo d'olio e cuoceteli nel forno preriscaldato a 180° per 15 minuti circa.  

Se amate i secondi di carne, provate a realizzare questi involtini a base di scarola e carne macinata. Farcite le foglie di scarola sbollentate con qualche cubetto di Galbanino Originale e un ripieno a base di carne macinata, pane raffermo bagnato nel latte e strizzato  e uovo, insaporito con sale e pepe. Chiudetele per formare degli involtini, poi disponetele in una pirofila e cuocetele seguendo le indicazioni della ricetta principale.  

La scarola si sposa bene anche con lo speck, altro ingrediente che può essere usato per arricchire questi saporiti involtini. Farcite 6 foglie di scarola sbollentate con una fettina di speck e qualche cubetto di Galbanino Originale, arrotolatele e fermatele con degli stuzzicadenti, poi cuocetele in padella insieme a uno scalogno tritato, un cucchiaio di uvetta ammollata e una manciata di pinoli

Suggerimenti

Per preparare gli involtini di scarola scegliete un cespo piuttosto grande e usate le foglie esterne, più grandi, per realizzare i vostri involtini.  

Le foglie più piccole e il cuore della scarola possono essere sminuzzati e aggiunti  al ripieno, dopo averli sbollentati.  

Per fermare la cottura e mantenere le foglie di scarola di un bel verde brillante, provate a immergerle in una ciotola piena di acqua e ghiaccio dopo averle sbollentate.  

Se le foglie della scarola che avete scelto vi sembrano troppo sottili, sovrapponetene due per creare gli involtini, così da evitare che si rompano mentre le arrotolate. Per rendere più facile la preparazione degli involtini, potete anche adagiare le foglie di scarola su dei rettangoli di carta da forno e poi usarli per arrotolarle senza incidenti.  

Avete realizzato degli involtini di scarola perfetti che, però, non stanno chiusi? Prima di tutto, assicuratevi sempre di disporli nella pirofila con la chiusura rivolta verso il basso. Se, però, dovessero continuare ad aprirsi, fermateli con uno stuzzicadenti o legateli con uno spago da cucina o, ancor meglio, un filo d'erba cipollina.  

Se non volete servirli da soli, potete accompagnare gli involtini di scarola con delle fette di pane casereccio abbrustolito condite con un filo d'olio extravergine. Se vi piace il sapore dell'aglio, dopo averle tostate strofinateci sopra uno spicchio d'aglio.  

In inverno, gli involtini di scarola sono ancora più buoni se accompagnati da dei crostini di polentao da una calda e invitante fonduta

Curiosità

Conosciuta fin dall'antichità, quando era apprezzata soprattutto per le sue proprietà medicinali, la scarola è oggi un tipo di insalata molto usata in cucina.  

Questo tipo di insalata fa parte della famiglia dell'indivia, insieme all'indivia riccia e all'indivia belga. Viene coltivata tutto l'anno, ed è molto diffusa e utilizzata nelle regioni del Centro e Sud Italia.  

La scarola ha foglie di colore verde chiaro più o meno intenso, che possono essere lisce o ricce, una consistenza croccante e un sapore amarognolo. In cucina viene usata sia cruda che cotta.  

La si può usare per preparare delle ricche e sfiziose insalatone estive, o per realizzare numerose ricette, come la scarola in padella, un contorno semplice e veloce.  

La scarola è un tipo di insalata molto usato nella cucina campana. Famosissima è lapizza di scarola napoletana che, solitamente, si prepara a Natale, come anche la scarola mbuttunata, un'altra ricetta che si prepara durante le feste.  

Questa varietà di insalata, tuttavia, non è l'unico ortaggio che si usa per preparare dei saporiti involtini. Anche il cavolo, come la verza o il cavolo nero, si presta bene per realizzare degli involtini da farcire con tanti ripieni diversi, dalla carne, alle verdure, ai formaggi. 

Prova anche

Scopri di più