Decorazioni: come abbellire la tavola

Galbani
Galbani
Decorazioni: come abbellire la tavola
Eleganti, raffinate, informali, divertenti, colorate, delicate. Sono solo alcune delle tante tavole che possiamo preparare per i nostri ospiti e per la nostra famiglia quando vogliamo riunire tutti in occasioni speciali, da festeggiare anche con una scenografia che metta in risalto la bontà dei nostri piatti.

Lo stile può cambiare a seconda del registro che vogliamo dare al pranzo o alla cena, a seconda della stagione e a seconda dell’occasione da festeggiare. Apparecchiare la tavola è il momento di relax che segue il tempo dedicato ai fornelli. Tutto è pronto in cucina, il forno è pieno, è ancora caldo e sprigiona un buonissimo profumo, le pentole fanno silenzio dopo avere borbottato per ore, in frigo le pietanze che devono riposare, il vino è pronto per essere trasferito nei decanter. Adesso potete prendervi il tempo per dedicarvi all’arte di selezionare l’abito che la tavola indosserà, per dimostrare l’ultimo tocco di attenzione dedicato ai vostri invitati.

Con la stessa cura con cui avete sapientemente orchestrato il concerto gastronomico tra piatti gourmand e piatti più semplici, nel richiamo di una tradizione piena di gusto e di sapore, scegliete le tovaglie e le stoviglie, i centrotavola e tutti i piccoli dettagli che faranno della vostra tavola un palcoscenico su cui portare in scena la più gustosa delle pièces, magari accordata con la stagione dell'anno in cui vi trovate.

La primavera

primavera Ogni stagione ha i suoi colori, i suoi profumi e i suoi sapori e così come cambiano i menu, anche la decorazione della tavola segue i dettami della natura che decora, oltre a dare gusto, il momento della convivialità con tanta fantasia e tante idee creative.

Dalla primavera all’inverno, sono tante le idee per portare in tavola un tocco di originalità che fa la differenza, con addobbi originali e in perfetta armonia con l’arredamento della casa, che regalino un’atmosfera tutta particolare e curata fin nel minimo dettaglio.

La primavera è alle porte, l’aria si rinnova e la voglia di trascorrere sempre più tempo all’aperto invita a pranzi e cene da organizzare sul terrazzo o in una casa in campagna, con un tavolo sul prato per festeggiare l’esplosione della natura. Il menu si impone ricco di tutte le primizie che troneggiano sui banchi dei mercati e i colori e i profumi di stagione faranno da guida nella scelta di tovaglie, piatti e bicchieri, alla ricerca del bello che si trasforma in una mise en place piena di vita. La tovaglia di fiandra bianca si adatta benissimo a tovaglioli di lino colorati, con il bordo cucito all’uncinetto.

L’immancabile centrotavola si compone con carciofi rotondi, rape bianche, qualche ramo di orchidee rosa e gialle, sistemate con degli stuzzicadenti della lunghezza di 15 cm infilzati in una base di spugna da fiorista, messa dentro uno stampo da patè in ceramica.

Se, però, al centro della tavola volete lasciare spazio per le portate, potete divertirvi a personalizzare ogni coperto, prendendo delle mele verdi per creare tanti segnaposto dallo stile decisamente originale. Scegliete ad esempio le Granny Smith, tagliate la calotta, svuotatele e riempitele con una spugna da fiorista bagnata, tagliate gli asparagi ad altezze diverse e inseriteli nelle mele insieme ai grappoli di bacche di pepe rosa e ai rami di roselline. Infine, posizionate tra i fiori un bigliettino di carta di riso o di cartoncino con il nome dell’ospite.

Un’idea simpatica, semplice e veloce per regalare un fresco benvenuto a ogni commensale, è legare dei fiori di campo ai tovaglioli con semplici fili di cotone.

La Pasqua è un evento da festeggiare con gli amici e l’occasione giusta per divertirsi ad addobbare la tavola con qualche richiamo alla primavera. Sul tovagliolo, rigorosamente a sinistra del piatto, un fiore semplicemente appoggiato e, al centro del tavolo un nido di muschio in cui, dalle uova, spuntano tanti fiori freschi, colorati e profumati. In un piatto fondo d’argento, sistemate una spugna bagnata, incollate dei gusci di uova bianche svuotati e lavati e riempiteli con i ranuncoli rosa e verdi e rametti di ciliegio fiorito. Cospargetevi intorno del muschio e avrete così il vostro centrotavola pasquale.

L'estate

estate Ci sono molte occasioni in estate per apparecchiare una tavola di festa, una cena in piscina, un pranzo sul patio della casa al mare che, visto il caldo e la voglia di vacanza, impone un’apparecchiatura più informale ma raffinata e leggera, proprio come il menu che propone tante ricette fresche e veloci da preparare.

Il bello dell’estate è concedersi qualche svago anche nella creatività della vostra cucina, e se la tradizione impone che i colori di una tavola estiva siano il bianco, l’azzurro o il corallo per celebrare tutta la bellezza e la potenza del mare, potete abbandonarvi a scelte più personali, meno impegnative e divertenti.

Se avete un tavolo in legno, magari antico e di cui andate fieri, potete scegliere delle tovagliette americane invece della classica tovaglia e dar un tocco chic con i sottopiatti, ce ne sono di molto belli, anche in plastica, colorati e davvero pratici.

Invece dei segnaposto, che conferiscono un’ufficialità alla mise en place, potete usare delle candele, sistemate al posto di ogni commensale in piccoli barattoli di vetro, come quelli che usate per fare le marmellate, avvolti da un nastro di rafia. Un tocco di classe, anche su una tavola informale, è una bottiglia in vetro di design per l’acqua, da preferire alla più comune bottiglia di plastica e da accompagnare a una caraffa di acqua agrumata con scorzette di arancia e fettine di lime, molto rinfrescante.

Il centrotavola può essere impreziosito dalla nota di colore delle peonie che, sistemate in una spugna, dentro un originale stampo da budino ovale, possono essere circondate dalle ciliegie infilate tra i bordi dello stampo e la spugna, insieme a mazzetti di stillgrass. Una tavola dalla ricercata semplicità che esalta la voglia di vacanza e di divertimento.

L'autunno

autunno Ci si lascia l’estate alle spalle e arrivano i primi pranzi nella casa di campagna, l’aria è frizzante e si presta a lunghe passeggiate alla ricerca di castagne e funghi da portare in tavola e mangiare in compagnia del camino che riprende a scoppiettare.

Quello che la natura ci offre, però, non si sposa soltanto con i piatti da preparare in cucina, ma anche con la decorazione della tavola che diventa più avvolgente e si colora dei toni caldi dell’autunno. La tovaglia è preferibilmente scura a tinte forti, i piatti bianchi danno il giusto risalto ai colori delle pietanze e al centro, tanti oggetti che le passeggiate, immersi nella natura che si sta trasformando, ci regalano.

E allora, pigne, naturali o laccate, melegrane, foglie rosse e tanti altri reperti, combinati insieme, danno quell’effetto naturale ma ricercato, illuminati dalla luce delle candele. Sistemati sulla tavola come se fossero lì per caso, abbelliti da nastri colorati di diversi tessuti, daranno a tutti la piacevole certezza di uno studio attento da parte vostra che, con la stessa passione con cui vi siete messe ai fornelli, avete ingentilito la tavola per accogliere tutti e festeggiare l’arrivo della stagione delle foglie che cadono.

E per restare in tema, si sa che la regina dell’autunno è la zucca e, oltre che come ingrediente di primi o secondi gustosi, diventa anche una grande zuppiera per una vellutata o per un risotto serviti nel più speciale dei modi, o la più adatta tra decorazioni per la festa di halloween, svuotata e riempita di piccole candeline per creare un’atmosfera divertente di paura e magia.

L'inverno

inverno La tavola invernale è quella che si presta alle idee più disparate e dal classico pranzo della domenica in famiglia al pranzo di Natale, i momenti per sfoggiare una creatività all’altezza del menu delle feste sono tante.

Le posate d’argento, la tovaglia damascata con i suoi tovaglioli, i bicchieri a calice in cristallo, un prezioso decanter per il vino, sono tutti i dettagli per accogliere in un clima perfetto di convivialità familiare. Per un pranzo alternativo, potete utilizzare, al posto delle classiche tovaglie, semplici chemin de table dai materiali più preziosi che congiungono i commensali, seduti l’uno di fronte all’altro. Il servizio di piatti è bianco, con i bordi dorati o con decorazioni tono su tono per dare, con tutta l’eleganza della semplicità, solennità al momento.

Nell’intimità di casa, è bello ritrovarsi attorno a una tavola curata con eleganza e familiarità, con oggetti e accessori di famiglia che rimandano alle belle tradizioni che legano le persone attraverso gli anni. Una zuppiera della nonna può essere il centrotavola perfetto per una composizione di pungitopo e candele perché la luce viva del fuoco dà stile e calore a un momento celebrativo.

Potete addobbare la tavola anche con ghirlande e alzatine di frutta brinata, che darà un tocco fatato alle vostre creazioni. Vi basterà spennellare delle rose o delle bacche con l’albume, cospargerle con lo zucchero semolato e farle asciugare per una notte.

Per un tocco di originalità, potete realizzare delle ghirlande da ammirare e da gustare, magari destinate alla tavola dei bambini*. Alternate la frutta disidratata, prugne secche, albicocche denocciolate, fettine di arancia e cedro canditi con foglie di alloro. Adagiate le collane, colorate e profumate di natura, sul tavolo dando loro una forma ondulata e saranno un fine pasto divertente e gustoso. Insieme ai più piccoli, potete decorare anche l’albero con queste golose ghirlande.

*sopra i 3 anni