Cosa non mettere nel microonde

Galbani
Galbani
Cosa non mettere nel microonde
Vi siete mai chiesti cosa non bisogna mettere nel forno a microonde e per quale motivo? Il forno a microonde è un prezioso alleato in cucina, utile sia per cuocere che per riscaldare molti alimenti.

Il microonde è un elettrodomestico dalla tecnologia molto semplice, ma ci sono delle istruzioni d’uso che è bene conoscere e seguire.

Scoprite i metodi d'uso e tutto ciò da non mettere mai nel microonde e vivrete sempre con la massima sicurezza i vantaggi di questo prezioso elettrodomestico!

Il forno a microonde: caratteristiche e modalità d’uso

Il forno a microonde: caratteristiche e modalità d’uso Cosa dice la scienza sulle onde elettromagnetiche prodotte dal forno a microonde?

Il campo magnetico prodotto dal forno a microonde è in grado di “agitare” determinate sostanze contenute negli alimenti, in particolare i liquidi come l’acqua. A una certa potenza e a causa della forte pressione, questi movimenti trasferiscono energia ai cibi e questa condizione provoca il riscaldamento. Questo elettrodomestico è infatti particolarmente indicato sia per riscaldare cibi e bevande che per la cottura, che avviene in modo più o meno uniforme a seconda sia della tipologia di alimento sia del contenitore in cui vengono posti i cibi per essere cotti.

Ideale soprattutto se si ha fretta, grazie alla rapidità con cui si possono cuocere i cibi, il forno a microonde necessita di regole comuni che favoriscono il suo corretto funzionamento e ne preservano la qualità d’uso.

Il forno a microonde ha varie potenze da selezionare ed è utile anche per scongelare i cibi conservati nel freezer o nel frigorifero: anche per questo motivo si rivela un ottimo alleato in cucina. Ciò che è importante, è averne la massima cura: ricordatevi infatti che si deve pulire sempre dopo ogni uso, con l’aiuto di acqua tiepida e limone. Inoltre, vi è un codice preciso da seguire, che riguardano tutte quelle cose (recipienti, alimenti, oggetti) che non si devono mai mettere nel microonde, in nessun caso.

Il forno a microonde consente un significativo risparmio energetico rispetto al forno normale: in media infatti necessita della metà del tempo.

Basta usare queste semplici precauzioni per fare del microonde uno strumento indispensabile per preparare da mangiare, ideale soprattutto per chi lavora fino a tardi e dispone di poco tempo per cucinare o anche per chi ha ospiti a cena all'ultimo secondo e vuole preparare qualcosa in fretta. Grazie all’ausilio del microonde potete prendere i cibi direttamente dal frigo, riscaldandoli senza far passare un lasso esagerato di tempo.

Le 10 cose da non mettere mai in microonde

Le 10 cose da non mettere mai in microonde E adesso per voi un elenco delle 10 cose da non mettere nel microonde: imparate a fare di questo prezioso strumento l'uso migliore!

1. Contenitori e buste di plastica: I contenitori di plastica rischiano di deformarsi a causa del calore. Soprattutto alle alte temperature questo rischio è più che plausibile. Non è quindi consigliato mettere nel microonde thermos, vasetti di yogurt e contenitori di plastica di qualsiasi forma e dimensione, anche se vuoti.

Se avete del cibo da dover scongelare contenuto in uno di questi barattoli di plastica, evitate assolutamente di metterlo nel microonde, piuttosto lasciatelo scongelare a temperatura ambiente, oppure travasateli in contenitori adatti alla cottura in microonde, come quelli in silicone, in ceramica, in pyrex o in terracotta.

In commercio è possibile trovare alcuni articoli in plastica da poter mettere all'interno del forno a microonde. In questi casi, però, ne è specificato l’uso.

2. Contenitori e buste di carta: I contenitori di carta corrono il possibile rischio di infiammarsi e potrebbero bruciare i cibi contenuti all'interno. Se desiderate riscaldare gli avanzi del giorno prima o i cibi presi al take away, ricordatevi quindi di toglierli sempre dai contenitori di carta.

3. Metalli, contenitori in alluminio e carta stagnola: I contenitori in metallo, i contenitori in alluminio e i fogli di alluminio, meglio conosciuti come carta stagnola, non devono mai essere messi nel forno a microonde perché i metalli sono ottimi conduttori di elettricità e assorbendo una grande quantità di microonde ad alta velocità creano un cortocircuito visibile sotto forma di scintille che potrebbe danneggiare l'elettrodomestico.

4. Spinaci ed erbe aromatiche: il calore elevato e concentrato rischia di rovinare il sapore di questi alimenti. In particolare le erbe aromatiche, che contengono poca acqua, potrebbero seccarsi e perdere la loro consistenza.

5. Tazze da viaggio: Se desiderate conservare intatto il ricordo della vostra vacanza, non mettete la tazza da viaggio nel microonde! Il calore troppo elevato rischia infatti di danneggiare il contenitore e l'alimento in esso contenuto.

6. Vaschette in polistirolo: Le vaschette in polistirolo non vanno messe nel microonde, in quanto rischiano di sciogliersi o di infiammarsi, rovinando non solo il cibo contenuto all'interno, ma anche le pareti del forno a microonde.

7. Uova e cibi con la buccia: Le uova non si devono mettere mai nel microonde. Nessun uovo, nemmeno quello più piccolo. Questo perché, come tutti gli alimenti con buccia o ricoperti dal guscio, a contatto con fonti di calore e quindi con le onde elettromagnetiche potrebbe esplodere! Quindi, se volete un uovo ben cotto, rompetelo e mettetelo in altri contenitori. Potrete riscaldare una frittata o cucinare le uova strapazzate, ma è meglio non metterli a cuocere interi.

Un discorso a parte meritano le patate, che cotte al microonde diventano uno dei contorni più buoni e più amati, e sono davvero buonissime! È consigliabile comunque sbucciarle, o almeno bucherellare la buccia con l’aiuto di una forchetta.

8. Uva: L'uva e alcune verdure sono coperte da uno strato di pelle sottile. Proprio per questo è bene non mettere mai questi alimenti nel forno a microonde, in quanto sono pericolosi.

9. I sughi: Sughi di pomodoro, di carne o di pesce, possono essere scaldati nel microonde, a patto però di essere chiusi ermeticamente in un contenitore adatto. A causa dell'azione del calore potreste infatti ritrovare il vostro sugo sulle pareti interne del forno a microonde invece che sulla pasta! Quindi, se non volete incorrere in questo inconveniente, non mettete mai il sugo nel forno a microonde senza il coperchio.

10. Peperoni e peperoncino: La buccia di peperoni e peperoncini, infatti, ha una particolare costituzione che riflette le onde magnetiche e potrebbe causare scintille, danneggiando di conseguenza non solo il cibo, che diventa immangiabile, ma anche il forno a microonde.

Ricordate: non lasciate mai il microonde vuoto!
Questa è una raccomandazione che viene fatta meno spesso delle altre, ma è comunque doverosa, soprattutto se si ha dimestichezza con il forno statico, che spesso viene preriscaldato. Con il forno a microonde questa operazione è pericolosissima, in quanto rischiate di danneggiare irrimediabilmente il vostro elettrodomestico.

Cosa si può mettere nel microonde

Cosa si può mettere nel microonde Ma allora cosa si può mettere nel forno a microonde? Il cestino del pane, per esempio, per scaldare il pane in meno di 1 minuto!

La carta da forno può essere usata tranquillamente nel microonde, potete utilizzarla anche senza piatti specifici sotto, o per appoggiare cibi pronti all’uso che necessitano di brevissimi tempi di cottura.

Nel forno a microonde è consentito anche l'utilizzo della pellicola trasparente, ideale per coprire i contenitori con i cibi, in modo tale da poterli cuocere in totale sicurezza. Un consiglio: forate la pellicola trasparente in modo da consentire al vapore che si genera durante la cottura di uscire.

Il vetro è il materiale più adatto al forno a microonde, può essere usato facilmente e non ha bisogno di particolari indicazioni d’uso. Particolarmente indicati per la cottura dei cibi al microonde sono anche la porcellana, la terracotta, la creta e la ceramica. Sono materiali che si adattano perfettamente a essere inseriti all’interno del forno a microonde e che possono essere usati tranquillamente.

Bisogna far attenzione però a dei piccoli accorgimenti. Questi materiali, infatti, devono essere smaltati a vetro e non devono presentare crepe, né bordi o contorni decorati o con lavorazioni particolari, che altrimenti potrebbero danneggiarsi. In questi casi è sufficiente verificare bene i materiali delle decorazioni e, laddove notate lavorazioni in rame, bronzo, metallo oppure oro, è bene evitare di metterli nel microonde.