Come si fa il panuozzo

Galbani
Galbani
Come si fa il panuozzo
Pizza, pasta asciutta, panzerotti, tiramisù e chi più ne ha più ne metta: sono questi cibi tipici della cucina italiana che la fanno apprezzare e conoscere in tutto il mondo. Accanto a questi, però, tra i piatti più conosciuti della bella Napoli e tipici della gastronomia campana, c’è uno street food amato da tutti, grandi e piccini*: si tratta del panuozzo, una variante della pizza, preparato con lo stesso impasto e con la forma di un filone di pane. Eccovi allora dei consigli per preparare, cuocere e, soprattutto, farcire questo speciale e gustoso panino ripieno, davvero diverso dal solito.

*sopra i 3 anni

Come fare l'impasto per il panuozzo

Come fare l'impasto per il panuozzo Tipico della Campania, nella zona di Gragnano, che vanta i natali di questa prelibatezza, il panuozzo si prepara con un impasto a base di acqua, farina, lievito e sale. In genere, per rendere l’impasto più soffice, si usano due farine: la farina 00 e la farina Manitoba. Vediamo insieme il procedimento per impastare a casa un panetto e preparare un ottimo panuozzo farcito per tutta la famiglia e per tutte le occasioni.

Certo, un panuozzo preparato in un forno a legna è sicuramente una vera e propria leccornia, ma è semplice ottenere un ottimo panuozzo anche nel forno della vostra cucina: con un po’ di impegno e pazienza, il risultato sarà ottimo, proprio come al ristorante o in pizzeria.

Per una cena tra amici, allora, stupite tutti con un buon panuozzo, esercitatevi un po’ in cucina e portate in tavola questa bontà dal sapore e dal gusto che conquistano. Per questa ricetta, vi serviranno: 500 g di farina 00; 200 g di farina Manitoba; 300 ml di acqua; 1 cubetto di lievito di birra; 1 cucchiaino di malto d’orzo; olio extravergine d’oliva; sale. Per l’impasto del panuozzo, potete utilizzare anche il lievito madre. Sulle quantità di questa ricetta base, potrete utilizzarne circa 20 g.

Se volete risparmiarvi un pochino di fatica, potete procedere con l’impasto aiutandovi con una planetaria. Mettete nella ciotola le due farine e il malto e con il gancio cominciate ad amalgamare gli ingredienti. Aggiungete anche il lievito sciolto nell’acqua tiepida, un pizzico di sale e 2 cucchiai di olio.

Impastate per circa 10-15 minuti e una volta che l’impasto si sarà completamente incordato al gancio, staccatelo, trasferitelo su una spianatoia infarinata e impastate ancora per pochi minuti a mano. Perché il vostro panuozzo risulti soffice, il panetto dovrà avere una consistenza morbida e liscia. Mettetelo in una ciotola, copritelo con un canovaccio di lino pulito e lasciatelo lievitare. Un procedimento corretto per una lievitazione ottimale è quello di sistemare la ciotola con il panetto dentro il forno riscaldato a 40°, spento e con la sola luce di cortesia accesa. Il tempo della lievitazione del panuozzo oscilla dalle 2 alle 3 ore, quando l’impasto dovrà aver raddoppiato di volume.

Una volta trascorso il tempo necessario noterete che sull'impasto si sono create tante piccole bolle: il vostro panetto ha raggiunto una perfetta lievitazione. Spostatelo dalla ciotola sulla spianatoia infarinata e con un tagliapasta dividetelo in due o quattro parti, a seconda della grandezza che volete dare al panuozzo. Sistemate le parti sulla spianatoia in modo che non siano troppo vicine e copritele nuovamente con un canovaccio per lasciarle lievitare per un’altra ora. Trascorso questo tempo, l’impasto del panuozzo è pronto per essere cotto in forno e, quindi farcito e gustato in tutta la sua soffice bontà.

Come cuocere il panuozzo

Come cuocere il panuozzo Per la cottura del panuozzo, è necessario che la temperatura del forno sia già molto alta. Pertanto, negli ultimi minuti della seconda lievitazione accendete il forno e portatelo già a 220°. Sistemate due parti di impasto su una leccarda che avrete avuto cura di rivestire con la carta da forno, spolverizzateli leggermente con un po’ di farina e infornateli nel forno già caldo. Durante la cottura, potete anche ungere la superficie del panuozzo con una spennellata di olio extravergine d’oliva e aggiungere qualche granello di sale.

Per cuocere il panuozzo sono necessari circa 10-15 minuti, ma vi consigliamo di regolarvi in base al vostro forno. Se avete la fortuna di avere un forno a legna in giardino o sul terrazzo, però, non fatevi venire dubbi: la cottura del panuozzo, come quella della pizza, darà in questo caso un risultato ancora più saporito.

Sfornate il panuozzo quando la sua superficie sarà diventata dorata; aspettate pochi minuti affinché si raffreddi per evitare di scottarvi, e tagliatelo a metà aiutandovi con un coltello dalla lama lunga e seghettata che vi faciliterà il lavoro. A questo punto, un buon panuozzo dall'esterno croccante e dall'interno morbido, sarà pronto per accogliere la farcitura che voi o i vostri amici avrete scelto. Ricordate che dopo la farcitura, il panuozzo, per essere ancora più buono, potrà essere infornato di nuovo per pochissimi minuti affinché, in base alla farcitura scelta, il suo sapore si possa meglio amalgamare all'impasto.

Come farcire il panuozzo

Come farcire il panuozzo E se la fatica dell’impasto e l’attesa della lievitazione non sono state le parti più divertenti della preparazione del panuozzo, adesso scoprirete come deliziarvi con tante farciture che possono unire ingredienti diversi tra loro e dare vita a tanti panuozzi adatti a ogni occasioni e pronti a soddisfare i gusti di tutti.

Il panuozzo, infatti, proprio come la pizza, si presta a tante farciture: dalla mozzarella ai tanti formaggi, dal prosciutto ai salumi, dalle verdure alla carne e, addirittura, al pesce, il panuozzo è il contenitore ideale per una farcitura che si presta a diventare la portata principale di un pranzo veloce e informale o di una simpatica e divertente cena tra amici. Se in casa siete soliti preparare le pizze per il sabato sera e ne sfornate tante, dalla pizza quattro stagioni, alla pizza con prosciutto e carciofi o alla semplice pizza bianca da farcire, stupite tutti con il panuozzo che diventerà uno dei piatti preferiti dai vostri amici che non faranno che invitarsi a cena ogni volta che potranno.

Accontentarli sarà semplice: potete, infatti, anche preparare piccoli saltimbocca, panuozzi dalle dimensioni più piccole, tutti farciti in maniera diversa. Dalle ricette più comuni, alle ricette della vostra fantasia, la lista degli ingredienti che potete annotare sul vostro ricettario alla voce “panuozzo” è davvero infinita. Ecco per voi qualche idea, voi prendetene spunto e create il vostro panuozzo preferito.

Ricette tipiche

Ricette tipiche Sono tante le ricette che potrete gustare nelle pizzerie di Napoli e dintorni, tutte buonissime e tutte con un profumo irresistibile che preannuncia un assaggio indimenticabile. Regina degli ingredienti di pizze o panuozzo, la mozzarella di bufala impera in queste ricette e si sistema su uno strato di rucola in cui il suo sapore viene esaltato dai pomodori per dare vita a un panuozzo davvero semplice ma dal gusto unico. Per gustare questo panuozzo, vi serviranno solo ingredienti appena acquistati e tanto appetito.

Per cominciare, affettate 1 pomodoro occhio di bue a fette, raccoglietele in una ciotola e mettetele da parte; sciacquate 1 ciuffo di rucola, tamponatela delicatamente e fatela asciugare bene. Condite con un filo d’olio la base del vostro panuozzo già diviso a metà; adagiatevi la rucola, le fette di pomodoro e, per ultimo, la mozzarella tagliata a fette. Completate con un filo d’olio extravergine d’oliva, una leggera spolverizzata di pepe nero macinato al momento e un pizzico di sale. Chiudete e lasciate risposare il panuozzo per circa 10 minuti prima di mangiarlo. A questa ricetta, potete aggiungere anche due fette di prosciutto cotto o di prosciutto crudo, rigorosamente dolce e tagliato molto sottile.

I friarielli che appartengono alla cucina napoletana, si sposano molto bene sia con la pizza, sia con il panuozzo e, accompagnati da una gustosa pancetta affumicata, esplodono in un sapore davvero irresistibile, impreziosito da un pizzico di peperoncino piccante. Vi serviranno: 200 g di friarielli; 1 spicchio d’aglio; 1 peperoncino piccante; 100 g di pancetta affumicata tagliata a dadini; olio extravergine d’oliva; sale.

Mondate e lavate i friarielli sotto l’acqua corrente; in una padella capiente, fate soffriggere lo spicchio d’aglio schiacciato con 4 cucchiai di olio; aggiungetevi i friarielli e cuoceteli insieme alla pancetta. Vi consigliamo di assaggiare prima di aggiustare di sale perché la sapidità del salume potrebbe bastare a dare sapore alla pietanza. Aggiungete anche il peperoncino tagliato a rondelle e fate cuocere per circa 7 minuti, mescolando spesso. Una volta che i friarielli sono cotti, non vi resterà che eliminare prontamente l’aglio e farcire il vostro panuozzo. Buon appetito!

Se in frigo avete un pezzo di provola e delle melanzane, il connubio è perfetto: vi aspetta un panuozzo davvero gustoso. Vi serviranno: 200 g di provola; 2 melanzane; 1 salsiccia da 150 g; 1 spicchio d’aglio; olio extravergine d’oliva; sale.

Per prima cosa, affettate le melanzane, riducetele a tocchetti e saltatele in padella con l’aglio schiacciato e 4 cucchiai di olio. Aggiungete la salsiccia sbriciolata e cuocete per circa 8 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno. Una volta trascorso il tempo di cottura, farcite il panuozzo, aggiungendo la provola a fette, condite con un filo d’olio, chiudete e infornate nuovamente il panuozzo per fare in modo che la provola si sciolga. Servite subito.

Ottima è anche la farcitura con funghi e salsicce, un grande piatto tipico che si trasforma in prelibato ripieno per un panuozzo da veri gourmet. Vi serviranno: 120 g di funghi cardoncelli; 150 g di salsiccia di maiale; 1 spicchio d’aglio; 2 pomodorini; ½ peperoncino piccante; olio extravergine d’oliva; sale.

Sbriciolate la salsiccia e fatela rosolare in padella con poco olio per circa 7 minuti. In una padella a parte, cuocete i funghi: schiacciate lo spicchio d’aglio e lasciatelo soffriggere per circa 3 minuti con 4 cucchiai di olio, aggiungete il peperoncino tagliato a rondelle e unite i funghi e i pomodorini. Insaporite con una presa di sale e cuocete per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Una volta che i funghi sono cotti, aggiungete in padella la salsiccia e fate insaporire per circa 2 minuti a fuoco lento. Lasciate risposare con il coperchio per circa 5 minuti quindi farcite il panuozzo e servitelo caldo, ungendo la superficie con un po’ di olio extravergine d’oliva a crudo.

Accostamenti fantasiosi

Accostamenti fantasiosi Il panuozzo diventa l’idea per portare in tavola piatti gustosi e diversi dal solito. Con un ripieno di carne o di pesce, il panuozzo può trasformarsi in un piatto unico eccellente, completo e, soprattutto, buonissimo e particolare. Se ci sono bambini* in casa che spesso vi chiedono una cena a base di hamburger e patatine, accontentateli, ma stavolta la carne mettetela dentro un buon panuozzo fatto in casa.

In questo caso, la vostra fantasia culinaria vi permette dei dare al panuozzo una forma diversa, potrete infatti crearli rotondi per sostituire il tipico pane da hamburger oppure farli molti piccoli per mini hamburger da gustare davanti alla TV. Con le dosi per l’impasto della ricetta base, vi serviranno 2 hamburger; 4 foglie di lattuga; 2 cucchiai di maionese fatta in casa; ½ cetriolo; ½ pomodoro; 60 g di formaggio cheddar; ketchup; sale.

Preparate i panuozzi e teneteli in caldo. Cuocete su una griglia cosparsa di sale grosso i due hamburger. Stendete un velo di maionese sulla base dei panuozzi divisi a metà, aggiungete le foglie di lattuga lavate e ben asciugate; adagiatevi la carne, aggiungete le fettine di pomodoro, il cetriolo a rondelle, il formaggio, il ketchup, la seconda foglia di lattuga e chiudete. Infornate i panuozzi per circa 2 minuti in forno a 200° affinché il formaggio si sciolga. Servite con un delizioso contorno di patatine fritte, patate al forno o patate al burro. Sarà una cena perfetta.

Per ottenere un risultato migliore, vi consigliamo di preparare la maionese in casa. Vi serviranno: 2 tuorli a temperatura ambiente; 25 ml di succo di limone; 5 ml di aceto bianco; 250 ml di olio di semi; sale e pepe. Il procedimento è molto semplice, ma state attenti a non far impazzire la vostra maionese. Versate gli ingredienti nel bicchiere tutti insieme; quindi, con un frullatore a immersione cominciate a frullare tenendolo ben fermo. Quando sui lati il composto comincerà a montare, cominciate a muovere il frullatore spostandolo dal basso verso l’alto, ripetutamente affinché possa immagazzinare l’aria che serve per renderlo soffice e spumoso. Appena il composto raggiunge una consistenza densa e cremosa, la vostra maionese fatta in casa è pronta. Oltre alla farcitura del panuozzo, utilizzatela per condire il contorno di patate scelto.

E se diventate esperti di panuozzo e maionese, vi consigliamo una ricetta molto facile e di sicuro successo, che metterà tutti d’accordo. Vi serviranno: 2 fette di petto di pollo da 100 g l’una; 150 g di mais; 2 cucchiai di maionese; olio extravergine d’oliva; sale.

Per prima cosa, fate tostare in padella il petto di pollo per qualche minuto. Spegnete il fuoco, coprite con un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per circa 10 minuti. Riscaldate nuovamente la padella e completate la cottura della carne per altri 4 minuti, salandola leggermente da entrambi i lati. Aprite il panuozzo, spalmate entrambi i lati con la maionese, adagiate il petto di pollo cotto e aggiungete il mais. Chiudete, lasciate riposare per qualche minuto e servite. A questo panuozzo, potete aggiungere qualche foglia di valerianella o misticanza per dare ancora più sapore al piatto o accompagnarlo con un contorno di verdure al forno.

E oltre al pollo, scegliete anche la porchetta nel panuozzo per un piatto davvero goloso. Vi serviranno: 60 g di porchetta affettata; 2 peperoni rossi; 4 fette di scamorza; salsa bourguignonne; sale.

Per prima cosa, grigliate sul fuoco i peperoni, spellateli, privateli dei semi e tagliateli a fette. Mettete tra le due fette di panuozzo le fette di scamorza e infornate per circa 2 minuti a 180°. Una volta che il formaggio è diventato filante, sollevate una fetta di pane, spalmatela con la salsa, aggiungete le fette di peperone condite con poco olio e un pizzico di sale e aggiungete anche le fette di porchetta. ll vostro panuozzo è pronto!

E per gli amanti del pesce ecco una ricetta estiva che vi sorprenderà. Sofisticato nel gusto e ricercato negli abbinamenti, questo panuozzo non potrà che conquistare i vostri ospiti. Vi serviranno: 200 g di pesce spada affumicato; 1 limone; 1 ciuffo di aneto; olio extravergine d’oliva; sale e pepe.

Per prima cosa, preparate un‘emulsione con 5 cucchiai di olio, il succo filtrato del limone e l’aneto sminuzzato, aggiustate di sale e pepe e mescolate. Lasciate riposare, quindi sistemate le fette di pesce spada in un piatto, conditele con l’emulsione, e lasciate marinare per circa 7-8 minuti. Trascorso questo tempo, farcite il panuozzo e gustatelo subito. Potete sostituire al pesce spada il salmone o il tonno e all'aneto un ciuffetto di erba cipollina da aggiungere all'emulsione dopo averlo finemente sminuzzato.

Arricchire un panuozzo non solo con ingredienti speciali, ma anche condimenti diversi è un’idea che vi farà sempre ottenere un grande successo. Una semplice farcitura di prosciutto crudo, infatti si può arricchire in tanti modi, per esempio con una salsa davvero unica. Se amate il gusto intenso della senape, non potete non provarla. Vi serviranno: 100 ml di aceto balsamico; 1 cucchiaino di amido di mais; 2 cucchiai di senape; 1 cucchiaino di parmigiano grattugiato.

In un pentolino, portate a bollore l’aceto balsamico, stemperate l’amido di mais in poca acqua, versate il composto nell'aceto in ebollizione e cominciate a mescolare subito con una frusta. Lasciate intiepidire e incorporate la senape. Fate riposare e, al momento di farcire il panuozzo, aggiungete una spolverizzata di parmigiano grattugiato e mescolate.

Anche la salsa verde si abbina perfettamente alla carne e se avete deciso di farcire il panuozzo con prosciutto, pollo o roastbeef, questa salsa è l’ideale per esaltare il sapore della carne e dare più sapore a un panuozzo davvero unico. Vi serviranno: 2 uova a temperatura ambiente; 100 g di mollica di pane raffermo; 120 ml di aceto di vino; 1 spicchio d’aglio; 1 cucchiaio di capperi; 6 filetti di acciughe; 1 ciuffo di prezzemolo; olio extravergine d’oliva; sale e pepe.

Per prima cosa, in un pentolino cuocete le uova sode; privatele del guscio, apritele e setacciate i tuorli in una ciotola. Mettete in ammollo la mollica del pane nell’aceto di vino e tagliate a metà l’aglio. Sciacquate i capperi e tritateli insieme all’aglio e alle acciughe. Aggiungete il trito preparato ai tuorli e aggiungete anche la mollica ben strizzata. Unite il prezzemolo tritato, aggiustate di sale e mescolate con 2-3 cucchiai di olio.

E se il vostro bel panuozzo lo farciste con una frittata senza uova? Un’idea molto gustosa, arricchita da una buona salsa. Vi serviranno: 200 g di farina di ceci; 400 ml di acqua tiepida; 2 porri; olio extravergine d’oliva; sale e pepe nero.

Mettete in una ciotola capiente la farina di ceci e l’acqua e con una frusta mescolate bene. Aggiungete un pizzico di sale, una spolverizzata di pepe nero macinato al momento e 2 cucchiai di olio. Mescolate ancora e lasciate riposare per circa 20 minuti, coprendo con la pellicola da cucina. Nel frattempo, lavate e affettate finemente i porri, incorporateli all'impasto e mescolate. Ungete una padella antiaderente con poco olio e mettetela sul fuoco. Versate l’impasto per ottenere una frittata dallo spessore di circa 0,5 cm e cuocete 10 minuti per lato a fuoco basso. Una volta cotta, sistematela nel panuozzo, aggiungete 1 pomodoro ramato tagliato a fettine, 1 foglia di lattuga tagliata a listarelle oppure con delle verdure al forno light condite con un filo d’olio extravergine d’oliva, chiudete il panuozzo e servite.

*sopra i 3 anni