Zeppole al forno con crema chantilly

Ricetta creata da Galbani
Zeppole al forno con crema chantilly
Vota
Media0

Presentazione

Le zeppole di San Giuseppe al forno sono una variante dal sapore più delicato del dolce che si prepara il 19 marzo per la Festa del Papà. Il dessert campano ha ormai conquistato i palati di tutti gli italiani ed ha proprio il profumo della primavera. La versione tipica prevede la frittura, tuttavia la versione al forno riserva i suoi vantaggi. La pasta choux, cotta in forno, mantiene la sua morbidezza e si gonfia lasciando uno spazio vuoto all’interno che può essere riempito con della squisita crema. Queste opere d’arte della pasticceria italiana sono molto golose e vengono apprezzate da grandi e piccini* in ogni periodo dell’anno, oltre che per la Festa del Papà.

Solitamente la zeppola va guarnita con la crema pasticcera ma la crema chantilly ne arricchisce ancora di più il sapore, esaltandolo con l’aroma alla vaniglia. Inoltre, visto che le zeppole cotte al forno possono essere facilmente tagliate questa crema è un’ottima farcitura.

La ricetta per preparare le zeppole al forno ha una media difficoltà e occorrono pochi semplici ingredienti. Bisogna porre un po’ di attenzione nella preparazione della pasta choux. Anche la manualità nell’utilizzo della sac à poche è importante per dare una forma ben arrotondata, comunque anche se le zeppole non verranno fuori della tipica forma, risulteranno lo stesso buonissime! Questa è una preparazione dal sapore tanto semplice che è in grado di conquistare chiunque e si presta benissimo anche a diverse versioni quindi date libero sfogo alla vostra fantasia.

Media
8
60 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per la pasta choux:

  • 90 g di Burro Panetto Santa Lucia;
  • 8 uova;
  • 500 ml di acqua;
  • 300 g di farina 00;
  • un pizzico di sale

 

Per la crema chantilly:

  • 500 ml di panna da montare;
  • 70 g di zucchero a velo;
  • ½ baccello di vaniglia

Preparazione

La prima cosa da fare è preparare la pasta choux, per questo tipo di impasto non serve la planetaria poiché va fatto in un pentolino sul fuoco. La crema può essere comodamente preparata mentre le zeppole si raffreddano.

Preparate tutti gli ingredienti necessari e seguite i passaggi elencati qui di seguito.

01

Tagliate il burro a pezzetti e mettetelo in un pentolino dai bordi alti, aggiungete l’acqua e fate sciogliere a fuoco medio. Quando il composto di acqua e burro sta per raggiungere l’ebollizione versate la farina a pioggia tutta in una volta. Con l’ausilio di un cucchiaio di legno mescolate rapidamente per evitare il formarsi di grumi. Continuate a cuocere l’impasto rimestando con il cucchiaio di legno fino a quando non si sarà addensato per bene e si staccherà dalle pareti del pentolino

02

Versate l’impasto in una ciotola capiente e lasciatelo intiepidire. Intanto, sbattete le uova in una terrina pulita e aggiungete il pizzico di sale. Quando l’impasto si sarà intiepidito versate le uova sbattute un po’ per volta avendo cura di farle incorporare di volta in volta. Continuate a mescolare energicamente con il cucchiaio di legno per amalgamare alla perfezione le uova e l’impasto. Quando avrete ottenuto un composto liscio e denso trasferitelo in una sac è poche con la bocchetta a stella del diametro i 1,2 cm.

03

Portate il forno a 200° e foderate la leccarda con carta forno. A questo punto dovete cominciare a fare le zeppole. Per ogni zeppola dovete creare un cerchio a forma di ciambella del diametro di circa 10 12- cm facendo due giri sovrapposti di pasta. Quando avrete formato tutte le zeppole infornatele, abbassate la temperatura del forno a 180° e lasciate cuocere per 30 minuti. Trascorso questo tempo aprite leggermente lo sportello del forno e lasciate cuocere per alti 5 minuti. A cottura ultimata estraete le zeppole dal forno e ponetele a raffreddare su una gratella per evitare che il vapore inzuppi la base delle zeppole.

04

Mentre le zeppole si raffreddano preparate la crema chantilly. Mettete la panna in una ciotola, incidete la bacca di vaniglia, estraete i semi aiutandovi con un coltello a lama liscia ed immergete bacca e semi nella panna quindi ponete la panna di nuovo in frigo e lasciate insaporire per una decina di minuti. A cottura ultimata estraete le zeppole dal forno e ponetele a raffreddare su una gratella per evitare che il vapore inzuppi la base delle zeppole.

05

Quando le zeppole si saranno raffreddate tagliatele e farcite con la crema che avete preparato, richiudete e mettete ancora un po’ di crema al centro della zeppola. Guarnite con un’amarena sciroppata e spolverizzate con dello zucchero a velo. Le zeppole al forno con crema chantilly sono pronte per essere gustate, state pur certi che andranno a ruba in pochi attimi.

Varianti

Esistono molte varianti per questo tipo di ricetta.

Le amarene sciroppate rappresentano la guarnizione per antonomasia di questo tipo di dolce, ma potete utilizzare delle fragole visto che il periodo delle zeppole coincide con quello di maturazione di questo frutto. Lavate le fragole sotto l’acqua corrente, privatele del picciolo e tagliatele in due o in quatto. Mettete le fragole tagliate in una ciotola e versate qualche cucchiaiata di zucchero poi mettete la ciotola in frigo coperta con della pellicola trasparente. Dopo un’ora estraete la ciotola con le fragole dal frigorifero e usate le fragole per guarnire le zeppole versando, sulla sommità della crema, anche parte dello sciroppo che si è formato. Questa versione è molto golosa e sarà apprezzata soprattutto dai bimbi* che adorano sia la panna montata che le fragole.

Le zeppole al forno possono essere farcite anche con la crema al cacao. Seguite lo stesso procedimento utilizzato per farcire con la crema chantilly terminando la guarnizione con della granella di nocciola.

Una piccola chicca per rendere queste zeppole ancora più buone: farcite l’interno con crema al cacao e guarnite la superficie con la crema chantilly infine guarnite con le fragole così come spiegato poco sopra.

*sopra i 3 anni

Suggerimenti

La preparazione della pasta choux è la parte più delicata nella preparazione delle zeppole. Se si formano dei grumi quando cominciate a versare le uova potete aiutarvi con una frusta elettrica o una planetaria per amalgamare meglio gli ingredienti e fare meno fatica. La cosa fondamentale è che l’impasto risulti liscio e privo di coaguli poiché inficerebbero la giusta cottura rovinando la riuscita del dolce.

Per la crema chantilly scegliete della panna liquida, il suo sapore è più intenso rispetto a quella a lunga conservazione. Inoltre, mettetela in frigorifero almeno per una nottata, più è fredda meglio si monterà.

In questo impasto non c’è il lievito, cresce grazie alle uova ed al calore quindi non aprite il forno prima dei 30 minuti altrimenti le zeppole si sgonfieranno e non saranno più buone per essere farcite.

Curiosità

A quanto pare questo dolce è nato per omaggiare San Giuseppe in quanto protettore dei friggitori napoletani. Nel XVIII secolo nacque l’usanza di questi friggitori di imbandire dei banchetti davanti alle loro botteghe con queste frittelle guarnite con zucchero e cannella proprio il 19 marzo. Pian piano la gente cominciò ad accostare questo dolce alla Festa del Papà che cade proprio nel giorno di San Giuseppe. La consuetudine è rimasta talmente vivida che ancora oggi non è raro vedere per le strade e i vicoli di Napoli vari banchetti che propongono le ormai celebri zeppole di San Giuseppe con la differenza che lo zucchero e la cannella sono stati sostituiti dalla crema pasticcera e l’amarena che, a sua volta ha visto una ulteriore evoluzione con diversi tipi di crema e di frutta.

Il termine zeppola identifica anche un tipo di frittella rustica farcita con alici avente una forma sferica che viene preparata principalmente nel periodo natalizio.

Tra i modi di dire campani compare la zeppola per indicare una persona che ha un difetto di pronuncia, soprattutto per quanto riguarda le lettere dentali, proprio perché sembra che stia masticando questo squisito dolce mentre parla.

Prova anche

Scopri di più