null

Vellutata di topinambur

Vellutata di topinambur
Vellutata di topinambur
Vellutata di topinambur
Primi Piatti PT50M PT0M PT50M
  • 4 persone
  • Facile
  • 50 minuti
Ingredienti:
  • 2 patate medie
  • 600 g di topinambur
  • 1 scalogno
  • 1 filo di olio extravergine di oliva
  • 700 ml di brodo vegetale
  • sale q.b.
  • qualche foglia di salvia
  • crostini q.b.
  • 30 g di Burro Santa Lucia Galbani

Galbani

Burro Panetto

Il Panetto Burro Santa Lucia con il suo sapore delicato e consistenza soffice è ideale per rendere speciali tutte le tue preparazioni, sia dolci che salate. Scopri le curiosità

presentazione:

Volete sorprendere gli invitati delle vostre cene con una ricetta originale e dal gusto particolare? La vellutata di topinambur è quello che fa per voi. Innanzitutto vediamo cos'è il topinambur, un prodotto che non vediamo spesso sulle nostre tavole ma che si presta a moltissime ricette gustose e raffinate. Il topinambur è una pianta officinale di cui se ne consumano le radici, le quali hanno un sapore molto simile al carciofo e una consistenza vicina alla patata. Oltre che sotto forma di vellutata, il topinambur può essere cucinato lessato, fritto, trifolato o all'interno di risotti e zuppe. Questo ingrediente è davvero versatile! Ma parliamo ora di questa ricetta delicata e gustosa, perfetta un primo piatto facile e veloce da portare in tavola.

La vellutata di topinambur è molto semplice da preparare e bastano pochissimi e semplici ingredienti per ultimare la ricetta. La sua cremosità è data dall'utilizzo delle patate e del Burro Santa Lucia, perfetti per esaltare il sapore, più deciso, del topinambur. Si tratta di un primo piatto indicato per la stagione fredda e che può essere servito non solo come primo ma anche come antipasto dal gusto leggero e delicato. A cottura avvenuta vi consigliamo di accompagnare la vellutata con tanti crostini e pezzetti di pane abbrustolito. Se questo primo piatto fatto in casa vi ha incuriosito, procuratevi gli ingredienti e mettiamoci a lavoro!


Preparazione:

  1. 1. Sbucciate, lavate e tagliate a dadini le patate e il topinambur.
  2. 2. Soffriggete per qualche minuto lo scalogno tritato nel Burro Santa Lucia, unite nella pentola sia il topinambur che le patate e lasciate che il tutto si insaporisca per qualche minuto, dopodiché coprite con il brodo caldo vegetale e lasciate cuocere con il coperchio a fiamma bassa per 30 minuti, assicurandovi che il composto continui a bollire.
  3. 3. Frullate il tutto con un frullatore a immersione e la vostra vellutata di topinambur è quasi pronta.
  4. 4. Servite la vellutata di topinambur ben calda in un piatto da zuppa completando con le foglie di salvia, i crostini e un filo di olio extravergine di oliva.

Curiosità:

Il topinambur è una pianta erbacea utilizzata nella cucina odierna come ortaggio. Può essere mangiato sia crudo, ad esempio per condire un’insalata, sia cotto, come nella ricetta che vi abbiamo proposto.

Di seguito vogliamo fornirvi alcune indicazioni per agevolare la preparazione della vellutata e velocizzare i tempi. Innanzitutto per pelare le patate utilizzate un pelapatate al posto del coltello per scartare meno prodotto.

Per rendere quest’ottimo piatto più delizioso potete inoltre insaporire la vellutata aggiungendo degli aromi, come della noce moscata o del peperoncino. Condite quindi con un filo d’olio extravergine d’oliva e una bella spolverizzata di formaggio grattugiato.


Vi consigliamo di preparare in casa i crostini di pane con cui andrete a servire la vostra crema di topinambur. Basta prendere del pane raffermo, tagliarlo a cubetti non troppo grandi e saltarli in padella antiaderente con un filo di olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e, se l'avete a disposizione, un rametto di rosmarino. Un ottimo modo per non sprecare gli avanzi di pane!

Per un facile e veloce primo piatto, come alternativa alla ricetta che vi abbiamo proposto oggi, provate la cremosa vellutata di carciofi o quella sfiziosa di carote e patate.


I vostri commenti alla ricetta: Vellutata di topinambur

Lascia un commento

Massimo 250 battute