Crauti e cavoli

Galbani
Galbani
Crauti e cavoli
Preparatevi a scoprire il metodo di cottura di due ortaggi molto amati: i crauti e i cavoli.

I cavoli sono tra le verdure di stagione che non possono mancare nell'alimentazione di bambini* e adulti. Appartengono alla famiglia delle crucifere e vi sono molte varietà: ricordiamo in particolare il cavolo cappuccio (da cui vengono ricavati i crauti), il cavolfiore, il cavolo verza, il cavolo riccio, il cavolo rosso e il cavolo nero, i broccoli e i cavolini di Bruxelles.

I crauti prendono il loro nome dal tedesco "kraut"e insieme alle patate e alle salsicce sono considerati ingredienti immancabili in molti i piatti tipici tedeschi, trovandoli oltre che nel tipico pane, wurstel e crauti, anche in secondi piatti di carne e di pesce. Sono diffusi soprattutto nel centro e nord Europa per via del clima continentale a loro favorevole: in Germania, Austria, Ungheria, Polonia e in molti paesi dell'Est. In Italia li troviamo principalmente nel Trentino Alto Adige, nel Friuli Venezia Giulia e nel Veneto.

Per sfruttare al massimo il gusto del cavolo e dei crauti, utilizzeremo diversi metodi di cottura per tutte le loro varianti, in modo da dare un nuovo sapore a piatti invernali e non solo.

Seguite quindi i nostri consigli per realizzare menù unici con tante ricette tutte facili e veloci da preparare in tante occasioni.

* sopra i 3 anni

Il cavolo

Il cavolo Il cavolo cappuccio viene molto utilizzato per preparare insalate, contorni di stagione e primi piatti, per condire la pasta e il riso, tra gli ingredienti di zuppe e minestre e gli sformati di verdure.

I crauti

I crauti Per preparare i crauti dovete tagliare il cavolo cappuccio verde o rosso in 4 parti dopo aver rimosso le foglie esterne; poi tagliatelo a listarelle sottili e, dopo averle lavate ed asciugate, mettetele a soffriggere in olio extravergine di oliva dentro una padella dal fondo largo insieme ad una cipolla tagliata sottilmente e, se gradite, potrete anche aggiungere alcune fette di speck o di pancetta. Sfumate con un bicchiere di vino bianco o di aceto e inserite aromi e spezie (come i semi di cumino e bacche di ginepro), sale integrale e pepe q.b. Lasciate cuocere i crauti per 90 minuti girandoli ogni tanto per non farli attaccare alla pentola. A questo punto sono pronti per essere serviti come contorno per insaporire dei primi piatti freddi oppure potete rosolarli con aglio fino a farli dorare: diventeranno un'accoppiata perfetta con wurstel, salse, sughi e insalata per panini saporitissimi.

Frittelle di cavolfiore

Frittelle di cavolfiore Si tratta di una ricetta tipica della cucina regionale siciliana, molto semplice e facile da realizzare per antipasti sfiziosi che porteranno soprattutto i bambini* a mangiarle una dopo l'altra.

Ecco quindi il procedimento per la preparazione delle frittelle di cavolfiore per 6 persone. Sono necessari i seguenti ingredienti: 500 g di cavolfiore, 300 g di farina 00, 2 uova, 20 g di lievito di birra, sale pepe nero q.b., olio extravergine di oliva q. b.

Per prima cosa dovete pulire il cavolo rimuovendo le foglie esterne e spezzettandolo in fioretti e poi lessarlo in pentola con abbondante acqua salata. In una ciotola inserite le uova insieme al lievito, al sale, al pepe nero e alla farina e mescolate il tutto fino ad ottenere una morbida e densa pastella. A questo punto aggiungete il cavolo e amalgamatelo con la pastella. Coprite la ciotola con una pellicola trasparente e lasciate per circa 2 ore in lievitazione. In una padella a fuoco basso, scaldate l'olio d'oliva e versate l'impasto con un cucchiaio per formare le frittelle. Fatele cuocere rigirandole spesso finché non diventano dorate in superficie e morbide all’interno. Scolate le frittelle e sistematele su un tovagliolo di carta assorbente in modo tale da far perdere l'unto in eccesso.

Si possono mangiare anche fredde, ma servite su un vassoio ancora calde saranno molto più buone.

* sopra i 3 anni

Lasagne al cavolo rosso

Lasagne al cavolo rosso Tra le ricette vegetariane non può mancare questo primo piatto colorato dal gusto favoloso che richiede poco tempo per la preparazione. Pronti?

Dopo aver pulito il cavolo rosso, iniziate a tagliarlo a listarelle sottili mentre lasciate soffriggere una cipolla affettata in una padella dal fondo largo con abbondante olio d'oliva. Aggiungete il cavolo rosso non appena la cipolla sarà rosolata insieme ad un pizzico di sale e pepe. Lasciate stufare il cavolo rosso per circa 20 minuti versando nella padella un bicchiere di acqua calda e chiudendo il coperchio. Mettete 3/4 di cavolo rosso in un boccale insieme ad un bicchiere di acqua di cottura con sale e pepe q.b. e frullate il tutto fino a formare una crema liscia e morbida. Versatene 2 cucchiai sul fondo di una teglia e disponete a strati 250 g di lasagne alternandoli alla crema di cavolo rosso con un cucchiaio di cavolo stufato non frullato e del parmigiano grattugiato. In alternativa potrete sperimentare diverse creme come aggiungere al primo e ultimo strato la besciamella, magari preparandola in casa utilizzando burro, farina, latte e noce moscata. Dopo aver ricoperto il tutto di parmigiano e un filo d'olio extravergine d'oliva, mettete le lasagne al cavolo rosso in forno per circa 20 minuti a 200°. Verificate che siano ben cucinate non appena inizieranno a dorarsi in superficie. Eccole pronte per essere servite calde e deliziose.

Involtini di cavolo, verza e carne

Involtini di cavolo, verza e carne Per preparare gli involtini di cavolo, verza e carne, sono necessari i seguenti ingredienti: 1 cavolo verza, 300 g di carne tritata, 80 g yogurt magro, 25 g di pangrattato, 1 cipolla, 1 spicchio d'aglio, sale q.b., erbe aromatiche e olio d'oliva extravergine d'oliva.

Partendo dalla realizzazione del ripieno, amalgamate in una ciotola la carne tritata insieme al pangrattato e allo yogurt, aggiungendo la cipolla tagliata a fettine, un pizzico di sale e di erbe aromatiche. Adagiate il ripieno al centro delle foglie del cavolo verza una quantità sufficiente che vi consentirà di poter realizzare quanti involtini vorrete. Sistemateli in una teglia con poco olio e spennellateli in superficie per poi coprirli con un foglio di carta di alluminio e metterli in forno a 200° per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo, togliete il foglio di alluminio e portate il forno a 80° lasciando gli involtini per altri 20 minuti. Fateli raffreddare per pochi minuti e serviteli come contorno, accompagnati magari da altri tipi di involtini come quelli di sedano rapa alla ricotta, di zucchine, di radicchio, o i buonissimi involtini di prosciutto con spinaci e formaggio.

Risotto con il cavolo cappuccio

Risotto con il cavolo cappuccio Questo piatto per 6 persone è molto semplice da realizzare e regala molta soddisfazione già al primo assaggio. La ricetta richiede pochi ingredienti: 1 cavolo cappuccio, 450 g di riso, 60 g di prosciutto crudo, 150 g di passata di pomodoro, 1 cipolla, sale e pepe q.b.

Dopo aver pulito il cavolo togliendo le foglie esterne, procedete tagliandolo alla julienne, e subito dopo lavando e sciacquando le listarelle ottenute. In una casseruola con un poco d'olio extravergine d'oliva aggiungete la cipolla e il prosciutto dopo averli tritati, lasciando il tutto a riposare per circa 10 minuti. Aggiungete la passata di pomodoro con un pizzico di sale e pepe lasciando cuocere il sugo per circa 15 minuti. Versate il cavolo cappuccio e lasciate il tutto a fiamma bassa finché il cavolo non si appassisce.

Preparato il riso e inserito il tutto mescolando tutti gli ingredienti, fatelo tostare aiutandovi con il brodo bollente fino a completa cottura. Mantecate il riso utilizzando la noce di burro e servite in tavola.

Wurstel e crauti

Wurstel e crauti Questo piatto è molto facile da preparare, gustoso e saporito è adatto a serate informali da passare in famiglia, è un piatto particolarmente amato dai bambini*.

Soffriggete in una terrina capiente l'aglio insieme all'olio e ad una fogliolina di alloro. Lavate i crauti, scolateli e aggiungeteli al soffritto insieme ad una manciata di pepe nero, poi sfumate con del vino bianco.

Aggiungete il brodo di carne e lasciate cuocere per una mezz'ora abbondante, assicurandovi che la terrina sia chiusa con il coperchio. Trascorso questo tempo, mettete i wurstel e lasciateli cuocere per 10 minuti. Serviteli ancora caldi accompagnati con la salsa di senape.

* sopra i 3 anni