Jingalov hats

Ricetta creata da Galbani
Jingalov hats
Vota
Media0

Presentazione

Con Jingalov Hats si intende una ricetta tipica dell'Artsakh e del Syunik, in Armenia: in pratica, si tratta di una focaccia preparata con il lavash, il pane armeno, e farcita con erbette aromatiche locali che si raccolgono proprio in quei territori. Si tratta di una ricetta povera, con un impasto azzimo di farina, acqua e sale.
L'impasto è sottile, non lievitato: con questa sorta di pane azzimo si realizza una buonissima pinza ripiena di erbe selvatiche sminuzzate e condite con un goccio di olio extravergine d'oliva. Il risultato è un vero bouquet di sapori e di profumi, più o meno aromatici; in alternativa, si possono trovare all'interno della farcia anche carne di manzo e cipolle fritte. Una volta confezionato il ripieno, la focaccia si chiude a mezzaluna e si cuoce direttamente sopra una speciale brace, la sajin, anche chiamata Sai. Gustose e prelibate, le focacce armene sono molto apprezzate come cibo da strada e sono un vero piatto tipico della cucina dell'Artsakh e del Syunik, sia nella versione senza carne, sia con straccetti di pollo e di manzo.
Ecco, per voi, la ricetta ispirata alle tipiche focacce armene a mezzaluna, consumate a Yerevan: qui utilizzeremo un mix di erbe selvatiche, tra cui i bruscandoli.

Facile
6
45 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di farina
  2. 250 ml di acqua
  3. 120 ml di latte
  4. 150 g di burro o di strutto
  5. 25 g di sale
  6. erbette di campo aromatiche di vario genere
  7. Certosa Galbani
  8. carne di manzo o di pollo tipi kebab
  9. salse a piacere
  10. sale e pepe q.b
  11. 1 pizzico di paprika dolce
  12. 1 pizzico di curcuma o di cumino
  13. qualche cucchiaio di olio evo
  14. 2 spicchi di aglio
  15. 1 pizzico di peperoncino

Preparazione

La prima cosa da fare è preparare l'impasto che assomiglia molto alla piadina romagnola: lo potete realizzare a casa, oppure acquistare le piadine già pronte al supermercato. In una boule mescolate la farina, l'acqua, il sale e versate il latte a filo, quindi impastate finché non ottenete una palla elastica e omogenea.
Lasciate riposare l'impasto per almeno mezzora, quindi dedicatevi al ripieno. Potete utilizzare un mix di erbe di campo, come ortica, melissa, cardo mariano, rucola, acetosella, cerfoglio, luppolo selvatico (bruscandoli), ma anche bieta costa e altre verdure a piacere. Sminuzzate le erbette e conditele semplicemente con sale, pepe e olio.
In alternativa, potete lasciarle appassire nel tegame, assieme a due spicchi di aglio, olio evo e spezie a piacere, come peperoncino, cumino, curcuma e paprika dolce.

Per dare alla vostra focaccia un gusto davvero sfizioso, farcitela con una dose generosa di Certosa Galbani.
Inoltre, potete aggiungere qualche fetta di kebab di pollo o di manzo. Chiudete la focaccia a mezzaluna e passatela nella padella unta di Burro Santa Lucia o di strutto.
In alternativa, potete completare la cottura sulla brace, come i tipici khorovats, i kebab di carne armena cotti sui tizzoni ardenti. Approfittatene se state facendo un barbecue o se avete intenzione di accendere la griglia o il caminetto!

Scopri di più