GalbaninoPresenta

Tortillas di patate

Ricetta creata da Galbani
Tortillas di patate
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Stai cercando una ricetta che parli della penisola iberica ma che abbia una preparazione veloce e non troppo complessa? Abbiamo ciò che fa per te!

Le tortillas di patate sono uno sfizioso piatto unico tipico della gastronomia spagnola, una sorta di frittata di uova, patate e cipolle, facilissima da preparare e ottima da gustare in un pranzo o una cena veloce, ma anche come antipasto o perché no in un buffet sfizioso.

Noi vi proponiamo di portarle in tavola in comodi tegamini monoporzione, ma potete anche realizzare un'unica tortilla (in padella o al forno) da tagliare a cubetti o a spicchi per l'aperitivo in casa.

Rimarrete sbalorditi dal travolgente mix di sapori e dalla consistenza morbida. Se cercate qualcosa di stuzzicante per stupire gli ospiti, per farli viaggiare con il gusto senza muoversi dalla sala da pranzo, questo è il piatto che fa al caso vostro.

Seguite la ricetta che vi stiamo per mostrare e cimentatevi nella preparazione delle tortillas di patate: per l'occasione, le abbiamo rese ancora più speciali grazie all'aggiunta di pancetta e del gusto irresistibile del Galbanino.

Rimarrete sbalorditi dal travolgente mix di sapori e dalla consistenza morbida. Se cercate qualcosa di stuzzicante per stupire gli ospiti, per farli viaggiare con il gusto senza muoversi dalla sala da pranzo, questo è il piatto che fa al caso vostro.

Seguite la ricetta che vi stiamo per mostrare e cimentatevi nella preparazione delle tortillas di patate: per l'occasione, le abbiamo rese ancora più speciali grazie all'aggiunta di pancetta e del gusto irresistibile del Galbanino.

Facile
4
60 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 500 g di patate
  2. 100 g di pancetta
  3. 4 uova
  4. 1 cipolla
  5. olio extravergine d'oliva q.b.
  6. sale e pepe q.b.
  7. Galbanino L'Originale Galbani q.b.

Preparazione

Siete pronti a realizzare questo cavallo di battaglia della cucina spagnola? Ecco il procedimento passo passo per preparare delle tortilla davvero golose. Iniziamo!

01

Per realizzare le tortillas di patate, per prima cosa lavate con cura le patate sotto l'acqua corrente, pelatele e tagliatele a fette o a dadini. Mettete a scaldare in una padella antiaderente 5-6 cucchiai di olio extravergine d'oliva, quindi aggiungete le patate e lasciate cuocere per pochi minuti.

02

Nel frattempo, sbucciate e tagliate a fette la cipolla, unitela alle patate e mescolate il tutto per insaporire. Coprite con il coperchio e proseguite la cottura per circa 15 minuti.

03

Quando le patate saranno diventate abbastanza morbide, eliminate l'olio in eccesso e fate intiepidire, dopodiché aggiungete la pancetta tagliata a strisce e alcune fette di Galbanino tagliate a cubetti, mescolate e trasferite il tutto in 4 tegamini.

04

A questo punto, sbattete le uova in una ciotola regolando di sale e pepe e versatele in pari quantità nei tegamini, agitandoli delicatamente per distribuire l'uovo uniformemente.

05

Cuocete le tortillas di patate in forno preriscaldato a 180° per circa 15-20 minuti, fino a quando la superficie non sarà ben dorata, e servite.

Varianti

La ricetta della tortilla di patate fa parte della cucina spagnola e si presta a numerose varianti. Si può cuocere sia al forno che in pentola, e gli abbinamenti da sperimentare lasciano molto spazio alla creatività.

C'è chi preferisce la versione senza cipolle, per un risultato un po' meno dolce e saporito. In tal caso basterà ometterle dalla ricetta e magari sostituirle con dello scalogno. Per gli appassionati invece che vogliono un gusto più deciso, è possibile usare anche le cipolle bianche o le famose cipolle rosse di Tropea.

Una variante gustosa, ma allo stesso tempo delicata è la tortilla di patate con le zucchine. Per realizzarla bisogna tagliare le zucchine a fettine sottili o a julienne. Unitele insieme alle patate tagliate a fettine, in una padella antiaderente con abbondante olio d'oliva fino a una completa doratura.

Per un sapore ancora più dolce e stuzzicante potete utilizzare lo stesso procedimento della tortilla con zucchine, ma aggiungere anche dei peperoni dolci: andranno benissimo quelli gialli o rossi. La tortilla è buonissima con ogni tipo di verdura!

Volete inoltre aggiungere una nota ancora più saporita e colorata alla vostra tortilla spagnola? Unite all'impasto anche dei peperoni verdi tagliati a striscioline. Aggiungete un pizzico di pepe e sentirete che sapore!

Altre versioni prevedono anche aggiunta di prosciutto sia cotto che crudo. Ma se preferite una versione più rustica provate la tortilla con chorizo, il un tipico salame iberico. Sarà sufficiente tagliarlo a dadini e unirlo al composto insieme alle uova.

Suggerimenti

La tortilla de patatas spagnola a molti ricorda la nostra versione di frittata con le patate. Infatti è una preparazione che utilizza più o meno gli stessi ingredienti, essendo una ricetta a base principalmente di ortaggi e di uova. Detto questo ci sono però un paio di differenze che la rendono molto diversa.

Prima di tutto la tortilla per definizione è la tortilla di patate, quindi le patate ci devono sempre essere. Inoltre, deve essere molto più alta di una normale frittata, più compatta ma allo stesso tempo morbida.

Il segreto fondamentalmente per avere una tortilla all'altezza delle aspettative è uno: la cottura delle patate. La cosa migliore è tagliarle a cubetti di media grandezza, e cuocerle in padella con abbondante olio d'oliva.

Fate cuocere sempre a fuoco medio. Questo è un tipo di cottura, in realtà, non è molto comune nelle nostre cucine. Di solito si è più abituati a friggere le patate nell'olio ad alte temperature, oppure a stufarle con poco olio a una temperatura più bassa. L'alternativa valida è bollire in acqua o utilizzare la cottura al vapore. Invece, questo metodo più comune si definisce tecnicamente oleocottura. Si tratta di un procedimento che richiede olio abbondante, ma una temperatura molto al di sotto dei 100 gradi che si utilizzano per friggere. Con questo procedimento ci vorrà un po' più di tempo, ma il sapore e la consistenza finale delle patate saranno perfetti.

Una volta cotte, unite le patate alle uova sbattute e agli altri ingredienti. A questo punto potete optare per una cottura più lenta, che renderà la tortilla bella soda e compatta, piena di buchetti, anche all'interno. In alternativa, se preferite, potete usare una temperatura più sostenuta, che renderà croccante l'esterno e morbido l'interno.

Curiosità

Chiamata originariamente tortilla de patatas, si tratta di una frittata di patate e uova. Questa frittata, in Spagna, si consuma in svariate situazioni ed è il piatto preferito degli spagnoli, si può trovare come tapa, oppure come piatto unico. Ma non è raro che venga servita anche a colazione. Inoltre, si accompagna spesso con pane, maionese e una salsa tipica spagnola fatta con olio e aglio, detta "aioli".

Il significato della parola “tortilla” è proprio “frittata”. Ma come abbiamo già detto ci sono delle notevoli differenze rispetto alla nostra frittata. Oltre ad avere sempre le patate tra i suoi ingredienti fondamentali, la frittata spagnola si presenta molto più alta e anche più stretta. Inoltre, a seconda dei gusti o delle varie zone, l’uovo al suo interno può essere più o meno cotto.

La storia della tortilla spagnola ha delle origini piuttosto antiche. Si racconta che nacque circa nel diciottesimo secolo, precisamente nella regione dell’Extremadura, al confine con il Portogallo. Non si hanno però notizie certe circa la sua diffusione. Ciò che è sicuro è che la sua popolarità si estese molto velocemente, perché si trattava di una pietanza saporita e a buon mercato.

Ancora oggi la tortilla viene molto utilizzata e commercializzata. Se andate in Spagna, in quasi tutti i bar e ristoranti a qualsiasi ora del giorno, vi sarà sempre possibile richiedere un "pincho de tortilla", ovvero un pezzo di tortilla. È uno dei piatti preferiti dagli spagnoli perché è pratico e comodo, perfetto in un panino per una giornata al mare oppure per un bel pic-nic o un pasto veloce durante una giornata di lavoro.

Prova anche

Ti potrebbe interessare anche