Santa LuciaPresenta

Sfogliatella frolla

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Ricotta Santa Lucia
Ricotta Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Con questa ricetta riscoprirete il piacere del dolce fatto in casa!
Il dessert che realizzerete è una deliziosa sfogliatella frolla, un dolce partenopeo molto famoso e dal sapore incredibilmente goloso.

Una delizia appetitosa della pasticceria napoletana, che abbiamo preparato con una pasta frolla realizzata con Burro Santa Lucia.
La pasta, a sua volta avvolge un cuore goloso diRicotta Santa Lucia, semolino, canditi misti, zucchero a velo, uova, essenza di vaniglia e cannella in polvere.

Una volta infornati, questi pasticcini vi conquisteranno per il delizioso profumo che uscirà dal vostro forno e che vi farà venire voglia di addentare subito il dolce, di modo da gustarne quanto prima la più che famosa bontà. Vi è venuta l'acquolina in bocca? Allora mettetevi il grembiule e dritti in cucina!



Media
10
80 minuti
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per l’impasto:
  1. 500 g di farina
  2. 200 g di Burro Santa Lucia Galbani
  3. 200 di zucchero
  4. 3 uova

Per la farcitura:
  1. 250 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  2. 150 g di semolino
  3. 150 g di canditi misti
  4. 150 g di zucchero a velo
  5. 1 uovo
  6. una goccia di essenza di vaniglia
  7. un pizzico di cannella in polvere

Preparazione

  • Per realizzare le sfogliatelle frolle dovete prima di tutto prendere una ciotola e mettere al suo interno la farina a fontana, il Burro Santa Lucia tenuto a temperatura ambiente e ridotto a pezzetti, le uova e lo zucchero.
  • Lavorate il tutto fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea. Poi fatela riposare al fresco per 30 minuti.
  • Nel frattempo, preparate il ripieno: in una casseruola fate bollire 1/2 litro d’acqua, versateci il semolino a pioggia e mescolate per bene. Il semolino deve assorbire completamente l'acqua di cottura. Una volta mescolato, fatelo raffreddare.
  • Quando il semolino sarà freddo, mettetelo in una terrina e mescolatelo con la Ricotta Santa Lucia, l’uovo, lo zucchero a velo, un pizzico di sale, i canditi e gli aromi.
  • Trascorso il tempo di riposo della pasta, prelevatela dal frigorifero, sistematela sulla spianatoia e, con l’aiuto di una tazzina o di un tagliapasta, ritagliate dei dischi uguali. Al centro della metà dei dischi riponete un po' di ripieno.
  • Ad operazione conclusa, coprite i pasticcini con i dischi avanzati e senza farcia. Dunque, posizionate le vostre sfogliatelle su una placca da forno foderata di carta da forno e cuocetele a 180° per 15-20 minuti circa.

Curiosità

Non è possibile visitare la Campania senza fare tappa in una pasticceria per gustare una buona sfogliatella. Ne esistono due versioni: la sfogliatella riccia e quella frolla, di cui adesso conoscete il procedimento.

La preparazione di questo dolce è legata indissolubilmente alla città di Napoli, ma vi stupirà sapere che in realtà l’antica ricetta è nata in un convento della costiera amalfitana, quello di Santa Rosa da Lima. Come spesso accade per molte preparazioni, la sua invenzione è avvenuta per caso grazie all’accortezza di una suora che non volle sprecare gli avanzi di semolino. Dopo averlo mescolato con altri ingredienti ottenne due conchette di pasta che farcì con crema pasticcera e amarene, dando vita alla versione primitiva della sfogliatella, che oggi è nota come santarosa.

Fu poi il pasticciere Pasquale Pintauro a modificarne la ricetta agli inizi del 1800 e a dar vita all’attuale frolla napoletana, uno dei dolci più celebri della pasticceria italiana.

Il procedimento per la sfogliatella riccia è un po’ più lungo e impegnativo, ma anche in questo caso lanciarsi in questa avventura culinaria ne varrà la pena. L’impasto base della riccia è simile a quello della frolla, ma ci sono alcuni passaggi in più: prima di tutto l’impasto va unto con lo strutto. Dopo aver steso la pasta e aver ottenuto una sfoglia lunga e piana dovrete ungerla di nuovo con lo strutto, arrotolarla su sé stessa e conservarla in frigo per una notte intera.

Se volete preparare delle sfogliatelle assortite, variate il ripieno scegliendo fra crema pasticcera e gocce di cioccolato o frutta candita, oppure della panna montata.

Per farcire le sfogliatelle evitando sbuffi all’esterno potete aiutarvi con una tasca da pasticciere.

Divertitevi a realizzare tanti tipi di sfogliatelle, frolle e ricce, e servitele su un bel vassoio con una nuvola di zucchero a velo sopra. La vostra famiglia e i vostri amici ne andranno pazzi!