Perché non possiamo usare solo latte italiano?

Perché non possiamo usare solo latte italiano?
L'italia non produce tutto il latte necessario per la lavorazione dei prodotti lattiero caseari, si deve quindi rivolgere ai paesi europei più produttivi per acquistare il latte mancante.
Galbani lavora soprattutto latte italiano, oltre il 70%, raccolto da allevamenti selezionati di Lombardia e Piemonte; la restante parte viene importata da aziende agricole europee nostre partner sulle quali vengono effettuati rigorosi controlli per garantire sempre prodotti buoni e sicuri.
Quanto latte produce l’Italia?

Quanto latte produce l’Italia?

L'Italia, come altri paesi del mediterraneo, è un paese strutturalmente deficitario di latte. Non riesce infatti a produrre tutto il latte necessario per la lavorazione dei prodotti lattiero caseari destinati all’Italia e al resto del mondo (solo 11,8 MLD di litri latte prodotti rispetto ai 19,4 MLD litri richiesti).
A questo si aggiunge un altro fattore chiave: la stagionalità. Durante l’estate, infatti, a causa del caldo le mucche riducono la propria produzione di latte (fino al 15% in meno), proprio gli stessi mesi in cui si consumano grandi quantità di formaggi freschi, come la mozzarella.
Ecco perché è necessario rivolgersi ai Paesi europei più produttivi per acquistare il latte mancante, che è sottoposto alle medesime severe regole di controllo in tutti i paesi dell’Unione Europea.
Come viene utilizzato il latte italiano?

Come viene utilizzato il latte italiano?

La gran parte del latte munto in Italia (il 52%) viene consumato fresco oppure utilizzato per la produzione dei formaggi DOP come Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Gorgonzola e tanti altri. La restante parte (48%) è invece destinata ai prodotti lattiero-caseari. Una quantità che purtroppo risulta insufficiente rispetto al fabbisogno produttivo e che si riduce ulteriormente in estate.
Da dove viene il latte che usiamo?

Da dove viene il latte che usiamo?

Nei nostri stabilimenti raccogliamo la maggior parte del latte (ben oltre 70%) da 550 allevamenti di Piemonte e Lombardia, con i quali abbiamo rapporti storici e consolidati. La restante parte viene importata da aziende agricole dell’Unione Europea nostre partner. Tutto il latte che noi lavoriamo viene meticolosamente controllato, tracciato ed analizzato per garantire la sicurezza, la qualità e la bontà dei nostri prodotti.
Come avviene la selezione del nostro latte?

Come avviene la selezione del nostro latte?

Le procedure di acquisto, trasporto e raccolta del latte sono molto rigorose: non una sola goccia di latte può essere utilizzata se non è stata prima tracciata, controllata, testata e riconosciuta idonea sin dall’origine. Il nostro personale specializzato effettua controlli sistematici su tutte le stalle nostre partner ed ogni giorno su tutte le cisterna di latte in arrivo presso i nostri stabilimenti. Ognuna viene esaminata con analisi chimiche e microbiologiche studiate per certificare la qualità e sicurezza del loro contenuto.
Come ne preserviamo la qualità?

Come ne preserviamo la qualità?

Il latte appena munto dagli allevatori viene immediatamente raffreddato a 4°C, la temperatura ottimale per preservarne il gusto e le proprietà organolettiche, controllato e stoccato in appositi serbatoi frigoriferi raffreddati.
In poche ore viene trasferito nelle cisterne adibite al trasporto. Il medesimo livello di attenzione al rispetto della Catena del Freddo è applicato sempre, in tutte le fasi della produzione negli stabilimenti produttivi, fino alla distribuzione finale nei punti di vendita per garantire tutta la bontà e freschezza dei nostri prodotti.
Come lo controlliamo?

Come lo controlliamo?

Ben 92 professionisti specializzati assicurano la qualità e la sicurezza dei nostri formaggi lungo tutta la filiera produttiva, attraverso oltre 6000 controlli giornalieri. Effettuano analisi di laboratorio sulle materie prime, su ingredienti e imballaggi, sulle fasi intermedie di lavorazione e sui prodotti finiti per garantire sempre alti standard qualitativi e l’assoluta sicurezza dei nostri prodotti. Tutto il nostro lavoro per soddisfare al meglio i nostri consumatori con prodotti buoni, sani e sicuri.
Perché non possiamo usare solo latte italiano?