Zeppole di San Giuseppe

Dessert PT40M PT20M PT60M
  • 4 persone
  • Difficile
  • 60 minuti
Ingredienti:
Per l'impasto:

  • 3 uova
  • la scorza di un limone
  • 1 fiala di vaniglia
  • 70 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 2 g di sale
  • 250 ml di acqua
  • 150 g di farina
  • 1 cucchiaino (5 g circa) di zucchero

Per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli
  • 25 g di farina
  • 75 g di zucchero
  • 250 ml di latte
  • ½ bacca di vaniglia

Per la frittura:

  • olio d'arachide

Per la finitura:

  • amarene sciroppate

presentazione:

Sono dolci tipici della festa di San Giuseppe, ovvero della festa del papà, che ricorre ogni anno il 19 di marzo.

Nello specifico, sono un fritto conosciuto da tutti con il nome di zeppole di San Giuseppe, che nasce dalla tradizione gastronomico-culinaria dell'Italia centro-meridionale.

Ogni regione ha le sue versioni di questo dessert. Nella capitale, per esempio, esso viene realizzato versando l'impasto a cucchiaiate nell’olio. Una volta fritto, ogni dolce viene riempito di crema pasticcera e spolverizzato con zucchero a velo.

Nonostante le diverse varianti della pasticceria, la versione più famosa rimane sempre quella campano-pugliese, che dà vita a ciambelle di pasta bignè, fritte nell'olio caldo e guarnite, successivamente, con crema pasticcera, ciliegie o amarene sciroppate, infine spolverizzate con zucchero a velo.

Buonissime, fragranti, morbide e golose, ecco la ricetta per preparare le zeppole di San Giuseppe.

Preparazione:

Per realizzare le zeppole di San Giuseppe dovete prima di tutto dedicarvi a preparare la crema pasticcera riscaldando il latte in un pentolino insieme a mezza bacca di vaniglia. Dopodiché, in una ciotola di medie dimensioni, con l'ausilio delle fruste elettriche, lavorate i tuorli insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e spumosa.

Una volta ottenuta una crema della giusta consistenza aggiungete la farina. Dunque, dopo aver eliminato la bacca di vaniglia, versate a filo il latte riscaldato. A questo punto, amalgamate il tutto con l'ausilio di una frusta. Poi riportate il composto sul fuoco e, mescolando continuamente, fate addensare il composto.

Quando la crema pasticcera sarà bella densa, trasferitela in una ciotola e fatela raffreddare coperta da un foglio di pellicola trasparente. Nel frattempo, dedicatevi a realizzare l’impasto delle zeppole: prendete un pentolino con il fondo spesso, quindi mettete al suo interno l'acqua e il Burro Santa Lucia ridotto a pezzetti. Dopodiché unite il sale.

Ora portate il tutto lentamente ad ebollizione e rimestate il preparato con un cucchiaio di legno fino a quando il burro non sarà completamente sciolto e l’acqua inizierà a bollire. A questo punto, togliete il pentolino dal fuoco, versatevi dentro la farina setacciata e mescolate il preparato. Una volta mescolato, rimettete il pentolino sul fuoco continuando ad amalgamare per bene gli ingredienti con l'ausilio di un cucchiaio di legno fino ad ottenere una palla compatta.

Quindi, lavorate il composto finché non si formerà una patina biancastra sul fondo del pentolino. Infine spegnete il fuoco e unite lo zucchero rimescolando ancora fino ad incorporarlo per bene al composto. A questo punto, versate l’impasto in una terrina e lasciatelo intiepidire. Quanto sarà tiepido aggiungete la scorza del limone grattugiata e le uova, che dovranno essere aggiunte una alla volta.

L'impasto finale dovrà apparire liscio e omogeneo. Trasferitelo in una sac-à-poche con bocchetta a stella. Quindi, ritagliate dei quadrati di carta da forno di 8 centimetri di lato. Dunque, con un movimento a spirale date forma ad un disco di pasta del diametro di 5 centimetri. Dopodiché, sul bordo esterno di ogni disco sovrapponete un anello di pasta, dando forma ad una piccola scodella.

Modellate così, fino ad esaurimento del composto, tutte zeppole di San Giuseppe. Ad operazione terminata, mettete sul fuoco, in un tegame a bordi alti, abbondante olio d'arachide. Dunque portatelo ad una temperatura tra i 160° e 170°. L’olio non dovrà essere bollente, dal momento che i dolci dovranno friggere dolcemente.

Questo vi permetterà di rigirarli più volte, di modo che si possano gonfiare uniformemente. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura ideale, immergete al suo interno 1-2 zeppole attaccate al quadrato di carta da forno; la carta si staccherà da sola in fase di cottura. A questo punto, toglietela dall'olio. Rigirate le zeppole più volte fino a completa doratura.

Una volta dorate, prelevatele con l'ausilio di una schiumarola. Adagiatele infine sopra dei fogli di carta assorbente. A frittura conclusa, munitevi nuovamente di sac-à-poche. Metteteci dentro la crema pasticcera e spremetela al centro delle zeppole.

Concludete i dolci guarnendoli sulla sommità con un'amarena sciroppata, trasferiteli in un piatto da portata e servite le vostre zeppole di San Giuseppe.

Curiosità:

La zeppola è un dolce diffuso in ogni regione italiana con una preparazione e una tradizione differenti. Questo termine, infatti, indica sia la classica zeppola di San Giuseppe, dolce legato alla festa del papà, sia una specialità di carnevale o di Pasqua. Nella variante napoletana, con questa denominazione si definiscono sia dei dolcetti tipici delle feste farciti con crema pasticcera o, nella versione moderna, con panna, crema di gianduia e salsa al cioccolato, sia una specialità salata della friggitoria.

In questa pagina vi abbiamo presentato la versione classica della zeppola: una pasta choux farcita con crema pasticcera e guarnita con una gustosa amarena sciroppata. Tuttavia, potrete variare sia l’impasto che le dosi e la farcitura, seguendo la tradizione della vostra zona.

Se state preparando un menù per la festa di carnevale non potranno mancare le graffe: questi dolci, in alcune zone, sono chiamati zeppole anche se sono molto diverse dalla ricetta tradizionale. Si tratta di ciambelle fritte e cosparse con lo zucchero. Ecco i nostri consigli per la preparazione: il segreto di questo impasto sta nella lievitazione, quindi per prima cosa dovrete preparare una sorta di lievitino mescolando in una ciotola latte intero, farina 00 e lievito di birra secco. Questo dovrà essere aggiunto in un solo colpo all'impasto principale a base di farina, uova, zucchero, burro, patate, latte, buccia di limone e un pizzico di sale. Lasciate riposare l’impasto per un paio d’ore, quindi stendetelo e ricavatene delle ciambelline (vi consigliamo, a questo punto, un’altra ora di lievitazione). Versate l’olio in una pentola, accendete la fiamma e, una volta caldo (non deve arrivare a bollore), friggetevi le ciambelle. Scolatele e lasciatele asciugare su della carta assorbente prima di cospargerle con lo zucchero.

Un altro dolce tipico di questo periodo dell’anno sono le frittelle di mele: una pasta dal gusto soffice e leggero, farcita con le mele, che potrete friggere oppure cuocere in forno. E voi quale dolce di carnevale preferite?

I vostri commenti alla ricetta: Zeppole di San Giuseppe

GalbaniItalia
Ciao VanessaMan! La quantità corretta di acqua per questa ricetta è 250 ml. Buona giornata! :)
VanessaMan
Salve la dose dell'acqua è 250 ml? Visto che è anche indicato 1/2
GalbaniItalia
Ciao VanessaMan! Per la pasta choux serve pochissimo zucchero. In questo caso basta 1 cucchiaino, che equivale a 5 g circa. Buona giornata! :)
VanessaMan
Salve, ma per fare la pasta choux negli ingredienti non c'è scritto lo zucchero però nel procedimento si quindi di quante quantità è lo zucchero?

Lascia un commento

Massimo 250 battute