Torta salata ai porri

Piatto Unico
Piatto Unico PT40M PT30M PT70M
  • 4 persone
  • Media
  • 70 minuti
Ingredienti:
  • 100 g di farina
  • 50 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 4 uova
  • 600 g di porri
  • 200 ml di panna da cucina
  • latte intero q.b.
  • Galbanino Galbani
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • un pizzico di zucchero
  • sale
  • pepe
  • noce moscata

presentazione:

Il porro è un bulbo poco pronunciato che rappresenta la parte commestibile di una pianta erbacea originaria delle regioni mediterranee.

Il suo utilizzo in cucina è attestato fin dai tempi degli antichi Romani, apprezzato per il sapore simile a quello della cipolla, ma decisamente più delicato.

L'arte culinaria lo elegge a ingrediente di diverse preparazioni: viene infatti consumato lesso, all'agro, in umido, in zuppe, oppure come ingrediente di minestroni e insalate cotte.

In questa pagina lo consigliamo come protagonista di una ricetta dove, insieme ad altri ingredienti d'eccezione, tra cui il Burro Santa Lucia e il Galbanino, costituisce uno dei sapori fondamentali di una torta appetitosa e dal sapore delicato, la torta salata ai porri, una pietanza davvero versatile.

Questo piatto è più che adatto per un secondo sfizioso, ma può essere il giusto pranzo anche per una gita fuori porta, o, più semplicemente, un jolly da servire quando si ha voglia di consumare una cena golosa.

Preparazione:

Per preparare la torta salata ai porri dovete prima di tutto procedere a realizzare la pasta. Prendete una terrina capiente e metteteci dentro: la farina, un pizzico di zucchero e il Burro Santa Lucia tagliato a pezzetti e tenuto in precedenza a temperatura ambiente.

Dopodiché formate una cavità al centro della farina e riponeteci un uovo e il burro a pezzetti. A questo punto impastate bene e alla svelta gli ingredienti manipolandoli con la punta delle dita.

Ottenuto un composto omogeneo, chiudetelo a palla e, dopo averlo avvolto dentro un foglio di pellicola trasparente mettetelo a riposo in frigorifero per un'ora circa. Quindi occupatevi dei porri.

Mondateli, lavateli, tagliateli grossolanamente e fateli appassire con un filo d'olio extravergine d'oliva. A fine cottura insaporiteli con il sale e il pepe. Lasciate raffreddare il tutto. Una volta che i porri saranno ben freddi, in una ciotola mescolate la panna, la noce moscata, il sale, il pepe insieme a tre uova sbattute in precedenza.

Continuate a lavorare il preparato aggiungendo il formaggio Galbanino ridotto a tocchetti, e, come ultimo ingrediente, i porri saltati. Se il composto dovesse risultare troppo corposo diluitelo con un po' di latte.

Ad operazione terminata procedete a stendere la pasta con l'ausilio di un matterello e rivestite il fondo e i laterali di una pirofila precedentemente imburrata. Una volta che avrete rivestito la pirofila con la pasta versateci dentro il composto di porri.

Infornate la vostra torta in forno preriscaldato a 200° per 40 minuti circa.

Per apprezzare al meglio l'inconfondibile sapore è consigliabile consumarla tiepida o a temperatura ambiente.

Curiosità:

La torta salata con porri è una ricetta semplice che fa venire l’acquolina in bocca sin dal momento in cui metterete i porri tagliati a rondelle a soffriggere nella padella. Insieme ai porri fate cuocere anche altre verdure, ad esempio dei funghi. Cuocete il ripieno fino al completo assorbimento dell’acqua rilasciata dalle verdure.

L’aggiunta del Tronchetto di Capra Santa Lucia, lavorato con una forchetta per farlo diventare una crema, dona alla ricetta quel pizzico di sapore che la rende molto gustosa.

Per ottenere una sfiziosa crosticina dorata in superficie, potete cospargere la torta con un paio di cucchiai di parmigiano grattugiato.

Il porro è un ingrediente che esalta anche il sapore del salmone. Per una variante di questa ricetta potete quindi pensare di aggiungere del salmone affumicato ridotto a una tartare con un coltello.

Per cuocere la torta salata potete usare una teglia rotonda dal diametro di 24 cm, ricoperta con carta forno oppure creare un rotolo di pasta sfoglia: in questo secondo caso, state attenti a ripiegare bene i bordi per non perdere il prezioso ripieno. Per una resa migliore della torta salata, tagliatela quando non sarà più tanto calda: in questo modo le fette non rischieranno di rompersi e vedrete che non riuscirete a fermarvi alla prima fetta.

I vostri commenti alla ricetta: Torta salata ai porri

Lascia un commento

Massimo 250 battute