Torta di mandorle

Dessert PT35M PT65M PT100M
  • 8 persone
  • Media
  • 100 minuti
Ingredienti:
  • 6 mele
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1cucchiaino di cannella
  • farina per lo stampo
  • 120 g di Burro Santa Lucia Galbani
  • 3 uova
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di farina di mandorle
  • 1 limone
  • una punta di vanillina
  • sale

presentazione:

Oggi prepariamo un dessert davvero profumato e saporito, grazie alle mandorle, le mele e la cannella.

Preparazione:

E’ uno dei dessert più realizzati in Toscana e, in particolare, a Prato, dove questo frutto viene utilizzato per realizzare numerose tipologie di dolci (tra cui i più famosi sono sicuramente i cantucci).

1. Per realizzare la torta di mandorle prima di tutto dovrete lavare, mondare e affettare le mele, quindi dovrete raccoglierle in una casseruola di medie dimensioni e cuocerle nel vino bianco insieme a un cucchiaino di zucchero e a un pizzico di cannella fino ad ottenere una composta.
2. Mentre le mele sono in cottura, all'interno di una terrina capace lavorate a crema il Burro Santa Lucia con lo zucchero, dunque mescolate il tutto con l'ausilio di un cucchiaio di legno.
3. Ottenuta una crema uniforme aggiungete, uno alla volta, i tuorli d'uovo, dopodiché sempre lavorando l'impasto, unite la scorza grattugiata di un limone e, spargendola a manciate, anche la farina di mandorle.
4. A questo punto, in un'altra ciotola, con un pizzico di sale e la vanillina procedete a montare a neve ben ferma gli albumi. A operazione conclusa stemperate il preparato con gli albumi ormai montati.
5. Rimestate il tutto fino a ottenere un impasto uniforme, quindi imburrate e infarinate uno stampo per dolci. Versate al suo interno il composto ottenuto e spargetevi la composta di mele preparata in precedenza.
6. Concludete infornando il dolce in forno preriscaldato a 200° per 35 minuti circa. A cottura ultimata, sfornate e sformate il vostro dessert.

Varianti:

La ricetta della torta di mandorle è un classico della cucina toscana. In questa versione è presentata con l’aggiunta di composta di mele, una specie di marmellata di frutta cotta nel vino con un po’di zucchero. La versione più tipica non prevede l’uso di questo composto ma con l’aggiunta di un sottile strato di mele in superficie è buonissima.

Le torte di mandorle sono davvero eccezionali, qualsiasi modifica venga apportata.

Una variante possibile potrebbe riguardare la frutta da scegliere: se vi piace l’idea, per esempio potete realizzare una composta di pere e seguire le indicazioni della ricetta ma con quest'altro frutto.

Un’altra variante può essere preparata, invece, aggiungendo degli ingredienti nuovi, per esempio il cacao che con la farina di mandorle sta benissimo. Sostituite 40 g di farina con 40 g di cacao in polvere.

Potete aggiungere anche le mandorle intere o, se vi interessa provare un gusto nuovo, aggiungete all’impasto le noci e gli amaretti sbriciolati.

Infine ecco una variante piuttosto lontana dal dolce presentato, ma altrettanto buona e sempre a base di mandorle: la crostata.

Realizzate la pasta frolla e posizionatela in una teglia imburrata. Al suo interno mettete un composto cremoso realizzato nel seguente modo: tritate 250 g di mandorle sgusciate con 100 g di zucchero, un cucchiaino di miele e la scorza di limone. Poi, sbattete 2 albumi con una bustina di vaniglia in polvere e uniteli al mix tritato. Questo composto andrà posizionato dopo uno strato di marmellata del gusto che preferite. Infornate per 25 minuti a 200 gradi e gustate il dolce leggermente caldo.

Consigli:

Il nostro dolce si caratterizza per un intenso colore giallo e per una consistenza morbida e soffice dovuta al suo impasto. Per ottenere un dolce morbido e delicato è importante incorporare bene gli albumi montati a neve, facendo un movimento dal basso verso l’alto. In questo modo il composto diventerà spumoso e, una volta in forno, grazie anche all’azione del lievito, diventerà sofficissimo.

Questa torta, oltre ad accontentare i vostri ospiti con il suo gusto delicato, arricchirà la vostra casa di una fragranza profumatissima. Per ottenere un profumo ancora più intenso vi suggeriamo di insaporire l’impasto, prima di farlo cuocere, con una tazzina di liquore amaretto che esalterà ancora di più il sapore delle mandorle.

Per estrarre facilmente la torta, una volta terminata la cottura in forno, usate una tortiera con la cerniera del diametro di 24 cm.

Pensiamo anche al lato estetico di questa meravigliosa delizia della pasticceria italiana. Come decorare le torte di mandorle non è mai facile perché si tratta di dessert semplici, buoni e belli già così. Una generosa copertura di zucchero a velo è l’ideale e anche delle belle mandorle sgusciate e messe in superficie sono una buona idea. Per un tocco ancora più goloso, servitela con uno spruzzo di panna montata accanto!


Curiosità:

Pare che nell'antichità la pianta di mandorlo fosse ritenuta da diversi popoli una pianta sacra. Fatto sta che i suoi frutti sono molto saporiti e di grande versatilità in cucina, tanto da diventare protagonisti di diverse preparazioni della gastronomia italiana!

Sono molti i dolci che hanno tra gli ingredienti principali le mandorle, e i più famosi sono sicuramente la pasta di mandorle, i ricciarelli e i cantuccini. Ottimi da “inzuppare” nel vinsanto o da tuffare nel latte a colazione!

I vostri commenti alla ricetta: Torta di mandorle

Lascia un commento

Massimo 250 battute