Ravioli ricotta e spinaci

Primi Piatti PT10M PT120M PT130M
  • 6 persone
  • Media
  • 130 minuti
Ingredienti:
Pasta:

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • sale
  • acqua

Ripieno:

  • 300 g di Ricotta Santa Lucia Galbani
  • 600 g di foglie di spinaci
  • 2 uova
  • noce moscata (da aggiungere a piacere)
  • sale
  • pepe

Condimento:

  • Burro Santa Lucia Galbani q.b.
  • foglie di salvia

presentazione:

La ricetta che troverete in questa pagina è quella dei ravioli ricotta e spinaci, uno dei piatti più noti per quanto riguarda le paste ripiene.

Questi ravioli fatti in casa con ricotta e spinaci porteranno sulla vostra tavola un piatto saporito e unico, tutto preparato all'insegna della semplicità.

Preparazione:

Quelli che preparerete non saranno solo ravioli molto veloci da confezionare (dato che il ripieno si prepara in poco tempo) ma saranno anche e soprattutto ravioli davvero saporiti, realizzati con la Ricotta Santa Lucia e poi conditi con burro dal sapore delicato e gustoso.

1. Per realizzare i ravioli ricotta e spinaci dovete prima di tutto setacciare la farina sulla spianatoia, disporla a fontana e versare al suo interno le uova sbattute, un pizzico di sale e un cucchiaio di acqua tiepida. Amalgamate il tutto con l'ausilio di una forchetta, poi continuate a impastare gli ingredienti per almeno 10 minuti. La pasta dovrà risultare liscia ed elastica.
2. Una volta pronta raccogliete la pasta dandole la forma di una palla e avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente per alimenti. Lasciatela riposare per 60 minuti circa.
3. Nel frattempo occupatevi di preparare il ripieno: mondate e lavate gli spinaci. Quindi fateli cuocere per pochi minuti con la sola acqua rimasta dal lavaggio effettuato, dopodiché scolateli, strizzateli per bene fra le mani, poi tritateli finemente con la mezzaluna.
4. A questo punto, versateli in una ciotola e unite agli spinaci la Ricotta Santa Lucia, le uova, la noce moscata il sale e il pepe. Mescolate con cura il tutto fino ad avere un composto liscio e omogeneo.
5. A operazione terminata dividete la pasta precedentemente preparata in quattro pezzi e, aiutandovi con la macchinetta per tirare la pasta, ricavate da ognuno una striscia sottile. Quindi disponete sul lato lungo della striscia mucchietti di ripieno di ricotta e spinaci delle dimensioni di una ciliegia (potete aiutarvi con un cucchiaino). Adagiateli a una distanza di 4 centimetri l'uno dall'altro. Esaurita la striscia di pasta su cui adagiare il ripieno, procedete a ripiegare il lembo di pasta libero, in modo da coprire per bene le palline di farcia. A questo punto premete con le dita intorno al ripieno in modo da far fuoriuscire l'aria e da sigillare bene i vostri ravioli di ricotta e spinaci. Quindi ritagliate i ravioli con la rotellina dentata e, via via che saranno pronti, adagiateli sopra un canovaccio infarinato.
Conclusa l'operazione di ritaglio, mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata (potete aggiungere all'acqua bollente un filo d'olio in modo che i ravioli non si attacchino), tuffate i ravioli e lasciateli cuocere pochi minuti, finché non raggiungeranno la cottura (i ravioli con spinaci e ricotta saranno cotti quando saliranno a galla). A questo punto prelevate i vostri ravioli con l'ausilio di una schiumarola e conditeli con il Burro Santa Lucia insaporito con le foglie di salvia.

Varianti:

Una volta pronti i vostri ravioli, non vi resta che condirli a piacimento con salse e sughi.

Per rendere il condimento per ravioli con ricotta e spinaci ancora più delizioso e croccante, potete soffriggere del pane grattugiato con Burro Santa Lucia aromatizzato alla salvia.

Volendo, potete condire questi ravioli con una crema di noci preparata con aglio, parmigiano grattugiato, panna, olio extravergine, noci e pepe.

In alternativa, potrete optare per un semplice sugo al pomodoro, oppure potrete impiegare ingredienti come funghi, panna e cipolla.

Ottimi anche con la crema di zucca, il pesto o con una semplice salsa al limone, i ravioli ricotta e spinaci si sposano perfettamente anche con sughi di pesce a base di gamberi.

Consigli:

Per la realizzazione di qualsiasi ricetta di pasta fresca fatta in casa (che siano i ravioli, i tortellini, gli agnolotti o le mezzelune), è necessario coordinare la preparazione di più impasti.
Per questo, vi consigliamo di fare attenzione durante la preparazione e di cominciare dalla realizzazione della pasta all'uovo.

Innanzitutto, scegliete la tipologia di farina che più si adatta ai vostri gusti: con la farina 00 otterrete un impasto più liscio e omogeneo, mentre con la semola di grano duro la pasta risulterà più ruvida e rustica.

Lavorate l’impasto in un ambiente poco ventilato ed evitate di aggiungere troppa farina, in quanto il composto dovrà risultare piuttosto elastico.

Per stendere la sfoglia potrete utilizzare il tirapasta oppure il mattarello; l’importante è ottenere un foglio bello sottile.

Volendo, potrete creare dei ravioli bicolore aggiungendo all'impasto spinaci, nero di seppia oppure la zucca cotta al forno e poi ridotta in purea.

Formate tanti rettangoli colorati e affiancateli sovrapponendo i lati. Incollateli spennellandoli con un po' di albume e schiacciando i lati per farli aderire, quindi stendete la pasta fino a raggiungere lo spessore desiderato.

Mentre l’impasto riposa, dovrete passare alla preparazione della farcitura. Esistono molte tipologie di ripieno per ravioli: potrete riempirli con del macinato di carne, della crema di zucca, ricotta e parmigiano oppure con del pesce.

Il ripieno, di qualunque tipo sia, deve essere quanto più asciutto possibile in modo tale da non bagnare troppo la pasta.

Per ottenere i ravioli classici di forma quadrata, seguite le indicazioni della nostra ricetta. Se invece desiderate ottenere dei ravioli tondi, dopo aver steso l'impasto, mettete al centro della sfoglia e ben distanziati piccoli mucchietti di ripieno. Quindi copriteli con un'altra sfoglia e con l'ausilio di un tagliapasta circolare ricavate i vostri ravioli. Potrete utilizzare come "stampino" anche un bicchiere o una tazza non troppo larga.


Curiosità:

La preparazione dei ravioli viene attestata già alla fine del XIV secolo con il nome di rabiola. Si tratta di una pietanza costituita da una pasta fine ripiena di erbe, formaggio e carne, modellata in diverse forme.

L'unica caratteristica di gusto che ci viene tramandata dalle cucine antiche è da ritrovare negli attuali ravioli abruzzesi, fatti con ricotta, zucchero e uova e spolverizzati con zucchero a velo, dopo essere fritti in olio bollente.

Il raviolo, quindi, esiste anche in versione dolce: una volta preparato, può essere cotto al forno oppure fritto.

Poco rimane da aggiungere alla storia di questa preparazione di pasta fresca, se non che nelle nostre cucine, dopo esser stata farcita, viene sempre chiusa a mano e condita da un'ampia gamma di sughi o ragù.

I vostri commenti alla ricetta: Ravioli ricotta e spinaci

Lascia un commento

Massimo 250 battute